Elezioni Europee sondaggio Digis/Sky: La sinistra anticapitalista può farcela

Il sondaggio Digis per Sky Tg24 conferma che a sinistra del Pd solo la sinistra anticapitalista rappresentata in Italia da Rifondazione Comunista + Comunisti Italiani, può ambire a superare la soglia di sbarramento del 4%, al contrario di Sinistra e Libertà che al momento si ferma al 2,0%.

Confermata anche la difficoltà a destra del Pdl, de La Destra + Mpa, fermi al 2,7.

 

 

 

 

digis_1

Sondaggio Politico-Elettorale

Osservatorio Digis Sky Tg24 Pubblicato all’interno del TG Sky del 14/04/09 – Pubblicato il 16/4/2009.

Autore: Digis S.r.l.

Committente/ Acquirente: Digis Srl

Criteri seguiti per la formazione del campione: Campione rappresentativo dell’universo di riferimento per sesso, età, area geografica, ampiezza comune di residenza e condizione professionale

Metodo di raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche assistite da sistema C.A.T.I.

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: Totale casi: 1000- Universo di riferimento: popolazione italiana maggiorenne

Data in cui è stato realizzato il sondaggio: Tra il 09/04/2009 ed il 10/04/2009

QUESTIONARIO

QUESITO n.1

Domanda : Se domani si votasse per le elezioni europee, per quale partito voterebbe?.

Annunci

Election day, giudicate voi

L’aquila – “Abbiamo scelto di non inseguire, quanto al referendum, una situazione per noi favorevole e molto positiva come il raggiungimento del sistema bipolare, facendo cadere il governo. Mi spiace che altri interpretino come una debolezza del premier e del Pdl aver ceduto ad una precisa richiesta di un partito della maggioranza che, ove non accolta, avrebbe fatto cadere il governo in un momento come questo, producendo una situazione irresponsabile“. Lo ha detto Silvio Berlusconi inaugurando la scuola del campo terremotati a Poggio Picenze confermando la data del 21 giugno per il referendum.

‘Ridurremo al minimo lo spreco ma la cifra e’ lontanissima da quella circolata” di 400 milioni, aggiunge Berlusconi che così prosegue: “Cercheremo di ridurre al minimo gli sprechi andando al voto nel giorno dei ballottaggi per le amministrative”.

Bisognava scegliere tra una cosa e l’altra, tutto il resto sono polemiche che veramente non mi toccano, la decisione di votare il 21 giugno è stata presa e spero che sia confermata stasera dall’ufficio politico del Pdl”.

fonte ANSA

e qui

Francesco Cundari, giornalista del Foglio e militante del Pd vi propone nel suo “Quadernino“, un “chi l’ha detto ?“, che suona conferma delle cose dette su “Diarioelettorale” nei due post precedenti.