“Tormentata assaissimo”

direbbe una delle signore che si scambiano confidenze nelle “Cinquanta sfumature di minchia” un falso che prende in giro il best seller più veloce della storia dell’editoria, regalo di Ottavio Cappellani alle lettrici che, non avendo un sassolino al posto del cervello, hanno letto l’originale si, ma ridacchiando, come dice Mario Baudino su “La Stampa”.

Del libro, acquistabile su Amazon, parlano in questo video l’autore Ottavio Cappellani e lo scrittore Fulvio Abbate.

Qui il pezzo di Dagospia che ne parla ed alcuni stralci.

Annunci

“Operazione Grandi Eventi” di Castellammare del Golfo, ora c’è il video delle intercettazioni

Quando lo spettacolo diventa crimine ed il crimine diventa spettacolo allora è PLAS !

A Castellammare del Golfo il 1415 e 16 settembre ai Quattro Canti “picchi l’hanna a biriri tutti” !

Mettiamoci la faccia ed invitiamo il consigliere comunale Girolamo Genna a dimettersi

E’ nato oggi su Facebook il gruppo Consigliere Genna che ne pensa di dimettersi?, per sollecitare alle dimissioni il consigliere comunale Girolamo Genna raggiunto da un avviso di garanzia nell’ambito della recente operazione antimafia “Crimiso”.

Scrivono i promotori del gruppo: “crediamo fortemente che il rispetto per un’istituzione pubblica che rappresenta gli interessi di tutti i cittadini, quale è il Consiglio Comunale, venga prima di qualsiasi altra considerazione politica o, peggio, personale; questo rispetto verso l’Istituzione deve considerarsi doveroso per qualsiasi cittadino, ma in misura ancora maggiore per chi ricopre un ruolo istituzionale.
Un rappresentante delle istituzioni elettive che viene raggiunto da pesanti sospetti di vicinanza a Cosa Nostra rischia di danneggiare l’immagine dell’intera istituzione di cui fa parte.
Pertanto, l’Associazione Castellolibero ONLUS e il Presidio di Libera “P. Mattarella” di Castellammare del Golfo chiedono al consigliere comunale Girolamo Genna di dimostrare il suo senso dello Stato e il rispetto per il Consiglio Comunale e per tutti i cittadini da esso rappresentati, rassegnando le dimissioni da componente del Consiglio Comunale.
Invitiamo tutti i cittadini che condividono questa iniziativa ad aderire al gruppo.“.

Io ho aderito, e tu cosa aspetti ?