Castellammare turismo: come ci vedono gli altri

“… Se ancora a Balestrate è possibile trovare qualche spiaggia libera, a Castellammare del golfo i lidi hanno colonizzato tutta la costa. ‘Sono venuto con gli amici da San Giuseppe Jato, – racconta Giacomo Incao, operaio di 26 anni – siamo dei veri e propri pendolari del mare. L´acqua è superiore rispetto a Balestrate e i lidi hanno prezzi abbordabili, in media 10 euro per due persone’. A lanciare l´allarme sulla penuria di turisti è Bartolomeo Lanzarone, 43 anni, istruttore di fitness, da Alcamo: ‘Nei giorni feriali qui è raro trovare persone, specialmente forestieri. Mancano le strutture adatte a riceverli‘. Della stessa opinione Annalisa Mirotta, 35 anni, impiegata: ‘Rispetto alla costiera adriatica, dove sono stata in vacanza, mancano i servizi‘. Davide Scarciotta, 40 anni, funzionario, preferisce fare qualche chilometro in più piuttosto che portare la moglie incinta a Mondello: ‘La costa palermitana è invivibile’.

L´unico sito che non ha risentito del calo di turisti è Guidaloca, frazione di Castellammare. Il lido Vida Loca lavora soprattutto nei giorni feriali e, complice la vicinanza con Trapani, è meta privilegiata da molti turisti stranieri. Anche qui il commissariamento del comune ha rovinato la stagione dal punto di vista dell´organizzazione di eventi. Giosuè Miceli, 27 anni, bagnino in vacanza, commenta: ‘Preferisco i ciottoli alla sabbia. Se non fosse per la mancanza di vita notturna, non avrei problemi a dimenticare Mondello». Accoccolati in riva al mare, Roberta Bongiorno, 22 anni, e Antonino Di Giovanni, 26, si godono il suggestivo paesaggio delle scogliera incorniciata dalla macchia mediterranea: ‘Sarebbe un angolo di paradiso – commentano – se ci fosse più attenzione alla pulizia‘ …”

da La Repubblica del 23/07/2008