Castellammare del Golfo, convocazioni del Consiglio Comunale “gggiovane” e “light”

Il Presidente del consiglio comunale Giuseppe Cruciata, già vicesindaco all’epoca dello scioglimento del precedente consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, ha convocato il consiglio comunale per mercoledì 29 ottobre, alle ore 18, nei locali dell’ Aula Consiliare dopo quasi due mesi dall’ultima seduta di consiglio.

L’ordine del giorno prevede ancora una volta una variazione di bilancio: “Variazione al bilancio di previsione esercizio finanziario 2008 e pluriennale 2008/2010 – esercizio finanziario 2008. Approvazione statuto dell’autorita’ d’ambito” l’unico punto all’ordine del giorno.

La questione “Plesso Buccellato” direte voi ? Ed il Centro Duchessa ? E la recente operazione che ha portato al sequestro a Scopello, nel territorio di Castellammare del Golfo, di una mega struttura alberghiera, munita di bolli e timbri nonostante tutto, e a detta degli inquirenti, nella disponibilità della locale famiglia mafiosa ?

Il massimo (mai termine fu più inappropriato) consesso cittadino non intende (o non deve ?) occuparsi di queste quisqillie, se non con mozione dei due consiglieri di opposizione Sebastiano Cruciata e Salvatore Galante, del PD relativamente al “Plesso Buccellato”.

Infatti il consiglio comunale è stato convocato contemporaneamente in seduta ordinaria per il 5 Novembre, sempre alle ore 18,00.

Per questa convocazione ben diciotto i punti all’ordine del giorno e tra questi, il riconoscimento, da parte dell’ assessorato regionale Cooperazione, Commercio, Artigianato e Pesca, di Castellammare del Golfo quale Comune ad economia prevalentemente turistica e città d’arte (ancora ?).
Iil riconoscimento di tre debiti fuori bilancio, diverse interrogazioni ed interpellanze dei consiglieri d’opposizione Sebastiano Cruciata e Salvatore Galante(Pd), che hanno presentato anche una mozione sul plesso Buccellato. Un’interpellanza è stata presentata inoltre dal consigliere dell’Udc Vito Bonventre.

Annunci