Sempre più certa l’esclusione della lista Pdl per le elezioni regionali nel Lazio

Dice Rita Bernardini che al momento non esiste un verbale di deposito della lista Pdl.

In una nota ADNKRONOS, la deputata radicale eletta nelle file del Pd dice: “La legge venga rispettata. Attenti a forzature. Ora si dovranno chiarire i fatti e saranno i magistrati a verificarli, ma diciamo no a ‘drittate’ o artifici per superare la questione. Per noi il rispetto della legalita’ viene prima di tutto”. La Bernardini, coordinatrice del comitato “Emma Bonino presidente”, così ha commentato con l’ADNKRONOS la questione delle liste del Pdl nel Lazio presentate in ritardo.
Al momento, da quello che sappiamo non esiste un verbale di deposito della lista del Popolo della Liberta’. Non si tratta quindi di integrazione di documentazione, ma si tratterebbe – fa notare Bernardini – dell’ammissione alla competizione elettorale di una lista che intendeva presentarsi oltre i termini fissati dalla legge in modo perentorio“.

Pertanto il ricorso presentato dal Pdl avrebbe ben poche possibilità di essere accolto, legato come è alla impossibilità fisica di presentare la lista nei termini fissati per presunti ostacoli frapposti dai rappresentanti delle altre liste.

Tuttavia gli ostacoli alla presentazione della lista sarebbero stati frapposti dai rappresentanti delle alre liste solo una volta che erano scaduti ampiamente i termini per potere presentare la lista, allo scopo di evitare eventuali abusi.

Annunci