Regionali: la sinistra vince forse tutte le regioni … in Francia

La Francia va al voto domani domenica 14 marzo.

I sondaggi continuano in queste ore a dare in vantaggio la sinistra in quasi tutte le regioni.

Un sondaggio di Barometre OpinionWay-Fiducial per il quotidiano Le Figaro dice che la sinistra totalizzerà il 46% dei voti, e la destra solo il 33%.Per quanto riguarda i singoli partiti, il sondaggio da in testa l’Ump, formazione del presidente Sarkozy, con il 32% delle preferenze, seguito dal Partito socialista (26%) e dal Europe Ecologie (14%). Tuttavai solo il 53% degli intervistati, si e’ detto certo di andare a votare.

Già oggi la sinistra controlla 20 regioni, dopo il secondo turno previsto per il 21 marzo, potrebbe gestirne 22.

Il successo della sinistra per Sarkozy rischia d’essere un’«umiliazione politica», scrive l’Economist definendo «strana» l’impopolarità del presidente di un Paese che tutto sommato – disoccupazione al 10% a parte – ha forse fatto meglio di molti altri durante la crisi economica.

Sarkozy, alla vigilia del voto, mette le mani avanti con un’intervista al Figaro Magazine: non ci sarà un rimpasto di governo, le regionali avranno conseguenze regionali e non nazionali.

«L’impatto sarà però psicologico – spiega al Giornale Daniel Boy, ricercatore del Centre de Recherches politiques di Science Po a Parigi – la vittoria di sinistra ed ecologisti non significa un cambiamento nella politica del governo; significa un cambio di atmosfera: mina la popolarità del presidente e la sua strategia del partito unico».

Annunci

Sondaggio Euromedia Reserch sulle elezioni regionali, tutte le regioni

Sondaggio Politico-Elettorale

VERSO LE REGIONALI

Pubblicato il 1/3/2010. Autore: Euromedia Research (Ghial Media Srl)

Committente/ Acquirente: Panorama. Diffuso e pubblicato da Panorama il giorno 26 febbraio 2010 (pag. 74)

Criteri seguiti per la formazione del campione: Le interviste sono state effettuate su un campione stratificato per sesso, età e dislocazione territoriale dei residenti nelle 13 Regioni che andranno al voto alle prossime elezioni regionali (MARZO 2010)

Metodo di raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche – metodologia C.A.T.I.

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: 1.000 casi per ciascuna regione; popolazione residente nelle 13 regioni di 18 anni e oltre, di entrambi i sessi appartenenti a qualsiasi condizione sociale, residenti in famiglie con il telefono (Fonte ISTAT – 2009)

Data in cui è stato realizzato il sondaggio: Tra il 17/02/2010 ed il 23/02/2010

QUESTIONARIO

QUESITO n.1

Domanda : Se ieri si fossero tenute le elezioni per eleggere il Presidente di Regione, Lei a quale dei seguenti candidati avrebbe dato la Sua preferenza? (liste e candidati ad oggi)..

Risposte:

REGIONE LOMBARDIA Roberto Formigoni (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 55.7% (MIN 52.6% – MAX 58.8%) Filippo Penati (PD+IDV+altri di centrosinistra): 34.1% (MIN 31.2% – MAX 37.0%) Savino Pezzotta (UDC): 4.8% (MIN 3.5% – MAX 6.1%) Altri: 5.4% (MIN 4.0% – MAX 6.8%) INDECISI: 16.4%

REGIONE PIEMONTE I CANDIDATI: Roberto Cota (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 47.1% (MIN 44.0% – MAX 50.2%) Mercedes Bresso (PD+IDV+UDC+altri di centrosinistra): 49.6% (MIN 46.5% – MAX 52.7%) Altri: 3.3% (MIN 2.2% – MAX 4.4%) INDECISI: 23.3% I PARTITI: PDL+Lega Nord+altri di centrodestra: 49.5% (MIN 46.4% – MAX 52.6%) PD+IDV+UDC+altri di centrosinistra: 47.3% (MIN 44.2% – MAX 50.4%) Altri: 3.2% (MIN 2.1% – MAX 4.3%)

REGIONE LIGURIA Sandro Biasotti (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 48.2% (MIN 45.1% – MAX 51.3%) Claudio Burlando: (PD+IDV+UDC+altri di centrosinistra): 49.4% (MIN 46.3% – MAX 52.5%) Altri: 2.4% (MIN 1.5% – MAX 3.3%) INDECISI: 23.5%

REGIONE VENETO Luca Zaia (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 56.0% (MIN 52.9% – MAX 59.1%) Giuseppe Bortolussi: (PD+IDV+altri di centrosinistra): 36.5% (MIN 33.5% – MAX 39.5%) Antonio De Poli: (UDC): 6.0% (MIN 4.5% – MAX 7.5%) Altri: 1.5% (MIN 0.7% – MAX 2.3%) INDECISI: 19.4%

REGIONE EMILIA ROMAGNA Anna Maria Bernini (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 37.5% (MIN 34.5% – MAX 40.5%) Vasco Errani: (PD+IDV+altri di centrosinistra): 54.3% (MIN 51.2% – MAX 57.4%) Gianluca Galletti: (UDC): 4.5% (MIN 3.2% – MAX 5.8%) Altri: 3.7% (MIN 2.5% – MAX 4.9%) INDECISI: 15.1%

REGIONE TOSCANA Monica Faenzi (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 37.9% (MIN 34.9% – MAX 40.9%) Enrico Rossi: (PD+IDV+altri di centrosinistra): 55.3% (MIN 52.2% – MAX 58.4%) Francesco Bosi: (UDC): 4.3% (MIN 3.0% – MAX 5.6%) Altri: 2.5% (MIN 1.5% – MAX 3.5%) INDECISI: 15.8%

REGIONE UMBRIA Fiammetta Modena: (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 38.7% (MIN 35.7% – MAX 41.7%) Catiuscia Marini: (PD+IDV+altri di centrosinistra): 52.1% (MIN 49.0% – MAX 55.2%) Paola Binetti: (UDC): 4.8% (MIN 3.5% – MAX 6.1%) Altri: 4.4% (MIN 3.1% – MAX 5.7%) INDECISI: 18.9%

REGIONE MARCHE Erminio Marinelli (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 42.5% (MIN 39.4% – MAX 45.6%) Gian Mario Spacca (PD+IDV+UDC+altri di centrosinistra): 48.5% (MIN 45.4% – MAX 51.6%) Massimo Rossi (Federazione della sinistra+Sinistra Ecologia Libertà): 5.5% (MIN 4.1% – MAX 6.9%) Altri: 3.5% (MIN 2.4% – MAX 4.6%) INDECISI: 21.2%

REGIONE LAZIO Renata Polverini (PDL+UDC+altri di centrodestra): 49.1% (MIN 46.0% – MAX 52.2%) Emma Bonino: (PD+IDV+altri di centrosinistra): 47.1% (MIN 44.0% – MAX 50.2%) Altri: 3.8% (MIN 2.6% – MAX 5.0%) INDECISI: 25.3%

REGIONE PUGLIA Rocco Palese (PDL+altri di centrodestra): 43.1% (MIN 40.0% – MAX 46.2%) Nichi Vendola (PD+IDV+altri di centrosinistra): 46.1% (MIN 43.0% – MAX 49.2%) Adriana Poli Bortone (UDC+Io sud): 10.0% (MIN 8.1% – MAX 11.9%) Altri: 0.8% (MIN 0.2% – MAX 1.4%) INDECISI: 24.2%

REGIONE BASILICATA Nicola Pagliuca (PDL+altri di centrodestra): 38.9% (MIN 35.9% – MAX 41.9%) Vito De Filippo (PD+IDV+UDC+altri di centrosinistra): 52.5% (MIN 49.4% – MAX 55.6%) Altri: 8.6% (MIN 6.9% – MAX 10.3%) INDECISI: 23.0%

REGIONE CALABRIA Giuseppe Scopelliti (PDL+UDC+altri di centrodestra): 47.4% (MIN 44.3% – MAX 50.5%) Agazio Loiero (PD+altri di centrosinistra): 38.3% (MIN 35.3% – MAX 41.3%) Pippo Callipo (IDV+Radicali Lista Bonino Pannella+altri): 13.4% (MIN 11.3% – MAX 15.5%) Altri: 0.9% (MIN 0.3% – MAX 1.5%) INDECISI: 25.9%

REGIONE CAMPANIA Stefano Caldoro (PDL+UDC+altri di centrodestra): 49.1% (MIN 46.0% – MAX 52.2%) Vincenzo De Luca (PD+IDV+altri di centrosinistra): 46.6% (MIN 43.5% – MAX 49.7%) Paolo Ferrero (Federazione della sinistra): 2.5% (MIN 1.5% – MAX 3.5%) Altri: 1.8% (MIN 1.0% – MAX 2.6%) INDECISI: 26.0%

Elezioni Regionali 2010: gli ultimi sondaggi dei maggiori istituti

I più recenti risultati di quattro diversi istituti (Ispo, Crespi ricerche, Euromedia Research, e Ipsos), permettono di attribuire con ragionevole certezza solo nove dei 13 governatorati in palio con le regionali del 28 e 29 marzo.

I quattro istituti sono concordi nell’attribuire ai candidati espressione del centrodestra le presidenze di Lombardia, Veneto, Campania e Calabria. Le rilevazioni demoscopiche confermano in mano al centrosinistra i presidenti di 5 regioni Toscana, Emilia Romagna, Umbria, Marche e Basilicata.
Condizioni tendenzialmente favorevoli al centro destra nel Lazio ed analogamente condizioni favorevoli al centro sinistra in Puglia.
Particolarmente incerti i risultati di Piemonte e Liguria.

Tuttavia vale sempre l’avvertenza che i sondaggi si fanno per cercare di capire dove va l’elettorato, ma si fanno anche per potere orientare l’elettorato.
Districarsi quindi nelle diverse circostanze tra sondaggi buoni e tarocchi è sempre impresa ardua.

Così come districarsi tra le opposte “debolezze” dei diversi istituti.

E se Ipsos (Pagnoncelli) tende a stimare forse con eccessivo favore i numeri del centro sinistra, all’opposto Euromedia Research sembra tendere a sovrastimare le fortune del centro destra arrivando ad attribuire solo cinque regioni al centro sinistra e ben otto al centro destra, un dato da fine del mondo per il centro sinistra.

Così va segnalato che Crespi Ricerche (istituto che sembra mostrare una qualche “debolezza” verso la Pdl, per non dire di peggio), dopo aver dato in Liguria in forte recupero Sandro Biasotti, Pdl (assegnandogli il 48,5 %), contro Claudio Burlando, Csx (al 50,0 %) solo pochi giorni fa, dà oggi una rilevazione sulla Puglia in cui Rocco Palese, Pdl, sarebbe al 43,5 % (contro il 39 % della precedente rilevazione) a fronte di un Niki Vendola, csx al 42,5 % (42 % rilevazione precedente) e Adriana Poli Bortone al 14 % contro una precedente rilevazione al 19 %.