I know my chicken

Questa espresione inglese (traduzione letterale dell’italiano “conosco i miei polli”) veniva usata a mò di battuta da un comico di cui non mi sovviene il nome, e mi è tornata in mente leggendo sui blog castellammaresi alcuni appassionati e partecipati commenti alla lettera inviata dal Sindaco alla presidente del comitato per il Plesso Buccellato ed ai dirigenti scolastici, e tesa ad evitare la celebrazione del referendum popolare richiesto dallo stesso comitato.

Come la penso sulla questione “Plesso Buccellato vs. Ufficio Tecnico” è cosa nota, ed è stata espressa qui. Il mio pensiero rimane ancora quello, anzi con il tempo le considerazioni sulla non opportunità e contradditorietà della decisione, rispetto ai manifestati propositi di indirizzare lo sviluppo del paese verso il turismo da parte dell’amministrazione comunale, si sono ancor più rafforzati.

Altra e di disapprovazione è invece la mia opinione sulla scelta del comitato di percorrere la via del referendum consultivo.

Ecco qui entra in gioco “i know my chicken”.

Questo comune ha un numero di aventi diritto al voto di poco superiore ai 14.000 (alle scorse consultazioni per le europee erano 14.030), perchè la consultazione referendaria sia valida è necessario che vadano a votare almeno il 50% +1 degli aventi diritto al voto (art.57 dello statuto comunale), come a dire oltre 7.000 elettori. Si tenga presente che nelle elezioni in cui massima era la mobilitazione elettorale (comunali del 2008) sono andati alle urne 9.859 elettori pari al 68,94 % degli aventi diritto (14.301) , e che nelle elezioni in cui la mobilitazione elettorale era minima (europee del 2009) sono andati alle urne in 5.322 pari al 37,93 %.

Ora onestamente c’è qualcuno che pensa di essere davvero in grado di mobilitare su un problema di non capitale importanza e/o drammaticità per l’intera cittadinanza qualcosa come 7.000 elettori ?

Se, come è già da ora prevedibile, ne consegue che il referendum fallisce per mancato aggiungimento del “quorum”, si pensa davvero di poter trovare tanti cittadini disposti a credere in buona fede che le spese sostenute dalla collettività per celebrare un referendum inutile siano da addebbitare (sul piano morale) al sindaco ?

Annunci

Castellammare del Golfo, Consiglio Comunale l’otto aprile

E’ stato convocato per l’otto aprile il Consiglio Comunale di Castellammare del Golfo.
Diciannove i punti all’ordine del giorno. Tra i più rilevanti il subentro in Consiglio Comunale al posto del Professore Sebastiano Cruciata del Pd del primo dei non eletti della medesima lista, Professor Giovanni Portuesi a seguito di sentenza del TAR Sicilia che lo ha riconosciuto come legittimo titolare della carica di consigliere comunale.
Numerose le interpellanze da esaminare a firma di Ivano Motisi, Vito Bonventre su temi di rilievo della vita amministrativa cittadina.
A seguire alcuni ordini del giorno e l’approvazione di alcuni debiti fuori bilancio a seguito di sentenze del Tribunale di Trapani sezione Lavoro e per concludere l’approvazione della convenzione per la realizzazione del canile consortile e il piano di miglioramento dei servizi di Polizia Municipale.

“Il Consiglio Comunale è convocato per il giorno 8 del mese di Aprile alle ore 11,00 ed in prosecuzione nei giorni 15 e 16 Aprile alle ore 18,00 presso i locali del Palazzo Municipale, Aula Consiliare, in seduta ordinaria, per la trattazione dei seguenti punti all’O.d.G.:

1  . Nomina scrutinatori e lettura ed approvazione dei verbali delle sedute precedenti
2  . Comunicazioni del Presidente e
3  . Insediamento e giuramento del nuovo C.C. Sig. Portuesi Giovanni in esecuzione di sentenza del TAR Sicilia n ° 53/09 del 27/03/2009;
4  . Esame, ai sensi della L.R. 24/06/1986, n. 31 e della L.R. 21/09/1990, n. 36, delle condizioni di eleggibilità e di candidabilità, secondo l’ art. 58 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267, per la convalida dell’ eletto, nonché delle condizioni da cui scaturisce la sospensione di diritto dalla carica secondo l’ art.5 9 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267.
5  . Esame situazioni di incompatibilità ai sensi della L.R. 24/06/1986, n. 31 , ed eventuale inizio della procedura disciplinata dall’ art. 14 della L.R. 24/06/1986, n. 31;
6  . Interpellanza del Cons. Motisi Ivano, pervenuta in data 05/03/2009 prot. n° 0007265 del 06/03/09 avente per oggetto: “Erogazione idrica”;
7  . Interpellanza del Cons. Motisi Ivano, pervenuta in data 05/03/2009 prot. n° 0007266 del 06/03/09 avente per oggetto: “Aggiornamento incidenza oneri di urbanizzazione”;
8  . Interpellanza del Cons. Bonventre Vito, pervenuta in data 04/03/2009 prot. n° 0007455 del 09/03/09 avente per oggetto: “Accesso e funzionalità uffici Comunali”
9  . Interpellanza del Cons. Bonventre Vito, pervenuta in data 09/03/2009 prot. n° 0008193 del 11/03/09 avente per oggetto: “Affidamento incarichi esterni settore urbanistico”;
10 . Interpellanza del gruppo consiliare “Indipendenti – U.D.C.”pervenuta in data 16/03/2009 prot. n° 0008842 del 17/03/09 avente per oggetto: “Redazione del Piano Generale del Traffico”;
11 . Interpellanza del Cons. Motisi Ivano, pervenuta in data 16/03/2009 prot. n° 0008843 del 17/03/09 avente per oggetto: “Piano triennale delle OO.PP.”;
12 . Interpellanza del Cons. Motisi Ivano, pervenuta in data 16/03/2009 prot. n° 0008843 del 17/03/09 avente per oggetto: “Referendum consultivo Plesso Buccellato”;
13 . O.d.G. – proposta dal Cons. Bonventre Vito – avente ad oggetto “Dimissioni dell’ Assessore ai Lavori Pubblici”;
14 . Approvazione O.d.G. sulla grave crisi che sta attraversando il settore dell’ estrazione del marmo nella nostra provincia;
15 . Approvazione O.d.G. – proposta dal gruppo consiliare Popolo della Libertà – avente ad oggetto “Sicurezza nel Golfo di Castellammare”;
16 . Riconoscimento legittimità debito fuori bilancio derivante da sentenza n° 636/08 del Tribunale di Trapani sez. lavoro a seguito di Decreto ingiuntivo n° 58/07  del Dipendente Ponzio Francesco, a titolo di compensi per lavoro straordinario svolto negli anni 2003/2004;.
17 . Riconoscimento legittimità debito fuori bilancio derivante da sentenza n° 493/08 del Tribunale di Trapani sez. lavoro a seguito di risarcimento danni alla dipendente Di Felice Vincenza;
18 . Approvazione della convenzione comunale per la progettazione, esecuzione e gestione di un rifugio per cani sovracomunale da realizzarsi nel territorio di Calatafimi Segesta, contrada Lagani, fra i Comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi Segesta, ai sensi dell’ art. 30 del D.lgs 267/2000;
19 . Piano miglioramento dei servizi di Polizia Municipale.”

I lavori consiliari verranno preceduti giorno 8 aprile 2009 alle ore 10 da una conferenza stampa, organizzata dall’Amm.ne Comunale per festeggiare il nostro Concittadino Emanuele Di Gregorio che nello scorso Campionato Europeo Indoor ha conquistato la medaglia di bronzo.

Castellammare del Golfo al “Festival delle buone intenzioni”

L’amministrazione del sindaco Marzio Bresciani sembra essersi candidata, forte del sostegno cieco ed incondizionato dei suoi sostenitori in consiglio, ma anche nell’opinione pubblica castellammarese, per la partecipazione al “Festival delle buone intenzioni“.

Infatti questa amministrazione, dopo avere creato quasi dal nulla il problema “Plesso Buccellato” animata dalla buona intenzione, della risoluzione del problema (questo si preesistente) del funzionamento e della allocazione dello “Ufficio Tecnico Comunale”, si appresta, con il medesimo spirito, alla creazione del problema paesaggistico, ambientale, e di condizionamento per lo sviluppo turistico futuro della nostra città, alla realizzazione del depuratore delle acque reflue in contrada Cerri, con la buona intenzione di contribuire al disinquinamento del nostro mare.

Se dire, “di buone intenzioni son lastricate le vie dell’inferno“, è inadeguato e rischia di apparire quasi scherzoso, dire “il sonno della ragione genera mostri” sarà eccessivo ?

Castellammare del Golfo, una maggioranza da “Oscar”

Seduta particolarmente attesa quella di ieri sera del Consiglio Comunale  “ggiovane” e “light” di Castellammare del Golfo, arrichita dalla presenza in aula di una folta rappresentanza del comitato di genitori ed insegnanti del “Plesso Buccellato” i quali, con numerose iniziative di sensibilizzazione, da mesi chiedono invano che la scuola venga restituita alla funzione di scuola per l’infanzia al servizio del quartiere.

In assenza di ogni e qualsiasi iniziativa concreta da parte dei diversi esponenti della maggioranza consiliare, contattati dal comitato, quanto mai opportuna era la presentazione di una mozione di indirizzo tesa ad ottenere il mantenimento della destinazione d’uso a scuola per l’infanzia dell’edificio di via Canale Vecchio, ad iniziativa dei consiglieri Salvatore Galante e Sebastiano Cruciata del PD.

Collocata al 14° punto dell’ordine del giorno, preliminarmente ne veniva chiesto il prelievo da parte dei presentatori per anticiparne la discussione in presenza dei numerosi cittadini intervenuti per assistere al dibattito.

Una maggioranza “vigliacca” (politicamente si intende) tentava di allontanare il confronto delle posizioni, dagli occhi e dalle orecchie dei cttadini e cittadine intervenuti, bocciando il prelievo del punto all’ordine del giorno.

A questo punto pur di permettere la discussione della mozione, di fronte ai cittadini e alle cittadine intervenuti, i consiglieri Galante e Cruciata hanno ritirato interrogazioni ed interpellanze presentate e che precedevano il punto riguardante la mozione, così come i consiglieri dell’Mpa e dell’Udc.

Apertasi la discussione sono intervenuti alcuni degli esponenti della maggioranza, dichiarando, pur tra contorcimenti dialettici il voto contrario alla mozione dei rispettivi gruppi. Si è distinto solo Ivano Motisi, il quale, con un intervento particolarmente felice, ha dichiarato il suo voto favorevole alla mozione.        

Infine così come dice Rhett Butler a Rossella O’Hara nel finale di “Via col vento“, tutti meno uno, hanno proclamato il loro “Francamente me ne infischio !” nei confronti del “Comitato per la difesa del Plesso Buccellato”.

Applausi, per una interpretazione da Oscar !

E sabato tutti ad assistere ad una nuova interpretazione, questa volta della parte degli studenti, al “Seminario di educazione alla legalità” , “per conoscere la mafia e imparare l’antimafia“, per la regia dell’Amministrazione Comunale di Castellammare del Golfo.

I nostri “seminaristi” si cimenteranno con qualcosa di particolarmente difficile, per come si dice nel comunicato stampa dell’iniziativa infatt,i dovranno distruggere il mafioso che è in loro, “che si chiama orgoglio, indifferenza, prepotenza, ignoranza, cattiveria…”, roba che nemmeno se hai fatto l’Actor’s Studio.

Insomma la “mafia” un pò come “diavolo in me

Zucchero in “diavolo in me”

 


Castellammare del Golfo, convocazioni del Consiglio Comunale “gggiovane” e “light”

Il Presidente del consiglio comunale Giuseppe Cruciata, già vicesindaco all’epoca dello scioglimento del precedente consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, ha convocato il consiglio comunale per mercoledì 29 ottobre, alle ore 18, nei locali dell’ Aula Consiliare dopo quasi due mesi dall’ultima seduta di consiglio.

L’ordine del giorno prevede ancora una volta una variazione di bilancio: “Variazione al bilancio di previsione esercizio finanziario 2008 e pluriennale 2008/2010 – esercizio finanziario 2008. Approvazione statuto dell’autorita’ d’ambito” l’unico punto all’ordine del giorno.

La questione “Plesso Buccellato” direte voi ? Ed il Centro Duchessa ? E la recente operazione che ha portato al sequestro a Scopello, nel territorio di Castellammare del Golfo, di una mega struttura alberghiera, munita di bolli e timbri nonostante tutto, e a detta degli inquirenti, nella disponibilità della locale famiglia mafiosa ?

Il massimo (mai termine fu più inappropriato) consesso cittadino non intende (o non deve ?) occuparsi di queste quisqillie, se non con mozione dei due consiglieri di opposizione Sebastiano Cruciata e Salvatore Galante, del PD relativamente al “Plesso Buccellato”.

Infatti il consiglio comunale è stato convocato contemporaneamente in seduta ordinaria per il 5 Novembre, sempre alle ore 18,00.

Per questa convocazione ben diciotto i punti all’ordine del giorno e tra questi, il riconoscimento, da parte dell’ assessorato regionale Cooperazione, Commercio, Artigianato e Pesca, di Castellammare del Golfo quale Comune ad economia prevalentemente turistica e città d’arte (ancora ?).
Iil riconoscimento di tre debiti fuori bilancio, diverse interrogazioni ed interpellanze dei consiglieri d’opposizione Sebastiano Cruciata e Salvatore Galante(Pd), che hanno presentato anche una mozione sul plesso Buccellato. Un’interpellanza è stata presentata inoltre dal consigliere dell’Udc Vito Bonventre.

Castellammare del Golfo, civiltà a confronto

Nelle giornate di Sabato 4 e Domenica 5 ottobre un presidio di genitori ed insegnanti degli alunni del Plesso Buccellato di Castellammare del Golfo ha dato tangibile dimostrazione della, da più parti invocata, “civiltà da parte della popolazione castellammaresemettendo in atto una civilissima e pacifica manifestazione di protesta con relativa raccolta di firme tesa al mantenimento ad uso di scuola del Plesso Buccellato.

A quando la corrispondente analoga manifestazione di civiltà da parte dell’amministrazione comunale ?

Nell’ottimo servizio di Tele Occidente Informazione l’esposizione dei fatti e le voci delle parti in causa.

Castellammare una città a misura di bambino ?

Se provate a digitare come chiave di ricerca su Google “a misura di bambino“, il “motorone”, sciorinerà molto di ciò che si produce e si immagina in Italia e nel mondo sia “a misura di bambino”.

L’ambiente, gli spazi, la spiaggia, il museo, la città, il mondo, sono tutti termini associati a quel “a misura di bambino”.

Così se l’Austria è “a misura di bambino” e Copenaghen lo è in qualità di città europea,  in Italia Torino si aggiudica il primato su Ravenna in base all’ultimo Rapporto “Ecosistema bambino 2008”.

Sempre secondo tale rapporto la maglia nera va a Lecco, Enna, Agrigento e Crotone, posizionate agli ultimi quattro posti dei 61 centri urbani che hanno risposto al questionario.

Il rapporto è stato stilato infatti a partire da un questionario inviato alle amministrazioni su 6 indicatori ambientali di ecosistema urbano:
– mezzi di trasporto;
– tasso di motorizzazione;
– piste ciclabili;
– isole pedonali;
– aree verdi fruibili;
– zone a traffico limitato.

I parametri presi in esame da Ecosistema Bambino 2008 andavano dagli strumenti di coinvolgimento messi in campo dalle Amministrazioni (consulte giovanili, consigli comunali dei ragazzi, incontri e occasioni di confronto con le istituzioni), alle forme di partecipazione (azioni di adozione del territorio, progettazione partecipata), alla presenza e al funzionamento di strutture e uffici dedicati ai giovani, alla quantità e qualità dell’offerta culturale (musei, aree riservate, eventi, teatri, ludoteche, biblioteche), alle iniziative di promozione culturale e sociale ad hoc per i cittadini più piccoli (pubblicazioni e riviste per ragazzi, manuali educativi, feste, rassegne cinematografiche, soggiorni in città e fuori città, corsi, laboratori, ecc…).

Detto questo che c’entra Castellammare del Golfo con tutto ciò ?

Assolutamente nulla, e sopratutto continuerà a non entrarci nulla, vista la sensibilità dimostrata, nel recente Consiglio Comunale dell’8 settembre, dai “nuovi” consiglieri comunali di questo comune, di fronte al ventilato trasferimento dei bambini del “Plesso Buccellato“.

Ne prendiamo atto.