Maramaldo, maramao, il PLAS, e quella lettera aperta di Maria Tesè

Mi sovviene la necessità di sapere cosa significhi esattamente la parola “maramaldo“.
Fortunatamente il Sabatino Colletti nella sua versione online consultabile qui mi viene in aiuto fornendomi una stringata definizione:

maramaldo[ma-ra-màl-do] s.m.
• Persona perfida e vile che infierisce sui deboli e sui vinti
• a. 1905

Tale rapida consultazione mi ha permesso di evitare eventuali pesanti indesiderate conseguenze conseguenti all’associazione in questo post di tale termine alla persona del “Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata – del gruppo consiliare SIAMOCASTELLAMMARE – nonché ex presidente del Consiglio Comunale nell’amministrazione Bresciani e vicesindaco nell’ultima amministrazione Ancona” per come definito nella “LETTERA APERTA AL CONSIGLIERE DI MAGGIORANZA GIUSEPPE CRUCIATA” resa pubblica da Maria Tesè “la candidata arrivata seconda con 2336 voti, con il 28% delle preferenze” nelle ultime consultazioni per l’elezione del Sindaco di Castellammare del Golfo.

L’associazione, per fortuna rimossa, nasceva da una mia ampia condivisione del contenuto di tale lettera aperta di Maria Tesè, (conseguente alla presentazione in consiglio comunale di una interpellanza articolata sul PLAS e sulla sua mancata realizzazione per quest’anno), ed in particolare dell’affermazione: “L’interpellanza sul PLAS in Consiglio proprio non ci stava, Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata non è degna di un dibattito politico serio

Tuttavia al consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata bisogna pur dedicare qualcosa magari così anche solo per assonanza direi il brano “Maramao” del Trio Lescano.

LETTERA APERTA AL CONSIGLIERE DI MAGGIORANZA GIUSEPPE CRUCIATA

Nel consiglio comunale di Venerdi 23 Agosto 2013 Tra le tante interpellanze, mi è sembrata curiosa, quella del Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata –del gruppo consiliare SIAMOCASTELLAMMARE – nonché ex presidente del Consiglio Comunale nell’amministrazione Bresciani e vicesindaco nell’ultima amministrazione Ancona. L’interpellanza, così, come indicata nell’ordine del giorno della Convocazione del Consiglio si intitola “Cancellazione della manifestazione artistico culturale “PLAS”.
Prima riflessione: perché il Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata non si è rivolto agli organizzatori a chiedere spiegazioni? La domanda nasce spontanea sia perché il consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata conosce bene la storia della manifestazione che si è replicata per n. 6 edizioni consecutive (dal 2007 al 2012), 5 delle quali proprio durante l’amministrazione Bresciani ma, anche e soprattutto perché il Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata conosce molto bene Gaetano D’Anna, presidente dell’Associazione Pro Loco Castellammare del Golfo (ente promotore ed attuatore della manifestazione) con il quale, in passato, ha anche condiviso scelte politiche precise.
Se il Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata si fosse rivolto agli organizzatori avrebbe ricevuto la seguente risposta: “La manifestazione PLAS quest’anno non si fa semplicemente perché non ci sono i soldi per farla”.
E qui mi preme sottolineare alcune cose: PLAS costa ogni anno più o meno 50.000,00 euro. Tale somma per coprire 3 giorni di spettacoli, riempire di visitatori il centro storico, invitare artisti e opere di chiara fama nazionale (la mostra “Razza umana” di Oliviero Toscani, le istallazioni di Cesare Inzerillo, Marta sui Tubi e Almamegretta, Alfio Antico, Franki HiNRG, Mimmo Cuticchio, Andrea Vecchio, Beatrice Monroy, Giuseppe Elio Ligotti, Compagnia Joculares).
La Rievocazione Storica nella sua ultima edizione (2011) è costata 94.000,00 La Rievocazione dura 45 minuti.
PLAS che dura n. 3 giorni costa “soltanto” 50.000,00 euro solo perché tutto il lavoro di produzione della manifestazione (grafica, segreteria, concept, allestimento, direzione artistica, ufficio stampa, montaggio e smontaggio, pulizia, trasfert, ricerca fondi, scenografia, documentazione) è prestato gratuitamente da Pro Loco, da ZEP, dall’associazione CICI da Maria Tesè, da Rosanna Fasulo e da circa altre 30 persone tra giovani e genitori intraprendenti.
Ogni anno affrontiamo la produzione di PLAS nel mese di Febbraio ad una sola condizione sufficiente ma necessaria: avere la certezza di una disponibilità finanziaria di almeno 25.000,00 euro. Dove troviamo questi soldi? Quelli su cui abbiamo potuto fare affidamento sempre sono quelli della Banca Don Rizzo, e quelli di una serie di progetti coordinati da me per conto di Arcidonna Onlus (FSE, Equal e APQ Giovani).
Sulle altre 25.000,00 euro ………. rischiamo. Rischiamo presentando richiesta di contributo alla Regione (Assessorato Turismo, Assessorato Beni Culturali, ARS), alla Provincia di Trapani, al Comune di Castellammare del Golfo ai commercianti/albergatori locali e ai privati.
Ce l’abbiamo sempre fatta, tranne l’anno scorso quando “i ragazzi di ZEP” ci hanno rimesso 6.000,00 euro di tasca, oltre – come sempre – il lavoro prestato a titolo puramente gratuito.
A Febbraio 2013 la certezza di una disponibilità finanziaria di 25.000,00 euro non si è verificata….di conseguenza abbiamo deciso di non fare PLAS. Lo abbiamo deciso a Febbraio e non l’11 giugno.
Ciò premesso, torniamo al 23 agosto 2013, al Consiglio Comunale, all’interpellanza del Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata. L’interpellanza: perché quest’anno PLAS non si fa? La risposta dell’Assessore Agugliaro: “gli organizzatori mi hanno fatto una richiesta improponibile e sei mesi a disposizione per organizzare la manifestazione”.
Cominciamo col dire che gli organizzatori di PLAS quando hanno incontrato l’Assessore Agugliaro si sono limitati a dire che dovendo organizzare la manifestazione in meno di tre mesi tutti i costi sarebbero aumentati (sfidiamo chiunque a provare il contrario), al di là del fatto che – come abbiamo già specificato in un comunicato pubblicato interamente su facebook e in parte sul Giornale di Sicilia che il Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata non ha avuto la correttezza di leggere interamente in Consiglio – non è più pensabile che chi produce PLAS continui a farlo gratuitamente “per il bene del paese” perchè “sarebbe come chiedere ad un ristoratore di Castellammare del Golfo di offrire pasti gratis ai turisti per il bene del paese”!!
Non possiamo poi non commentare la provocazione del Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata che conclude il suo intervento dicendo “….probabilmente se le elezioni le avesse vinto un’altra coalizione il PLAS si sarebbe fatto!!!!!”
Domanda: a quale coalizione si riferisce? Forse alla coalizione CAMBIAMENTI/AVANTIVELOCE/MEGAFONO che sosteneva la candidatura di Maria Tesè, la candidata arrivata seconda con 2336 voti, con il 28% delle preferenze, quella candidata e quella coalizione con cui il nuovo sindaco in campagna elettorale sosteneva che avrebbe collaborato, quella candidata che , guarda caso, è anche una delle organizzatrici di PLAS?
Allora Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata, nessuno di noi che organizza PLAS si deve giustificare. PLAS non si fa semplicemente perché non ci sono i soldi, perché non ci sono quelle 25.000,00 euro di base che ci mettono un poco al sicuro.
Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata ascolta: se a Febbraio 2013 noi del PLAS avessimo avuto la certezza di quelle 25.000,00 euro probabilmente a quest’ora saremmo tutti impegnati a farlo il PLAS perché, consigliere Giuseppe Cruciata, a noi piace veramente fare PLAS, ci divertiamo, conosciamo tante persone, mettiamo in contatto operatori culturali, produciamo collaborazioni, facciamo rete, cresciamo professionalmente. Alcuni degli ospiti di PLAS sono riconosciuti a livello nazionale e anche internazionale. Ogni anno per noi è una grande soddisfazione quella soddisfazione che per 6 anni ci ha fatto lavorare gratis.
I soldi che abbiamo trovato quest’anno bastano però ad organizzare la III edizione del CICI FILM FESTIVAL, quello stesso festival che ha ospitato Enzo G. Castellari, regista di film cult come: La polizia incrimina, la legge assolve, Il cittadino si ribella, Keome, Il Grande racket, e Quel maledetto treno blindato, Philippe Giangreco autore e sceneggiatore francese, tra i suoi lavori più celebri “Il Missionario” (2009), regia di Roger De Lattre e prodotto anche da Luc Besson, Eduardo Rumolo, produttore, socio fondatore della Rossellini Film con Renzo Rossellini, figlio del regista Roberto, Laura Aprati giornalista, autrice televisiva e cinematografica, e produttrice di documentari tra cui Malitalia storie di mafiosi eroi e cacciatori, Stefania Girolami regista di Agrodolce, Pasquale Scimeca (regista di film come Placido Rizzotto, Rosso Mal Pelo, i Malavoglia ecc. ), Marco Battaglia (regista, docente presso l’Accademia di Belle arti di Palermo). Silvia Francese (attrice), Nicolle Pellizzari (giovane inviata di Mistero, programma televisivo di Italia 1); Eleonora Lombardo (giornalista Repubblica). Yong-man Kim (cinefilo e collezionista).…………e a questo FESTIVAL stiamo lavorando……..anche se non abbiamo vinto le elezioni, e si svolgerà dal 9 al 15 Settembre con le serate finali il 14 e 15 Settembre nella zona di Piazza Castello.
L’interpellanza sul PLAS in Consiglio proprio non ci stava, Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata non è degna di un dibattito politico serio e inoltre dimostra la bugia di quell’intenzione alla collaborazione che tanto proclamava il nuovo sindaco in campagna elettorale.
Non capisco a chi serve un atto di questo tipo a voi della maggioranza …….perché? A noi della opposizione?…….no di certo! Al Paese?……bella dimostrazione di collaborazione!!!!!!!! Semplicemente strumentalizzare a fini politici il lavoro di un gruppo di ragazzi/cittadini castellammeresi….per che cosa?…….Posso chiederti Consigliere Giuseppe Cruciata cosa hai mai fatto tu gratuitamente per il tuo paese?
Un’ultima cosa Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata io non so con quali e quante risorse il nuovo sindaco ha potuto realizzare la sua prima estate castellammarese quindi non posso azzardare giudizi e neanche opinioni sul suo operato e sulla qualità delle manifestazioni offerte ai nostri turisti……
Una cosa sola posso dirti, però, che se fossi stata eletta io e avessi avuto 50.000,00 euro a disposizione per organizzare l’estate castellammarese, sicuramente le avrei destinate al PLAS e/o alla RIEVOCAZIONE STORICA e/o alla valorizzazione delle opere di Giovanni Bosco, perché queste secondo me sono le risorse culturali immateriali su cui ci conviene puntare. Ma questo è un problema di scelte politiche e di investimento. Ritengo che sia economicamente più vantaggioso puntare su 3 prodotti di qualità che su 50 mediocri….tutto qui!
Sono certa che come te, molti in paese pensano che se io fossi stata eletta sindaco avrei fatto PLAS. Ribadisco avrei fatto PLAS soltanto davanti alla disponibilità delle risorse e non a tutti i costi. E in ogni caso non mi sembra, questo, un argomento da Consiglio Comunale…magari da BAR……..
Infine Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata siccome è nostra precisa intenzione lavorare con passione ed impegno alla realizzazione della VII edizione del PLAS, ti chiediamo di mantenere lo stesso interesse nei confronti della manifestazione magari proponendo qualche interpellanza in favore di un sostegno economico che ci permetta di elevare PLAS a manifestazione di interesse sovra locale, perché consigliere Giuseppe Cruciata con 50.000,00 euro PLAS non può crescere e se PLAS non cresce a noi non interessa più farla questa manifestazione!
Ti lascio con una domanda “Conosci il costo giornaliero del Cou Cous Fest….la manifestazione che ha portato San Vito ad essere la meta turistica che è?”. Noi si.

Buon Lavoro Maria Tesè”

Annunci

Questo è il post in cui Diarioelettorale si cosparge il capo di cenere

Scrive Sebastiano:

Leggere l’articolo sulle previsioni del voto pubblicato qualche giorno fa, fa un pò sorridere oggi. Ritengo che le previsioni siano state fatte sull’ipotesi che i castellammaresi volessero mantenere lo status quo votando sempre i soliti noti. E invece il paese ha stupito tutti, in quanto la voglia di cambiamento è stata più forte dell’attaccamento ai politici di professione. Bisognerebbe sottolineare che uno sparuto gruppo di ragazzini hanno convinto tantissime persone, alla luce del sole, senza ricorrere a sotterfugi di sorta. Inoltre Maria Tesè, con la sua competenza e chiarezza di esposizione, ha riscosso ancora più successo delle proprie liste. Tutto il contrario della sua previsione. Come mai secondo lei il risultato è stato così diverso dalle sue aspettative? Cordialità

Il post cui fa riferimento Sebastiano è ovviamente questo nel quale a venti giorni dal voto si sostenevano alcune cose e in prossimità del voto si sono aggiunti altri elementi, frutto di ulteriori (in parte errate) intuizioni.

In quel post si diceva prima che poteva vincere, ed in seguito che avrebbe vinto Nicola Coppola. E fin qui a parte l’esatto valore percentuale della affermazione di Nicola Coppola mi pare che ci siamo.
Li si diceva che a piazzarsi secondo sarebbe stato Piero Russo, prima dandolo a poca distanza dal vincitore ed infine a circa sei punti dal vincitore. In questo caso si è azzeccato il trend che lo vedeva sempre più in difficoltà ma non l’entità della sconfitta.
Sempre in quel post si diceva che Maria Tesè sarebbe stata terza e invece ad urne aperte Maria Tesè si è piazzata al secondo posto. Si diceva che avrebbe avuto meno voti delle liste ed invece Maria Tesè ha avuto più voti delle sue liste.
In questo caso l’ipotesi di un quasi totale rientro del consistente voto “mobile”, manifestatosi alle recenti politiche, di fronte alla pressione esercitata sull’elettorato dai numerosissimi candidati per il consiglio, si è rivelata fallace. Il post ha certamente poi sottovalutato i risultati dell’ottima campagna di comunicazione messa su dallo staff di Maria Tesè

Li si diceva che il fenomeno Grillo era in estinzione e mi pare che le urne hanno confermato la previsione in misura anche maggiore di quanto preventivato.

cenere

Big e meno big dichiarano sulle elezioni castellammaresi

La senatrice Pamela Orrù (Pd):

Il Partito Democratico in provincia di Trapani ha conseguito un ottimo risultato elettorale, affermandosi nettamente e tornando a guidare amministrazioni importanti come quelle di Valderice e Castellammare del Golfo. Esprimo grande soddisfazione per il risultato ottenuto nei Comuni di Favignana, Paceco, Pantelleria e Poggioreale. Abbiamo messo in campo programmi amministrativi seri, reali e concreti che sono stati valutati positivamente dagli elettori. Ha vinto la buona politica portata avanti dal Pd”.
Abbiamo puntato su candidati giovani, con esperienza, incentrando la nostra proposta politica sulla serietà e sul senso di responsabilità e per questo gli elettori ci hanno premiato. Auguro buon lavoro a Biagio Martorana, confermato sindaco di Paceco, ed ai neo eletti a Valderice, Favignana, Pantelleria, Poggioreale e Castellammare del Golfo Mino Spezia, Giuseppe Pagoto, Salvatore Gabriele, Lorenzo Pagliaroli e Nicolò Coppola. Sapranno guidare i loro comuni egregiamente, dando da subito risposte concrete ai loro concittadini, in termini di servizi e miglioramento della qualità della vita”.

Il senatore Antonio D’Alì (Pdl):

A Castellammare del Golfo, dove è forte il rammarico per la mancata elezione a Sindaco di Pietro Russo, siamo il primo partito e non ci vengano a dire che ha vinto il partito democratico, che invece esce ai minimi storici e grazie ad un raggruppamento eterogeneo tutto anti-Pdl, e a molti tradimenti tra i nostri, elegge un suo storico avversario di trent’anni fa“.

Il deputato regionale Antonella Milazzo (PD):

Straordinario è il risultato di Nicolò Coppola a Castellammare, città tradizionalmente considerata roccaforte del centrodestra“.

L’ex deputato regionale Livio Marrocco (Noi per la Sicilia):

Tra i sindaci che abbiamo sostenuto ricordiamo gli eletti ai quali va il nostro augurio di buon lavoro, cioè Martorana, Pagoto, Coppola, Rizzo, Catania, Gervasi e Bica. Inoltre Noi per la Sicilia ha ottenuto consiglieri comunali a Favignana, San Vito lo Capo, Castellammare del Golfo, Custonaci e Partanna. Insomma, il nostro movimento continua il suo radicamento sul territorio e punta alla buona amministrazione come unico antidoto alla disaffezione verso la politica“.

Il coordinatore del PD alcamese Vincenzo Cusumano:

Congratulazioni al Sindaco Nicola Coppola che ribaltando ogni pronostico, ha vinto con un grosso margine. Questa vittoria può essere vista come il rilancio del centro sinistra nei comuni del Golfo di Castellammare, in una politica più vicina al nostro territorio. Analoghe congratulazioni, al giovane segretario del PD Salvo Bologna e a tutti coloro che hanno contribuito alla vittoria della coalizione del neo sindaco”.

Infine ABC (Alcamo Bene Comune) si congratula con il movimento Cambiamenti per l’ottimo risultato elettorale raggiunto:

Un risultato eccezionale che manifesta la voglia di cambiamento dei cittadini castellammaresi che hanno preferito il nuovo modo, partecipato e responsabile, di fare politica portato avanti dal movimento e dal suo candidato sindaco Maria Tesè. ABC augura un buon lavoro ai due consiglieri eletti: Stefano Cruciata e Vitalba Labita“.

Castellammare del Golfo, verso le elezioni amministrative (12): Tutte le liste dei candidati 2013.

Candidato sindaco Nicola Coppola

LAVORO E SVILUPPO

Giuseppe Agnello,Norino Amato,Giuseppe Bosco, Patrizia Buccellato, Ninni Caleca, Vincenzo Chiarenza, Antonino Giuseppe Como, Giacomo Di Bartolo,
Mario Di Filippi, Lorena Di Gregorio, Maria Aurelia Ferrantelli, Franco Foderà, Daniela Giannola, Giuseppe Gioia, Camillo Impastato, Vita Miranda, Antonino Navarra, Luisa Navarra, Francesco Paolo Orobello,Gisella Venezia.

CASTELLAMMARE DEMOCRATICA UNITA

Gaspare Canzoneri, Laura Ancona, Giuseppina Asaro, Iuliana Badalà, Desireè Carrara, Simone Cusumano, Francesco Galante, Angela Lentini, Andrea Maggio, Gabriella Norfo, Maurizio Paradiso, Giuseppe Pipitone, Camillo Poma, Antonino Russo, Christian Ruzza, Girolama Giuseppina Saccheri, Onofria Scolaro,Antonino Stabile, Bartolo Messina, Marilena Barbara.

LISTA SIAMO CASTELLAMMARE

Giuseppe Maria Cruciata, Antonino Ancona, Daniela Blunda, Domenico
Bucca, Maria Silvia Buccellato, Gisella Buscemi, Piero Colomba, Vincenzo Coppola, Curatolo Francesca, Sebastiano Cusenza,Giuseppa Di Benedetto,Giuseppe Di Legami, Laura Damaris Di Natale, Nicola Lentini,Antonio Mercadante, Marcello Occhipinti, Silvia Pisciotta, Emanuele Plaia,
Concetta Provenzano, Sabrina Sottile.

PARTITO DEMOCRATICO

Graziella Barone, Alessandro Caruso, Giovanni Cascio, Natale Como, Camillo Coppola, Calogero Corbo, Tea Costa, Nicoletta Adriana Maria Crescendo, Antonino Foderà, Rosaria Fontana, Salvatore Galante, Francesco Gianquinto, Giuseppa Grimaldi, Mariano Maltese, Maria Marraccino, Clara Minaudo,
Ivano Motisi, Cinzia Plaia, Piera Prosa, Antonella Serina.

Candidato sindaco Piero Russo

POPOLO DELLA LIBERTA’

Giovanni Pilara, Paola Ciaravino, Angelo Palmeri, Maria Miceli,Giuseppe Fausto, Arianna Accardo, Vito Bongiorno, Giacomo Borruso, Marina Cappellini, Rosalba Cassarà, Liliana Maria Ignazia Crociata, Gaetano Di Bartolo, Tommaso DiGregorio,Sebastiano Giordano, Giuseppe Grammatico, Carmela Lo Bue, Anna Maranzano, Francesco Pirrone, Felice Scaraglino, Giovanni Todaro.

PARTITO DEI SICILIANI-MPA

Sebastiano Cusenza, Elisa Neglia, Antonino Amato,Vito Cacciatore,Salvatore Croce,Claudia Giovanna Di Bartolo, Stella Fiordilino, Marcella Foderà, Giuseppe Norfo, Giuseppe Mione, Anna Lisa Urso, Antonio Parisi, Antonella Randazzo, Adriana Renda, Veronica Sabbia, Maria Turcu, Giuseppe Vinci,
Salvatore Mancuso, Carmela Como, Giuseppa Vitale.

NELLO MUSUMECI PRESIDENTE

Alessandra D’Aguanno, Antonino Barone, Giuseppe Navarra, Barbara Cacciatore, Antonino Surdo, Tommaso Notaro, Marcello Fazio, Vito Alfano,
Maria Rosaria Foderà, Epifanio Bonventre, Antonino Caleca, Girolamo
Pampalone, Margherita Scarpitta, Vincenza Tartamella, Leonardo Bussa detto Massimo, Vincenzo Ancona, Vincenzo Zagaria, Nicolò Ferrara, Rosanna Conticelli.

UDC

Vincenzo Cusumano, Giuseppina Cascio, Giovanni Ciufia, Vincenzo
De Stefano, Nicolina Di Benedetto, Rosario Di Stefano, Valentina Ferrarello,Roberto Cusumano,Camillo Galante, Anna Lonano,Giuseppa Galante, Anna Maria Lorito, Pietro Mirrione,Mariana Tarasciu,Anna Poma,Vito Sclafani, Vincenzo Saracino, Natale Stabile, Mattia Vitale.

LISTA CASTELLAMMARESI

Roberta Ancona,Giacomo Asaro,Enrico Chiarenza, Antonio Como, Sabrina Rita Crociata, Brigida Di Simone, Vito Fatone, Giuseppa Galatioto, Andrea Gambino,Sarah Rosella Labita,Angela Lombardo, Loredana Lo Nano, Antonina
Navarra, Piero Padovano, Giovanni Picciuca, Salvatore (detto Peppe)
Quagliata,Giuseppa Romano,Girolamo (detto Mimmo) Sanfilippo, Alessandra Sarcona, Andrea Marcello Tumbarello.

Candidato sindaco Maria Tesè

LISTA CAMBIAMENTI

Luisa Bambina, Claudio Colomba, Stefano Cruciata, Alessandra D’Anna, Angelica Ferrantelli, Giovanni Fontana, Giacomo Galante, Giuseppe Gargagliano, Maria Giovanna Genna,Riccardo Gioè, Vitalba Labita, Claudia La Torre, Anna
Mannina, Federica Naso, Giovanni Navarra,Pirrone Nicola,Antonino Saracino, Alessandro Stabile, Alessandra Tamburello, Agostino Trupia.

AVANTI VELOCE

Giovan Battista Asaro, Vincenzo Bambina, Vincenza Barone, Antonino Chiarenza, Giuseppe D’Angelo, Emanuele Di Gregorio, Federica Di Maria, Mario Fontana, Giusi lo Bue, Maria Lorito, Giuseppe Margagliotti, Bruno Mancuso, Chiara Stella Anselmo, Antonino Como,Antonino Messina,Yanira Pinilla Gonzales Flor, Isadora Provenzano, Francesca Sarcona, Maria Caterina Scelsi.

Il MEGAFONO – LISTA CROCETTA

Giovanni Portuesi, Andrea Galante, Mario Salvatore Asaro, Liliana Scolaro, Serina Marcella, Maria Silvana Marchese, Antonino Ciaravino, Salvatore Schiavo, Marika Ciaravino, Giuseppina Scibilia, Domenico Sabella,Federico Caleca,Francesca Maniscalchi, Anna Maria Soccorso Giaimo, Angela Giurlando,Olimpia  Razzò,Carlo Salvatore Cannamela, Ioana Crizantema Anton, Nicolae Marian Zarnescu.

Candidato sindaco Salvatore Fundarò

CON NOI PER CASTELLAMMARE

Salvatore Fundarò, Ferdinando Affaticato, Antonino Alagna, Gabriela Ana Andor, Doriana Barone, Vito Giuseppe Bonventre, Antonino Calandrino. Alberto Calabrò,Francesca Cannone, Caterina Como, Franca Corso, Giuseppe
Di Bona, Gaspare Guaiana, Marianna Maniaci, Salvatore Roberto Margagliotti, Maria Irene Melita, Diego Rugeri, Monica Messina, Massimiliano Targi, Flavio Vilei.

VOLARE PER CRESCERE INSIEME

Francesco Anselmo, Federica Bonventre, Silvia Brum, Sergio Bussa, Lorenza
Calvanese, Saverio Cammisa, Salvatore Cannone, Donata Carotenuto,
Francesca Cassarà, Giuseppe Corrao, Giuseppa Costa, Ignazio Antonio Fici,
Claudio Fundarò, Vincenza Fundarò Barone, Tommaso Giaconia, Mirella
Gioia, Arianna Mercadante, Andrea Ruggero, Ignazio Giuseppe Sabella,
Vincenzo Scuderi.

Candidato sindaco Valentina Mattarella

MOVIMENTO 5 STELLE

Valentina Mattarella,Nicolò Lentini, Patrizia Camilla Di Gregorio, Italo Cagno, Francesco Foderà,Diego Ciaravino, Paola Cinzia Finazzo, Patrizia Failla, Salvatore Durante, Donatella Anselmo, Marzia Terranova, Gioacchino Giuseppe Calabrò, Lucio Insinga, Patrizia Bafico, Sandra Frazzitta.

Castellammare del Golfo, verso le elezioni amministrative (11): La carica dei trecento… più cinque.

Cinque i candidati a Sindaco, quindici le liste, trecento i candidati a venti posti in consiglio comunale, dodici andranno alla coalizione vincente e otto agli altri.
Sono state presentate nella mattinata di oggi, quindici maggio 2013, presso la segreteria del Comune di Castellammare del Golfo le candidature e le liste per il rinnovo di Sindaco e Consiglio Comunale del 9 e 10 giugno prossimo.
Pertanto, salvo sorprese derivanti dalle verifiche di rito, i candidati a Sindaco sono: Nicolò Coppola, Salvatore Fundarò, Valentina Mattarella, Piero Russo e Maria Tesè.
Nicolò Coppola, 64 anni, è già stato sindaco democristiano del paese, dal 1984 al 1985 e dal 1988 al 1991 ed ha ricoperto anche gli incarichi di assessore e vicesindaco. Quattro e non cinque per come preannunciato, le liste civiche che lo sostengono: Pd, Castellammare Democratica Unita, Siamo Castellammare e Lavoro e Sviluppo. Coppola ha designato due dei quattro assessori Rossana Agugliaro, avvocato libero professionista e Claudia Reginella, Responsabile Risorse umane di un’azienda commerciale.
Salvatore Fundarò ha 65 anni ed è medico pediatra in pensione. Dal 1982 al 1985, ha ricoperto la carica di Consigliere Comunale ed è stato candidato non eletto alle ultime elezioni provinciali. Due le liste civiche a suo sostegno: Con Noi per Castellammare, e Volare per crescere insieme. Assessori designati, Maria Galante, funzionario all’assessorato regionale alle attività produttive e Giuseppe Navarra, Ingegnere libero professionista.
Valentina Mattarella, ha 38 anni, impiegata bancaria è sostenuta ufficialmente dal Movimento 5 Stelle. La Mattarella ha scelto come assessori designati Stefano Messana, psicologo pedagogista e Donatella Anselmo, libero professionista.
Piero Russo, 50 anni, funzionario regionale, attuale consigliere provinciale di Trapani del PDL. Dal 93 al 98 è stato Consigliere Comunale e dal 98 al 2003 assessore e vicesindaco. Russo conta sul sostegno di cinque liste: Pdl, Lista Musumeci, Udc, Mpa-Pds e la civica Castellammare Si. Assessori designati sono Giuseppe Mione, Avvocato libero professionista e Vincenzo De Pasquale Esperto di politiche comunitarie.
Maria Tesè, 45 anni, è una pedagogista palermitana che vive a Castellammare del Golfo da diversi anni, con una carriera professionale all’interno dell’associazione Arcidonna. La sua candidatura a sindaco è supportata dalle liste Cambiamenti, il Megafono e Avanti Veloce. Maria Tesè ha designato assessori Giacomo Galante, geologo e Antonino Como Urbanista attuale assessore della giunta Bresciani.

Intanto il film su queste elezioni l’hanno già fatto !

Castellammare del Golfo, verso le elezioni amministrative (9): Facciamo il punto

Le ufficializzazioni delle due ultime candidature, Piero Russo e Nicola Coppola, che si vanno ad aggiungere a quelle di Salvatore Fundarò e di Maria Tesè, ed in attesa della candidatura espressione di un M5s, che appare al momento diviso ed incerto intorno alla candidatura di Domenico Barone, rendono sempre più chiaro il quadro dei candidati a Sindaco e degli schieramenti in campo alle amministrative 2013 del 9 e 10 giugno di Castellammare del Golfo.

Annunciata ieri, con un comunicato ufficiale, la candidatura di Piero Russo, già consigliere comunale ed assessore democristiano, poi berlusconiano, ed in ultimo capogruppo del Popolo della Libertà al Consiglio Provinciale, è ormai ufficiale.
A designarlo è stato un tavolo del centrodestra e di forze civiche attorno al quale si sono ritrovati oltre al PDL, la destra di Musumeci, L’UDC che fa riferimento all’On. Turano, il PDS dell’On. Giovanni Lo Sciuto ed esponenti della lista civica Castellammare Si.

Il senatore Antonio D’Alì, che lo sostiene, e in precedenza sostenitore del sindaco uscente Marzio Bresciani, come Piero Russo del resto, dice: “Sono molto lieto che attorno alla figura nota e stimata di Piero Russo, da sempre alfiere del Popolo della Libertà a Castellammare del Golfo, si sia coagulata una tensione politica e programmatica giovane, entusiasta e positiva, come si conviene in una fase di forte rinascita del rapporto tra cittadini e loro rappresentanti. Sono certo che Piero Russo e la sua squadra di assessori e consiglieri sapranno dare ai cittadini di Castellammare del Golfo le risposte importanti per il loro progredire economico e sociale”.

Prevista per domenica l’apertura della campagna elettorale. Bisognerà attendere i prossimi giorni per rendersi conto della forza di quest’area, in relazione alle liste ed al quadro delle candidature che riuscirà a mettere in campo.

In precedenza Nicola Coppola più volte assessore e sindaco democristiano di Castellammare del Golfo negli anni 80′ e 90′ e tra gli artefici del successo del sindaco Marzio Bresciani alle precedente elezioni amministrative aveva annunciato la propria candidatura sancita ufficialmente da un un documento firmato dai rappresentanti delle liste civiche a suo sostegno: Mimmo Bucca, Gaspare Canzoneri, Franco Galante e Salvo Bologna già candidato a sindaco per il Pd alle scorse amministrative.

Nicola Coppola sarà infatti sostenuto da cinque liste civiche: “Lavoro e Sviluppo”, “SiAmo Castellammare” “Udc-Castellammare democratica Unita”, “Turismo Castellammare” e Partito Democratico, una ampia coalizione che dovrebbe raccogliere, fra gli altri, i nove consiglieri comunali uscenti di Fli e Pdl.

Si fa sempre più stretto lo spazio per Maria Tesè e per la sua coalizione costituita dal vivace movimento locale “Cambiamenti” e da “Il Megafono” che fa riferimento al presidente della Regione Rosario Crocetta.

In frantumi un po’ tutti i partiti.

Il Pd, dalla pur limitata consistenza si divide in mille rivoli, in considerazione che anche il quarto candidato il medico Salvatore Fundarò, sostenuto da “Con Noi per Castellammare” e “Volare” vanta una certa vicinanza al Partito Democratico, e che anche “Il Megafono”, che sostiene Maria Tesè, è emanazione del Pd.

Il Pdl vede gran parte del suo ex gruppo consiliare schierato a sostegno di Nicola Coppola invece che a sostegno di Piero Russo.

L’area che un tempo faceva riferimento all’UDC è oggi divisa in tre tronconi a sostegno rispettivamente di Nicola Coppola, Piero Russo e Salvatore Fundarò.

Infine l’ultimo arrivato il Movimento Cinque Stelle, forte di una clamorosa affermazione alle ultime politiche in cui è risultato il primo partito con ben 2.783 voti, si dice abbia smarrito (o gli è stata rubata ?) la schedina e non sembra proprio possa passare all’incasso il 10 giugno.

*** Update

Si dice sia ufficiale che la candidata a Sindaco del M5S sarà Valentina Mattarella.