Liguria, le ultime sugli allenamenti di sollevamento pesi

Anche nelle palestre liguri, dal Levante al Ponente, continuano sempre più serrati gli allenamenti in preparazione del meeting di domenica e lunedì prossimo per l’aggiudicazione della coppa “Presidente della Liguria”.
Qui sono C.Borlante (atleta contromano) e S.Piasciotta che si contenderanno il trofeo, questa volta a fornire i pesi per gli allenamenti sono state le officine GPG le quali hanno certificato oggi C.Borlante in grado di sollevare 52,0 Kg e S.Piasciotta, seppure in leggera ripresa, bloccato sui 48,0 Kg.
Il successo di C.Borlante viene dato per certo dagli spettatori, (si stima non dovrebbero riempire più del 67 % dei posti disponibili della palestra), che hanno avuto modo di assistere agli allenamenti.

Annunci

Piemonte, Lazio, Liguria, Puglia e Campania sollevamento pesi

In Piemonte

Nelle palestre piemontesi continuano nel fine settimana gli allenamenti in preparazione del meeting per l’aggiudicazione della coppa “Governatore del Piemonte” in programma fra poco più di una settimana.
Oggi in allenamento di fronte a circa 1000 spettatori e pesi certificati del tipo NP, M.Bresaola (atleta parigina) ha sollevato 49,1 Kg contro i 48,3 Kg di R.Cotenna suo avversario diretto.

Nel pomeriggio poi l’officina GPG ha stimato che M.Bresaola ha alzato tra i 47,5 e i 48,0 kg, mentre l’avversario R.Cotenna sarebbe stato visto alzare tra i 48,0 e i 48,5 Kg.

Con le prestazioni odierne è evidente che la gara è ancora apertissima ad ogni risultato e che tutto è possibile che accada tra una settimana. In particolare per l’officina TGP, sembra che M.Bressaola soffra l’eccessiva presenza di pubblico e che potrebbe avvantaggiarsi e sollevare di più se il pubblico sugli spalti cominciasse a scendere sotto il 68 – 69 % del totale consentito nella palestra “Piemonte”

Nel Lazio

Anche nel Lazio è prevista l’assegnazione della coppa “Governatore del Lazio”. Qui la vigilia è stata parecchio turbolenta e le tifoserie dei due atleti più favoriti non hanno fatto mancare l’esibizione dei loro striscioni a sostegno.

Manifestazioni di tifosi sono ancora previsti per sabato prossimo a Roma, ma si spera che dopo ci si avvi ad una finale animata da sano spirito sportivo.

Nel frattempo le due atlete più forti E.Bravino (atleta spesso a dieta) e R.Spolverino continuano a manifestare fair play e fanno registrare prestazioni di tutto rispetto, le officine GPG che forniscono i pesi hanno visto R.Spolverino sollevare circa 50 kg e l’avversaria E. Bravino circa 49 kg.
Anche in questo caso sembra che E. Bravino soffra la presenza di un pubblico eccessivo in palestra e se il pubblico dovesse mantenersi sooto il 67 % allora potrebbe sollevare pesi maggiori della sua avversaria. Tuttavia qualche dubbio rimane anche sul peso effettivo dei pesi sollevati da ciascuna atleta, stante la scarsa visibilità in palestra.

In Liguria

Qui sono C.Borlante (atleta contromano) e S.Piasciotta che si contenderanno la “Coppa Ligure” a fine mese, anche qui a fornire i pesi per gli allenamenti sono le officine GPG le quali hanno certificato oggi C.Borlante in grado di sollevare 52,5 Kg e S.Piasciotta fermo a 47,5 Kg.

Non sembra che la struttura fisica di S.Piasciotta gli consenta di potere aspirare a sollevare di più ed il successo di C.Borlante viene dato per certo.

In Puglia

N.Pentola (atleta con orecchino) e R.Parente debbono fare i conti anche con A.Polli Bordoni, una ragazza testarda, che non può certo vincere, ma sulla pedana ha voluto esserci.
Sempre le officine GPG hanno certificato A.Polli Bordoni in grado di sollevare oggi solo 9 kg, al contrario di R.Parente che si è visto sollevare 44 Kg. Il vincitore dovrebbe essere comunque N.Pentola che oggi ha sollevato tra i 46 e i 47 Kg.

In Campania

In Campania S.Caldara (atleta del sole nascente) e V.De Buca sono i soli atleti in grado si contendersi la “Coppa del Presidente”. Le officine GPG hanno constatato che Caldara non ha particolari problemi a solevare 51 kg, mentre il suo diretto concorrente De Buca si ferma a 45 Kg. I giochi sembrano fatti e non pare possibile che per quanti allenamenti possa sostenere De Buca, possa insidiare il primo posto a S.Caldara.

Elezioni regionali 2010 sondaggio DIGIS Sky, Marche, Liguria, Piemonte, Lombardia, Puglia, Campania e Lazio

Sondaggio Politico-Elettorale

Osservatorio Digis SKY Regionali 2010: Marche, Liguria, Piemonte, Lombardia, Puglia, Campania e Lazio

Pubblicato il 12/3/2010. Autore: Digis S.r.l.

Committente/ Acquirente: Digis S.r.l.

Criteri seguiti per la formazione del campione: Campione rappresentativo dell’universo di riferimento per sesso, atà, area geografica, ampiezza comune di residenza e condizione professionale

Metodo di raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche assistite dal sistema C.A.T.I.

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: Totale casi per ciascuna Regione: 1600 – Unovers di riferimento: Popolazione maggiorenne residente nelle Regioni indicate

Data in cui è stato realizzato il sondaggio: Tra il 9/3/2010 ed il 11/3/2010

QUESTIONARIO

QUESITO n.1

Domanda : Voto Presidente Regione Marche.

QUESITO n.2
Domanda : Voto Presidente Regione Liguria.

QUESITO n.3

Domanda : Voto Presidente Regione Piemonte

QUESITO n.4

Domanda : Voto Presidente Regione Lombardia

QUESITO n.5

Domanda : Voto Presidente Regione Puglia

QUESITO n.6

Domanda : Voto Presidente Regione Campania

QUESITO n.7

Domanda : Voto Presidente Regione Lazio

QUESITO n.8

Domanda : Voto nazionale partiti

Liguria elezioni regionali 2010 sondaggio IPSOS Public Affairs

Sondaggio Politico-Elettorale

SONDAGGIO IN VISTA DELLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI IN LIGURIA

Pubblicato il 12/3/2010. Autore: IPSOS Public Affairs

Committente/ Acquirente: Partito Democratico Coordinamento Territor. Genova

Criteri seguiti per la formazione del campione: campione casuale rappresentativo della popolazione pugliese maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, condizione lavorativa e classe di ampiezza del comune di residenza.

Metodo di raccolta delle informazioni: sondaggio di opinione tramite interviste telefoniche (CATI).

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: 2.300 interviste telefoniche mediante sistema CATI (ad degli elettori residenti nella regione Liguria).

Data in cui è stato realizzato il sondaggio:


Liguria elezioni regionali 2010 sondaggio Emg per Il Secolo XIX

Sondaggio Emg: Burlando in vantaggio su Biasotti

La tenuta del Pd e il buon rendimento della Lista Civica “Noi con Claudio Burlando” consentono al candidato presidente del centrosinistra di allungare sullo sfidante Sandro Biasotti. Oltre un punto e mezzo strappato in meno di un mese e la forbice adesso consente al governatore uscente di essere più ottimista: la sua coalizione arriva al 51,8%, contro il 48,2% del centrodestra. Sono 3,6 punti di distacco, un buon margine di vantaggio; e il tutto nonostante la performance dello schieramento biasottiano raggiunga quote mai toccate negli ultimi 10 anni.

Questo dice il sondaggio commissionato dal Secolo XIX all’Osservatorio Emg Ricerche su tutto il territorio ligure. Un sondaggio considerato attendibile anche alla luce della percentuale di indecisi: un 35,7% che sta sotto la percentuale degli astenuti sia delle Europee 2009 (37,6%) sia delle Regionali 2005 (42,2%). Esattamente un mese fa, con i Radicali ancora in campo, Burlando si era fermato al 50% (Crespi Ricerche per il Clandestino, con Biasotti al 48,5%), a inizio marzo (SpinCon per Notapolitica ed Euromedia per Panorama) le distanze erano di fatto rimaste invariate: 49,4% per Burlando, 48,2% per Biasotti. La settimana scorsa la prima evidente scossa, con il centrosinistra che supera il 51% nel sondaggio commissionato dallo stesso Pd (nonostante la contrazione proprio del Pd, 26,8%).

A punire il centrodestra, in base ai dati del sondaggio del Secolo XIX, sono il calo del Pdl (31,2% rispetto al 34,5% delle Europee 2009 e il 36,8% delle Politiche 2008), la contenuta crescita della Lega (10,1% contro il 9,8 dell’anno scorso) e il mancato sfondamento delle altre liste collegate (appena l’1,5%), nonostante il balzo al 4,5% delle “Liste civiche per Biasotti”. Per contro, Burlando fa il pieno con la sua lista civica (4,7%), mentre Pd (30,5%) e Idv (7,1%) restano sui livelli delle ultime Europee (rispettivamente 29,8% e 8,7%). Le cause dell’allungo, quindi, sarebbero due: lo scenario nazionale, con le tensioni che hanno paralizzato il centrodestra nell’ultimo mese, e quello regionale, con Burlando che evidentemente riesce ad attrarre nuovi elettori senza indebolire il Pd.

Ed è stata questa sterzata a limitare i danni portati dalla flessione dell’Udc, che paga l’alleanza a sinistra: il partito di Casini in Liguria, secondo i dati di Emg Ricerche, scende al 3,6% dopo il boom delle Europee (5,0%); nei fatti, però, il partito torna in linea con i risultati raccolti alla Camera nel 2008 (3,8%) e alle Regionali 2005, quando era alleato con il centrodestra (3,3%).

Altro dato: i partiti della sinistra, dopo la clamorosa sconfitta delle Politiche 2008 (tetto del 4% non raggiunto), rialzano la testa. La Federazione Rc-Pdci resta lontanissima dai valori dei primi sei anni del decennio, ma almeno si assesta al 2,8%. Sopra le aspettative anche la Sel di Vendola (2,5%) e gli stessi verdi, seppur su un modesto 0,9%. Sull’altro fronte, invece, non tengono il passo Destra, Nuovo Psi e Gente d’Italia, mentre i Pensionati biasottiani vincono la sfida a distanza con i pensionati burlandiani: 0,9 contro 0,5%.

Resta da chiarire la dispersione dei voti Radicali, che in Liguria avevano raccolto nel 2009 il 2,9%. L’analisi matematica lascerebbe infatti pensare a un’equa distribuzione dei consensi tra i due poli.

da Il Secolo XIX

Liguria elezioni regionali 2010 sondaggio IPR Marketing

Sondaggio Politico-Elettorale

Regionali Liguria 2010: test elettorale

Pubblicato il 10/3/2010. Autore: IPR Marketing

Committente/ Acquirente:
La Repubblica (diffuso sull’edizione di Genova i giorni 6 e 7 marzo 2010)

Criteri seguiti per la formazione del campione: Campione casuale rappresentativo della popolazione maggiorenne residente nel territorio della Regione Liguria. Campionamento stratificato per quote di genere, età, provincia,e ampiezza centro di residenza

Metodo di raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche con questionario strutturato realizzate mediante sistema C.A.T.I. (Computer Assisted Telephone Interview)

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: 1000 Interviste. Universo di riferimento: popolazione maggiorenne residente nella Regione Liguria(Fonte: ISTAT 2008)

Data in cui è stato realizzato il sondaggio: Tra il 02/03/2010 ed il 04/03/2010

QUESTIONARIO

QUESITO n.14

Domanda : Se domani si dovesse votare per eleggere il nuovo Presidente della Regione Liguria, Lei chi voterebbe fra:

QUESITO n.16

Domanda : Se dovesse votare domani per eleggere il nuovo consiglio regionale quale partito voterebbe?

Sondaggio Euromedia Reserch su Piemonte, Liguria, Lazio e Puglia

Sondaggio Politico-Elettorale

VERSO LE REGIONALI

Pubblicato il 5/3/2010. Autore: Euromedia Research (Ghial Media Srl)

Committente/ Acquirente: Panorama. Diffuso e pubblicato da Panorama il giorno 5 marzo 2010 (pag. 82)

Criteri seguiti per la formazione del campione: Le interviste sono state effettuate su un campione stratificato per sesso, età e dislocazione territoriale dei residenti in 4 Regioni che andranno al voto alle prossime elezioni regionali (Piemonte, Liguria, Lazio, Puglia)

Metodo di raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche – metodologia C.A.T.I.

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: 1.000 casi per ciascuna regione; popolazione residente nelle 4 regioni (Piemonte, Liguria, Lazio, Puglia) di 18 anni e oltre, di entrambi i sessi appartenenti a qualsiasi condizione sociale, residenti in famiglie con il telefono (Fonte ISTAT – 2009)

Data in cui è stato realizzato il sondaggio: Tra il 01/03/2010 ed il 02/03/2010

QUESTIONARIO

QUESITO n.1

Domanda : Se ieri si fossero tenute le elezioni per eleggere il Presidente di Regione, Lei a quale dei seguenti candidati avrebbe dato la Sua preferenza? .

Risposta:

REGIONE PIEMONTE Roberto Cota (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 47.7% (MIN 44.6% – MAX 50.8%) Mercedes Bresso (PD+IDV+UDC+altri di centrosinistra): 48.8% (MIN 45.7% – MAX 51.9%) Altri: 3.5% (MIN 2.4% – MAX 4.6%) INDECISI: 21.0%

REGIONE LIGURIA Sandro Biasotti (PDL+Lega Nord+altri di centrodestra): 48.6% (MIN 45.5% – MAX 51.7%) Claudio Burlando: (PD+IDV+UDC+altri di centrosinistra): 51.4% (MIN 48.3% – MAX 54.5%) INDECISI: 20.2%

REGIONE LAZIO Renata Polverini (PDL+UDC+altri di centrodestra): 48.5% (MIN 45.4% – MAX 51.6%) Emma Bonino: (PD+IDV+altri di centrosinistra): 49.2% (MIN 46.1% – MAX 52.3%) Altri: 2.3% (MIN 1.4% – MAX 3.2%) INDECISI: 23.3%

REGIONE PUGLIA Rocco Palese (PDL+altri di centrodestra): 44.0% (MIN 40.9% – MAX 47.1%) Nichi Vendola (PD+IDV+altri di centrosinistra): 46.4% (MIN 43.3% – MAX 49.5%) Adriana Poli Bortone (UDC+Io sud): 8.5% (MIN 6.8% – MAX 10.2%) Altri: 1.1% (MIN 0.5% – MAX 1.7%) INDECISI: 22.9%