Sondaggio per le Elezioni Europee di Crespi Ricerche per Epolis del 21/05/2009

L’ultimo sondaggio di Crespi-Ricerche per EPolis effettuato tra il 18 e il 19 maggio su un campione di 1000 interviste, con metodologia CATI.
Pdl                             40,0 %
Lega                           10,3 %
Udc                               6,0 %
Idv                                7,2 %
Pd                                25,7 %
SeL                                 2,4 %
ReC                                 3,2 %
Autonomia                  3,4 %
Bonino-Pannella        1,3 %
                                 ————–
Totale                          99,5 %

Così come per l’IPSOS di Pagnoncelli si ha spesso la sensazione di una sovrastima di Italia dei Valori e in subordine del Pd, per Crespi Ricerche diradatasi la sensazione di un mese fà di una sovrastima di Sinistra e Libertà ai danni della lista di Rifondazione Comunista + Comunisti Italiani, permane tuttavia la sensazione di una sovrastima per la lista dell’Autonomia Mpa + Destra + Pensionati.

Ma si sà, come dicono quelli di “Demopolis“, i cui dati qui non abbiamo riportato, poichè suscitano anch’essi troppe sensazioni, il voto è “liquido” !

Annunci

Elezioni Europee aggiornamento sondaggio Digis per Sky del 11 maggio 2009

Il sondaggio Digis per Sky Tg24 pubblicato oggi 11 maggio e realizzato tra l’otto ed il dieci maggio 2009, non rileva particolari cambiamenti rispetto alla precedente rilevazione del 4 maggio 2009.

Variazioni superiori o uguali al mezzo punto per: la Lega Nord che passa da un precedente 10,4 % all’attuale 9,5 % e di Rifondazione Comunista+Comunisti Italiani che passa dal 4,0 % precedente al 3,5 % attuale. In diminuzione anche gli “Altri“, dati allo 1,2 % nella precedente rilevazione, si riducono ora al 0,7 %.

Tali più consistenti perdite, e quelle di minore entità, vanno a beneficio di: Radicali, dati allo 1 % (non rilevati precedentemente), Sinistra e Libertà, dal 2,2 % precedente al 3,0 % attuale , ed infine, ma in misura minima, per MPA+La Destra ed Udc.

Le cose più interessanti si registrano, diciamo così, in “zona retrocessione”, quella dei partiti che tentano di realizzare il 4%, e tra i quali man mano che ci si avvicina alla scadenza elettorale scendono le quotazioni di Rifondazione Comunista+Comunisti Italiani e salgono quelle di Sinistra e Libertà e di Mpa+La Destra.

Tuttavia tutte e tre le formazioni dovranno faticare ancora parecchio per portare a casa il risultato.

Sondaggio Politico-Elettorale

Sondaggio Politico-Elettorale

 

Osservatorio SKY Digis – Pubblicato all’interno del TG SKY del 11 maggio 2009 – Pubblicato il 11/5/2009.

Autore: Digis S.r.l.

Committente/ Acquirente: Digis S.r.l.

Criteri seguiti per la formazione del campione: Campione rappresentativo dell’universo di riferimento per sesso, età, area geografica, ampiezza comune di residenza e condizione professionale

Metodo di raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche assistite dal sistema C.A.T.I.

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: Totale casi: 2000 – Universo di riferimento: popolazione italiana maggiorenne

Data in cui è stato realizzato il sondaggio: Tra il 08/05/2009 ed il 10/05/2009
QUESTIONARIO

 
QUESITO n.1

 
Domanda : Se domani si votasse per le elezioni europee, per quale partito voterebbe? .

Alleanza Mpa e La Destra, non c’è trippa per gatti

E’ di oggi l’annuncio dell’alleanza tra l’Mpa di Raffaele Lombardo e La Destra di Storace e Bontempo per le prossime elezioni europee.

Come avevo previsto parlando con degli amici un paio di settimane fa, si sono sbarrate tutte le porte per Raffaele Lombardo e pur di esserci il governatore ha abbozzato e si è piegato ad una alleanza che appare perdente già nel momento in cui viene annunciata.

Rifiutata la proposta di alleanza da parte della Lega Nord, data in crescita sia come consenso che come credibilità nelle sua aree di riferimento e che aveva quindi tutto da perdere nel mescolarsi al movimento autonomista di Lombardo, l’accordo con il Cavaliere non garantiva quel minimo di rappresentanza che Raffaele Lombardo avrebbe preteso per i suoi.

Nella circostanza l’Mpa avrebbe dovuto limitarsi a fare il donatore di sangue per il Pdl, attendendo future e incerte compensazioni.

La scelta di allearsi con ciò che rimaneva di organizzato e con un minimo di consistenza era quindi scelta obbligata.

Obbligata, ma contradditoria ed insufficiente a garantire un benchè minimo risultato.

Storace nell’annunciare l’intesa dice: “In primo piano il valore dell’autonomia” e “Punteremo ad aggregare anche altri soggetti politici ma è superato l’ostacolo del 4%

Ma non è così in quanto non solo la somma dell’ uno per cento su scala nazionale di cui viene accreditato l’Mpa ed il due virgola quattro delle precedenti politiche o il due virgola cinque che qualche sondaggio attribuiva alla destra un mese fa non è sufficiente a raggiungere il quattro per cento, ma in politica spesso anche tre più due non riesce a fare quattro.

E nella circostanza a destra del Pdl credo proprio che non ci sarà trippa per gatti.