Sondaggi politico elettorali di fine anno DIGIS per Sky ed IPSOS per Il Sole24Ore

IPSOS per Il Sole24Ore del 21 dicembre

PDL 27,2%
LEGA NORD 12,4%
LA DESTRA 1,1%
Totale cdx 40,7%

FLI 5,9%
UDC 5,8%
API 1%
MPA 0,4%
Liberaldemocratici 0,1%
Totale centro 13,2%

PD 24,7%
IDV 7,5%
SEL 7,9%
VERDI+PSI 0,3%
Totale Csx 40,8%

FDS 2,4%
M5S 2,5%

Altri 0,4%

Indecisi 19,5%
Non Voto 20,5%

 

Sondaggio Politico-Elettorale

Osservatorio SKY Digis – Pubblicato all’interno del TG SKY del 20 dicembre 2010

Pubblicato il 20/12/2010.
Autore:
Digis S.r.l.

Committente/ Acquirente:
Digis Srl

Criteri seguiti per la formazione del campione:
Campione rappresentativo dell’universo di riferimento per sesso, età, area geografica, ampiezza comune di residenza e condizione professionale

Metodo di raccolta delle informazioni:
Interviste telefoniche assistite dal sistema C.A.T.I.

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento:
Totale casi: 1000 – Universo di riferimento: popolazione italiana maggiorenne

Data in cui è stato realizzato il sondaggio:
Tra il 17/12/2010 ed il 18/12/2010

Annunci

Sondaggi Politici di metà settembre 2010 a confronto

Con la ripresa delle maggiori trasmissioni televisive di approfondimento politico (si fa per dire), quali Porta a Porta e Ballarò, gli istituti demoscopici, incaricati di sondare le intenzioni di voto degli italiani, fanno girare uomini, telefoni e macchine a pieno regime per soddisfare la sempre crescente curiosità degli italiani comuni e degli addetti ai lavori.

Qualora si dovesse tornare alle urne gli italiani chi voterebbero ?

Presentiamo qui una panoramica sintetica degli ultimi rilevamenti realizzati in un arco di tempo che va dal 9 settembre al 13 settembre.

Secondo i dati del Barometro Politico dell’Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis, il PDL di Berlusconi si posizionerebbe oggi al 29%, per Crespi ricerche di Luigi Crespi il Pdl è al 30% nelle intenzioni di voto, al 32% per Euromedia Research di Alessandra Ghisleri, al 30,7% per Ispo di Renato Mannheimer e per Ipsos di Nando Pagnoncelli al 30,7%.

Secondo gli stessi istituti il PD è al 26,5% per Demopolis, per Crespi al 24,6%, per Euromedia Research al 25% e sia per Pagnoncelli che per Mannheimer al 25,7%.

Anche per quanto riguarda la Lega si nota una certa omogeneità di dati. Per Demopolis è data al 13%, al 12,30% per Crespi Ricerche, al 13,20% per Euromedia Research, mentre per L’istituto Ipsos si posiziona al 12,40% e per Ispo al 11,50%.

L’Udc di Pierferdinando Casini è data al 7% da Demopolis, al 6,5% da Crespi, mentre per Euromedia Research è al 5,9% e al 6,4% secondo l’Ispo e Ipsos.

Le maggiori curiosità sono, nel periodo per FL o Futuro e Libertà la neoformazione politica di Gianfranco Fini, la quale è data al 7,5% da Demopolis, al 3,9% da Euromedia Research al 5, 8% da Pagnoncelli, al 6,9% da Crespi e al 7,2% da Mannheimer.

A mostrarsi più ottimisti quando si parla di Idv sono Euromedia Research e Ipsos al 7,9% per entrambi, mentre Crespi e Mannheimer lo danno rispettivamente al 6,5% e al 6,4% e al 6% Demopolis.

SEL, del governatore della Puglia Nichi Vendola viene rilevato da Demopolis al 4,5%, al al 4% da Crespi e al 5,1% da Pagnoncelli.

A seguire le tavole di sintesi di Demopolis, ISPO S.R.L. e IPSOS Public Affairs.


Liguria elezioni regionali 2010 sondaggio IPSOS Public Affairs

Sondaggio Politico-Elettorale

SONDAGGIO IN VISTA DELLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI IN LIGURIA

Pubblicato il 12/3/2010. Autore: IPSOS Public Affairs

Committente/ Acquirente: Partito Democratico Coordinamento Territor. Genova

Criteri seguiti per la formazione del campione: campione casuale rappresentativo della popolazione pugliese maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, condizione lavorativa e classe di ampiezza del comune di residenza.

Metodo di raccolta delle informazioni: sondaggio di opinione tramite interviste telefoniche (CATI).

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: 2.300 interviste telefoniche mediante sistema CATI (ad degli elettori residenti nella regione Liguria).

Data in cui è stato realizzato il sondaggio:


La Bonino piace ai cattolici: l’ha detto la Reuters

Regionali, Ipsos: caos liste nel Lazio costa tre punti a Pdl

giovedì 11 marzo 2010 09:40

ROMA (Reuters) – Il caos liste nel Lazio costa alla candidata presidente del Pdl Renata Polverini tre punti. Secondo un sondaggio Ipsos-Sole 24 ore, infatti, con l’esclusione della lista del Pdl a Roma il vantaggio di Emma Bonino, la leader radicale sostenuta da Pd e Idv, sale da 2 a 5 punti percentuali.

Considerando la lista del Pdl, il sondaggio Ipsos dà alla Bonino il 50,5% contro il 48,5% della Polverini. Ma il distacco sale a cinque punti, 52% a 47% senza la lista.

L’assenza della lista del Pdl, spiega Roberto D’Alimonte sul Sole, produrrebbe la crescita di tutte le altre liste della coalizione che appoggia la Polverini (la lista personale della candidata, Udc, Destra di Storace) ma anche una dose di astensioni che molto probabilmente farebbero la differenza in favore della Bonino.

Dal sondaggio emerge anche che la candidata radicale gode tra l’elettorato dei cattolici “impegnati” e “assidui” un giudizio più positivo di quello che danno alla Polverini. Tra i praticanti assidui il 37% dice di votare per la Bonino e il 30% per la Polverini.

da REUTERS ITALIA

Puglia elezioni regionali 2010 sondaggio IPSOS Public Affairs

Sondaggio Politico-Elettorale

SONDAGGIO IN VISTA DELLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI IN PUGLIA

Pubblicato il 9/3/2010.
Autore: IPSOS Public Affairs

Committente/ Acquirente: Il Sole 24 ore. risultati diffusi su: Il Sole 24 ore del 9 marzo 2010.

Criteri seguiti per la formazione del campione: campione casuale rappresentativo della popolazione pugliese maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, condizione lavorativa e classe di ampiezza del comune di residenza.

Metodo di raccolta delle informazioni: sondaggio di opinione tramite interviste telefoniche (CATI).

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: 1.000 interviste telefoniche mediante sistema CATI (ad degli elettori residenti nella regione Puglia).

Data in cui è stato realizzato il sondaggio: Tra il 05/03/2010 ed il 05/03/2010

QUESTIONARIO

QUESITO n.1

Domanda : intenzione di voto ai candidati: stima.

Sondaggio per le Elezioni Europee IPSOS di Pagnoncelli per Ballarò del 19/05/2009

Ieri sera Nando Pagnoncelli ha dato i suoi numeri per Ballarò per l’ultima volta in occasione di queste Europee 2009, prima che scatti il blackout elettorale.

Pdl                                   39,6 %
Lega                                  9,8 %
Udc                                    6,3 %
Idv                                     9,2 %
Pd                                     26,9 %
SeL                                     2,6 %
ReC                                     3,4 %

————–
Totale 97,8 %

Tutto il resto quindi, dall’Autonomia, a Bonino-Pannella, agli “Altri” stà per Pagnoncelli dentro un 2,2 %.

Come al solito non si contestano come già la volta scorsa i dati comunicati, quanto quelli non comunicati.

Vorrei sapere di più di quel 2,2 % !

Elezioni Europee, il sondaggio IPSOS per Ballarò del 05/05/2009

L’unico motivo per cui pubblico questo sondaggio IPSOS è la data della rilevazione, il 05/05/2009,  successivo quindi al “ciclone Veronica“.

Il sondaggio relativamente al PdL conferma una pressochè totale irrilevanza delle dichiarazioni di Veronica Lario sul marito e sulle sue vere o presunte disinvolture di comportamento sull’opinione pubblica italiana.

Il dato di un PdL intorno al 40,0% è di conferma alle precedenti rilevazioni di un pò tutti gli istituti i quali hanno attribuito nelle scorse settimane al PdL tra il 37,5 % e il 43,0 % .

Il massimo dell’effetto, delle dichiarazioni della Lario, è stato di frenare la fase espansiva del PdL legata alla ulteriore crescita di consenso di Silvio Berlusconi, in relazione alla gestione della crisi sismica in Abruzzo.

Per il resto il sondaggio IMHO risente della fretta, il campione è piuttosto limitato e stressato dal numero spropositato di quesiti a cui era chiamato a rispondere, e gli stessi intervistatori, date le esigenze di pubblicazione, è probabile che non siano andati tanto per il sottile, cose tutte queste che purtroppo spesso caratterizzazno i sondaggi IPSOS per Ballarò.

Da notare che nella copia pubblicata sul sito del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, da cui ho preso i dati, mancano i dati relativi alla lista Autonomia (Mpa + La Destra)  e della lista Bonino-Pannella, oltre chè il dato residuale relativo agli “Altri”.

La somma dei dati pubblicati, dà una percentuale del 97,3 % e quindi un “Altri” pari al 2,7 %.

Considerato che  alla lista Autonomia (Mpa + La Destra)  gli altri sondaggi attribuiscono tra il 2,8 % e il 3,8 % , e alla lista Bonino-Pannella 1,0 % e alle residue liste genericamente definite “Altritra l’1,0 % e l’ 1,2 % all’appello mancano come minimo, tra i 2 e i 3 punti percentuale.

Sondaggio Politico-Elettorale

Sondaggio Politico-Elettorale

Autore:
IPSOS Public Affairs

Committente/ Acquirente:
RAI – Radio Televisione Italiana S.p.A, risultati diffusi nella trasmissione televisiva Ballarò del 5 maggio 2009.

Criteri seguiti per la formazione del campione:
campione casuale rappresentativo dell’universo di riferimento; campionamento per quote di genere, età, livello di scolarità, area geografica di residenza, dimensione del comune di residenza.

Metodo di raccolta delle informazioni:
sondaggio di opinione tramite interviste telefoniche (CATI)

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento:
800 interviste. Popolazione residente in Italia, di 18 anni ed oltre, di entrambi i sessi, appartenenti a qualsiasi condizione sociale, residenti in famiglie con telefono (fonte: annuario ISTAT 2008). 

Data in cui è stato realizzato il sondaggio:
Tra il 05/05/2009 ed il 05/05/2009