Non tira un’aria buona per la “Gianfranco Miccichè & Company”

Dopo la “deblache” alle europee di Cimino & C. (sommata a quella di Raffaele Lombardo, tagliato fuori dall’assegnazione dei seggi dallo sbarramento al 4%), altre tegole piovono sulla testa di Micchichè e i suoi, prima fra tutte la deputata regionale marsalese Giulia Adamo, che dopo avere detto addio alla speranza di essere nominata assessore nel dopo elezioni europee, ora vede il suo candidato a sindaco della città di Mazara del Vallo sonoramente battuto al primo turno da Emanuele Cristaldi nelle elezioni per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale di Mazara del Vallo.

Si andrà al ballottaggio con Nicola Cristaldi che parte dal 39,35 % ottenuto al primo turno e sfiderà la candidata di un insolito mix di centro-centro-sinistra, la farmacista Vinnuccia Di Giovanni che ha ottenuto il 28,94 % al primo turno.

I voti da recuperare da parte dei due sfidanti saranno quelli dei candidati eliminati al primo turno Toni Scilla (26,90 %)Giuseppe Marino (4,81 %).
Se si considera che sia Nicola Cristaldi, deputato nazionale del Pdl,  che Toni Scilla deputato regionale del Pdl, pescavano nel bacino di centro-destra e che la sfidante Vinnuccia Di Giovanni, in parte ha già anch’essa pescato nel bacino di centro-destra si comprende facilmente quale può essere l’esito del ballottaggio del 21 giugno.

Annunci