Bresciani è “fallimentare”

Si “fallimentare” è il termine usato, da chi ne ha fatto parte, per definire l’amministrazione comunale di Castellammare del Golfo degli ultimi tre anni. Per intenderci l’amministrazione “Bresciani uno” uscita dalle urne in maniera plebiscitaria nel giugno del 2008.

“Il gruppo consiliare di Futuro e Libertà per l’Italia ha ripetutamente cercato un dialogo con il sindaco Marzio Bresciani, ma ha avuto come risposta un rimpasto in giunta unilaterale e arrogante invece di un auspicabile governo di salute pubblica in grado di dare una sterzata alla finora fallimentare amministrazione comunale di Castellammare del Golfo” ed ancora “D’ora in avanti il gruppo di Fli interromperà qualsiasi sostegno aprioristico all’attuale amministrazione comunale ed anzi lavorerà in direzione di un’alternativa che finalmente sia in grado di governare bene Castellammare del Golfo” è quanto affermato ieri dall’Onorevole Livio Marrocco massimo esponente locale di Fli in conferenza stampa.

Ma perchè quanti dichiarano oggi il fallimento dell’esperienza Bresciani, non andrebbero considerati a loro volta parte del fallimento sul piano politico e delle realizzazioni e quindi anche essi parte del problema castellammarese?

Ed ancora, ma siamo certi che quel popolo che in maniera entusiasta e travolgente di ogni dubbio e perplessità ha determinato l’affermarsi della maggioranza che per tre anni ha governato questo paese possa oggi, come si fa nei bar, nei circoli e nelle sacrestie, tirarsi fuori sul piano della responsabilità civile, prima ancora che politica ?

Se davvero è Bresciani il “nemico del popolo”, forse sarà il caso di cominciare a distinguersi in questa cittadina del qualunquismo deteriore circolante cominciando ad assumersi le proprie responsabilità, ed inziare ad identificarsi magari con le spillette e gli adesivi con la scritta “Io non ho votato Bresciani”.

Io lo potrei anche fare, ma tra voi ci stanno 6.062 elettori che non lo possono fare … onestamente, anche in questo caso nel senso dell’onestà intellettuale e politica.

Annunci

Eeetciii … salute !

questa la nota Italpress sulla crisi politica castellammarese ufficialmente apertasi con l’azzeramento della giunta amministrativa comunale:

“Un governo di salute pubblica“: a sollecitarlo per Castellammare del Golfo é il gruppo consiliare di Futuro e Libertá per l’Italia in risposta alla richiesta del sindaco Marzio Bresciani di un coinvolgimento diretto del partito nell’amministrazione. A darne notizia é Antonio Mercadante (portavoce locale di Fli e vice presidente del consiglio comunale), sottolineando che “Castellammare deve uscire da questo fermo amministrativo che la vede isolata da tutto e da tutti. Dopo l’inevitabile azzeramento della giunta ora il sindaco deve dare inizio ad un nuovo governo di ‘salute pubblicá che veda le forze politiche presenti sul territorio sbracciarsi e dare una mano alla nostra cittadina prima che si arrivi al tracollo definitivo”.

Sondaggi politico elettorali di fine anno DIGIS per Sky ed IPSOS per Il Sole24Ore

IPSOS per Il Sole24Ore del 21 dicembre

PDL 27,2%
LEGA NORD 12,4%
LA DESTRA 1,1%
Totale cdx 40,7%

FLI 5,9%
UDC 5,8%
API 1%
MPA 0,4%
Liberaldemocratici 0,1%
Totale centro 13,2%

PD 24,7%
IDV 7,5%
SEL 7,9%
VERDI+PSI 0,3%
Totale Csx 40,8%

FDS 2,4%
M5S 2,5%

Altri 0,4%

Indecisi 19,5%
Non Voto 20,5%

 

Sondaggio Politico-Elettorale

Osservatorio SKY Digis – Pubblicato all’interno del TG SKY del 20 dicembre 2010

Pubblicato il 20/12/2010.
Autore:
Digis S.r.l.

Committente/ Acquirente:
Digis Srl

Criteri seguiti per la formazione del campione:
Campione rappresentativo dell’universo di riferimento per sesso, età, area geografica, ampiezza comune di residenza e condizione professionale

Metodo di raccolta delle informazioni:
Interviste telefoniche assistite dal sistema C.A.T.I.

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento:
Totale casi: 1000 – Universo di riferimento: popolazione italiana maggiorenne

Data in cui è stato realizzato il sondaggio:
Tra il 17/12/2010 ed il 18/12/2010

Woow ! Castellammare del Golfo detiene il record siciliano dei futuristi libertari !

Al Comune di Castellammare del Golfo è stato costituito il gruppo consiliare di “Futuro e Libertà per l’Italia”.

È composto da sette consiglieri comunali, il gruppo di Futuro e libertà più numeroso della Sicilia.

Il nuovo gruppo è stato presentato questa mattina all’Hotel Cetarium di Castellammare del Golfo.

Ne fanno parte i due consiglieri del Pdl Vincenzo Palazzolo e Giuseppe Cruciata, i quattro eletti nel 2008 nella lista civica Futuro e Sviluppo, Girolamo Genna, Sebastiano Cusenza, Antonio Mercadante e Piero Colomba, e Simone Scaraglino, che proviene dal gruppo Sicilia.

All’incontro ha preso parte l’onorevole Livio Marrocco, capogruppo all’Ars e coordinatore provinciale a Trapani di “Futuro e Libertà”, che ha ricordato come il gruppo appena costituito a Castellammare del Golfo sia quello più numeroso finora costituito in Sicilia,  e annunciato la formazione di altri gruppi nei Comuni del Trapanese.

Il gruppo di Futuro e Libertà al Consiglio comunale di Castellamare del Golfo sarà guidato da Sebastiano Cusenza, mentre Vincenzo Palazzolo è stato chiamato a rivestire la carica di vicecapogruppo.

di Mario Torrente

da Telesud

Si informano gli elettori castellammaresi che i consiglieri comunali …

nel 2008, (quando li avete eletti), per la maggior parte scherzavano o non si erano chiariti le idee circa il loro pensiero politico !

Per orientarvi, per fortuna, viene in vostro soccorso il portavoce del Sindaco ad informarvi  che:

Nuovo assetto nel consiglio comunale di Castellammare del Golfo.

La maggioranza continua ad essere composta da 15 consiglieri ma cambiano le appartenenze politiche. E’ nato, infatti, in seno al consiglio comunale, il gruppo Futuro e Libertà per l’Italia che fa riferimento al leader Gianfranco Fini ed a livello regionale al capogruppo all’ARS,  Livio Marrocco.

A “Fli” aderiscono il presidente del consiglio comunale Giuseppe Cruciata e Vincenzo Palazzolo che lasciano il Popolo della libertà. Confluiscono totalmente in Futuro e Libertà i 4 consiglieri eletti  nella lista di maggioranza “Lavoro e Sviluppo”: Sebastiano Cusenza (capogruppo) Girolamo Genna, Antonio Mercadante (vicepresidente del consiglio comunale) e Piero Colomba. Nel Pdl, a Giuseppe Di Legami e Domenico Bucca, si aggiunge Paola Ciaravino, eletta nella lista “Bresciani sindaco”.

Lascia invece il Pdl, e si dichiara indipendente, il consigliere Alessandra D’Aguanno.  Rimangono nella lista di elezione, “Castellammare democratica unita”, i consiglieri Santo Mattarella e Maurizio Paradiso. Così come non si registrano novità tra gli esponenti del Pdl Sicilia: Daniela Blunda, Simone Scaraglino e Lorena Di Gregorio.

Uno spostamento anche tra i banchi dell’opposizione: Ivano Motisi aderisce al Pid e lascia il gruppo Udc, condiviso con Vito Bonventre.

Rimangono al loro posto i consiglieri del Partito Democratico, Salvatore Galante e Giovanni Portuesi, così come Giuseppe Norfo di Alleanza per la Sicilia che forma il gruppo misto con Bonventre (Udc) Motisi (Pid) e D’Aguanno (indipendente).