Dai Cota, di più …

«La Bresso ha isolato il Piemonte, ma noi sapremo sfruttare tutte le occasioni per non essere né subalterni né isolati, a incominciare da Tav e centrali nucleari»: il giorno dopo la vittoria al fotofinish in Piemonte, di misura, ma storica per la Lega, Roberto Cota è a Roma a fare il capogruppo del Carroccio.

Cota contro la Ru486 in Piemonte “Per me può restare nei magazzini”. Il neopresidente del Piemonte non ha nascosto di pensarla in modo ”completamente diverso” dall’ex presidente Mercedes Bresso. ‘Sono per la difesa della vita – ha detto Cota – e penso che la pillola abortiva debba essere somministrata quanto meno in regime di ricovero’. ‘E’ il primo esempio di parola non mantenuta’, replica il ginecologo Silvio Viale.

Roma – Il neogovernatore del Piemonte Roberto Cota, intervenendo alla trasmissione “Porta a porta”, ha anticipato che revocherà il patrocinio alla prossima edizione del Gay pride torinese concesso dall’ex presidente Mercedes Bresso. “Dovrò revocare il patrocincio al Gay pride” ha ripetuto più volte l’esponente leghista al termine della puntata.

E gli amici di Grillo godono … come bestie !

Annunci

Elezioni Regionali 2010, Lazio 50% sezioni scrutinate

Quando sono state scrutinate più della metà delle sezioni nel Lazio ad essere in testa è Emma Bonino e in Piemonte dove ancora non è stato raggiunto il traguardo della metà delle sezioni scrutinate è R. Cota ad essere in testa.

La prima conduce dopo lo scrutinio di 2.670 sezioni su 5.266 con il 50,09 % contro il 49,35 % della sua avversaria Renata Polverini, il secondo conduce dopo lo scrutinio di 2.287 sezioni su 4.835 con il 47,52 % contro il 47,12 % della suo avversaria di centrosinistra M.Bresso.

Meno di un punto (0,74) separa Emma Bonino da Renata Polverini a metà scrutinio e la tendenza è ad un progressivo avvicinamento.

Elezioni Regionali 2010, Piemonte e Lazio, infuria la battaglia

Dopo un andamento dello scrutinio favorevole a Mercedes Bresso, circa mezzora fa Roberto Cota candidato della Lega per il centro destra alla poltrona di governatore del Piemonte è passato in vantaggio con il 47,89 % contro il 47,01 della sua avversaria, quando sono state scrutinate 1.386 su 4.835 sezioni

Resiste maggiormente Emma Bonino nel Lazio agli assalti di Roberta Polverini e quando sono state scrutinate 1.630 su 5.266 sezioni è ancora avanti con il 50,31 %, contro il 49,09 della sua avversaria.

Elezioni Regionali 2010, il punto alle 19,00

A quattro ore dalla chiusura dei seggi nell’anno di grazia 2010, e dopo avere votato per due giorni, come nemmeno nei paesi del terzo e quarto mondo è più d’uso, non è ancora possibile stabilire chi sarà il prossimo o la prossima governatrice del Piemonte e del Lazio.

Al momento risultano scrutinate in Piemonte 914 sezioni su 4.835, le quali vedono Mercedes Bresso, candidata del cemtrosinistra, al 48,09, ed il suo avversario, Roberto Cota, al 46,99, nel Lazio sono state scrutinate 1.013 sezioni su 5.266 ed è in testa Emma Bonino candidata del centrosinistra con il 50,52 % contro il 48,93 %della candidata di centrodestra Renata Polverini

E’ un giudizio politico ?

(ASCA) – Torino, 23 mar – Tra le battute del premier Silvio Berlusconi nel suo intervento di questa sera al Lingotto di Torino per la manifestazione di sostegno alla candidatura di Roberto Cota, anche una frase particolarmente aspra nei confonti della presidente uscente del Piemonte, Mercedes Bresso: ”Al mattino si guarda allo specchio e cosa vede? Vede la Bresso e si e’ gia’ rovinata la giornata”.

Regionali sondaggio IPSOS – IlSole24ore per il Piemonte

I dati del sondaggio Ipsos-Sole 24 in Piemonte confermano il vantaggio, seppure di stretta misura di Mercedes Bresso, la presidente uscente su Roberto Cota, il capogruppo della Lega Nord alla Camera dei deputati. Sulla base delle intenzioni di voto nel voto ai candidati governatori la Bresso sopravanza Cota di meno di un punto percentuale, 49,4 % contro 48,5 %. Nel voto alle liste di partito il rapporto si inverte. Qui, secondo la stima Ipsos, è la coalizione che sostiene Cota ad essere davanti con il 49,3 % dei voti contro il 48,4 % di quella che sostiene la Bresso.

Nel complesso le coalizioni sono stabili intorno ai voti delle europee del 2009. All’interno delle coalizioni invece si registra una ulteriore avanzata della Lega Nord a spese del Pdl nello schieramento di centrodestra e il decremento dei voti per Lista Di Pietro ed Udc in favore delle liste civiche e del Pd.

Sondaggio Piepoli per il Piemonte: Bresso in vantaggio

Mercedes Bresso al 49,5 % continua a mantenere la distanza su Roberto Cota, fermo al 47 %.
Gli altri due candidati, Davide Bono per gli Amici di Grillo e Renzo Rabellino per il Terzo Polo, chiudono la classifica con il 2 e l’1,5% delle preferenze.
Le due coalizioni sono in perfetta parità: 48,5% il totale del centrodestra; 48,5% quello del centrosinistra.
E’ la situazione fotografata dal sondaggio eseguito dall’Istituto Piepoli per La Stampa, su un campione di 800 piemontesi dal primo al 3 marzo.

In termini di candidati Bresso si conferma più brillante di Cota sia come profilo di immagine che come fiducia riposta in lei da parte degli elettori piemontesi, la partita resta aperta ma vede Mercedes Bresso favorita alla vittoria finale.

Il Pdl scende al 29,5% (era al 31%), mentre la Lega Nord resta stabile al 16%. L’insieme delle varie liste che sostengono Cota, in aggiunta a La Destra, alzano l’asticella di un punto: dal 2 al 3%.

Sul fronte opposto, chi paga pegno è il Pd: dal 29,5% del precedente sondaggio al 26,5%. L’Udc, recupera dal 4 al 5%.
L’Italia dei valori migliora la sua performance passando dal 6,5 al 7%.
La lista Insieme per Bresso passa dal 2 al 2,5%.
Sinistra, Ecologia e Libertà racimola un punto e passa dall’1 al 2%.
Rifondazione-Comunisti Italiani passano dall’1,5 al 2%.
Le altre liste che sostengono Bresso valgono complessivamente il 3,5%.
Alla voce «altri partiti» il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo con il terzo Polo guidato da Renzo Rabellino al 3%.