Sergio Cofferati, o del falegname con la moglie scollata

Su Sergio Cofferati e sulla opportunità di candidarlo per il Pd alle prossime Elezioni per il rinnovo del parlamento europeo quale capolista nella circoscrizone del Nord-Ovest, si era discusso ampiamente su blog, e giornali, e in trasmissioni televisive oltrechè naturalmente nelle sedi di partito.

A confermare la validità delle perplessità manifestate in quelle sedi, giunge ora la notizia dello stesso Cofferati condannato per comportamento antisindacale nella veste di presidente del Teatro Comunale di Bologna, (in quanto sindaco, non ricandidato, della città), e nei confronti dei dipendenti dello stesso teatro.

Certo che, vista la precedente professione dello stesso Cofferati (Segretario Generale della CGIL , il maggiore sindacato dei lavoratori italiano) è proprio il caso di dire che siamo di fronte al classico colmo del falegname con la moglie scollata.