Gli appuntamenti dell’estate 2011 nel Golfo di Castellammare e dintorni

1ª settimana di agostoConcerti

1° agosto lunedì – Cinisi per “Scruscio” Note di Sicilia, spettacoli & incontri, concerto di Roy Paci ed Aretuska
1° agosto lunedì – Castellammare del Golfo – Tempo di quaresima, cilicio ed autoflagellazione

4 agosto giovedì – Calatafimi Segesta concerto di Vinicio Capossela “Marinai, profeti e balene” al teatro antico di Segesta ore 21,30
4 agotso giovedì – Castellammare del Golfo – Tempo di quaresima, cilicio ed autoflagellazione

5 agosto venerdì – Calatafimi Segesta concerto dei “Tinturia“, Piazza Nicolò Mazzara ore 22,30
5 agosto venerdì – Castellammare del Golfo – Tempo di quaresima, cilicio ed autoflagellazione

6 agosto sabato – Alcamo MarinaPiccola Orchestra Malarazza in concerto Piazzale Battigia ore 21,00

6 agosto sabato – PartinicoRoberto Vecchioni in concerto in Piazza Duomo – Sarà Roberto Vecchioni, uno dei grandi cantautori italiani, vincitore dell’edizione 2011 di Sanremo con “Chiamami ancora amore”, il protagonista dei festeggiamenti del 150° anniversario dell’incoronazione di Maria Santissima del Ponte di Partinico. L’artista, farà la sua unica tappa siciliana in Piazza Duomo a Partinico il prossimo 6 agosto. Un evento di grande spessore culturale voluto dal tenace Arciprete Monsignor Salvatore Salvia, che stamani, insieme al sindaco Salvo Lo Biundo e all’assessore al turismo Bartolo Parrino, al Palazzo dei Carmelitani ha illustrato il programma dei festeggiamenti.

6 agosto sabato – San Vito lo Capo – Concerto di Jarabe de Palo al Summer Music Festival – Jarabe de Palo sarà il grande protagonista del Summer Music Festival, sulla suggestiva spiaggia di San Vito Lo Capo. La star spagnola riproporrà i successi che l’hanno reso celebre in tutto il mondo, da ‘La Flaca’ a ‘Depende’, da ‘Bonito’ a ‘Agua’ e i brani del nuovo lavoro tra cui il singolo ‘La quiero a morir’, contenuto nell’ultimo album di inediti ‘Y ahora que hacemos?’ cantato nella versione italiana con Francesco Renga.

6 agosto sabato – Castellammare del Golfo – Tempo di quaresima, cilicio ed autoflagellazione … che ne avete da scontare di peccati !

Annunci

Castellammare del Golfo è tra i Comuni a vocazione turistica del PO FESR 2007/2013

Con il decreto assessorale n. 38/Gab. del 28 agosto 2010, dell’ ASSESSORATO AL TURISMO, ALLO SPORT E ALLO SPETTACOLO della Regione Sicilia è’ stato approvato il Piano Settoriale che costituisce lo strumento di programmazione per l’individuazione delle località a vocazione turistica (individuazione cio’è dei territori che hanno acquisito un riconosciuto “livello di turisticità”), e riferibile a tutte le linee di intervento del PO FESR 2007 – 2013 di competenza dell’Assessorato al Turismo.
In particolare il piano ha un’importanza fondamentale ai fini dell’utilizzo e della destinazione dei fondi dell’Asse 3 del PO FESR 2007/2013, “Valorizzazione delle identità culturali e delle risorse paesaggistico-ambientali per l’attrattività turistica e lo sviluppo” e dell’Obiettivo Specifico 3.3. relativo alle misure volte a: “Rafforzare la competitività del sistema turistico siciliano attraverso l’ampliamento, la riqualificazione e la diversificazione dell’offerta turistica ed il potenziamento di investimenti produttivi delle filiere turistiche“.

Le località inserite nel Piano sono:

Agrigento, Sciacca, Licata, Menfi, Lampedusa e Linosa, Siculiana, Porto Empedocle, Cattolica Eraclea, Aragona (provincia di Agrigento);

Caltanissetta, Gela, Mussomeli, Mazzarino, Butera (provincia di Caltanissetta);

Catania, Acireale, Caltagirone, Adrano, Paterno’, Bronte, Riposto, Nicolosi, Linguaglossa, Zafferana Etnea, Castiglione di Sicilia, Randazzo, Aci Castello (provincia di Catania);

Enna, Piazza Armerina, Aidone (provincia di Enna);

Milazzo, Patti, Sant’Agata di Militello, Capo d’Orlando, Taormina, Lipari, Giardini Naxos, Santa Teresa Riva, Gioiosa Marea, Brolo, Santo Stefano di Camastra, Santa Marina Salina, Leni, Malfa, Sant’Alessio Siculo, Letojanni, Forza D’Agro’, Piraino, Motta Camastra, Savoca, Alcara li Fusi, Roccalumera, Torrenova, Tripi (provincia di Messina).

Palermo, Bagheria, Monreale, Termini Imerese, Cefalu’, Terrasini, Castelbuono, Balestrate, Petralia Soprana, Ustica, Piana degli Albanesi, Collesano, Castellana Sicula, Campofelice di Roccella, Cinisi, Capaci (provincia di Palermo);

Ragusa, Ispica, Vittoria, Modica, Pozzallo. Santa Croce Camarina, Scicli (provincia di Ragusa);
Siracusa, Noto, Avola, Palazzo Acreide, Sortino, Augusta, Solarino, Canicattini Bagni (provincia di Siracusa);

Trapani, Marsala, Mazara del Vallo, Erice, Castellamare del Golfo, Campobello di Mazara,Calatafimi Segesta, Pantelleria, Favignana, San Vito Lo Capo, Custonaci, Salemi, Gibellina, Castelvetrano (provincia di Trapani).

Civati in viaggio sulle orme di Garibaldi

Pippo Civati è in viaggio, un viaggio dal nord al sud, dal basso verso l’alto, come dice lui, sulle vie dell’Unità d’Italia nel tentativo di reinventare la politica dei giorni a venire.
Forse nemmeno ne avrei parlato, poi la lettura di questo articolo di cui vi riporto solo un brano mi ha convinto a comunicarvi che, se volete, il 22 agosto potrete incontrarlo a Calatafimi Segesta ed il 23 a Mazara e Marsala. Perchè saranno passati 150 anni ma rimane il fatto che … “Qui si fa l’Italia o si muore !”

È soprattutto un problema di simboli. E di immaginario. Lo scrive Massimiliano Panarari in un libro che andrebbe distribuito a tutti i democratici sparsi per il Paese. «Mi pare ci siano due temi fondamentali, e non più aggirabili», mi dice Massimiliano. «Sono temi della sinistra, fanno parte del suo dna». Massimiliano è chiaro: «Prima di tutto, la partecipazione, il bisogno di riportare a intervenire e a dire la propria i nostri concittadini e le nostre concittadine e, in particolare, le giovani generazioni che la gerontocrazia e i tratti da Antico regime di questo nostro Paese tengono fuori dai processi e, soprattutto, dalle sedi decisionali». E già basterebbe. Ma poi Massimiliano rincara la dose: «La cultura nella nostra epoca, postmoderna e liquida, si intreccia strettissimamente con l’immaginario, con la dimensione simbolica, della conoscenza e delle mentalità. Uno dei (tanti) problemi che ci troviamo a dovere affrontare consiste proprio nel fatto che l’immaginario di moltissimi italiani, purtroppo, è stato occupato in modo “militare” da un’egemonia sottoculturale che li induce ad abbracciare in modo quasi inconsapevole la visione di una brutta destra egoista, socialmente darwiniana e insofferente alle regole della convivenza civile».

È il campo di gioco che è già concepito a immagine e somiglianza della destra. E noi fatichiamo: «Fare politica nei nostri tempi significa proprio generare culture e immaginari nuovi, e in linea con le nostre idealità».

Prendete i giovani, ad esempio. Nel Risorgimento erano tutti ventenni. I trentenni erano già leader di una certa esperienza. E noi siamo qui a parlare non dei giovani elettori, ma dei giovani dirigenti del Pd. Come se il problema fosse questo. E i giovani-non-dirigenti non si sa come coinvolgerli, lo ripetiamo in ogni riunione, a ogni convegno. E allora andiamo a Torino. Pensando ai moti del 1821, al «mobilitiamoci» di casa nostra e, magari, al Move On che ha aperto la strada ai democratici americani.

Per convincere i giovani, bisognerebbe unire il giorno e la notte. I sogni e la realtà. Nell’epoca della classe creativa tutto ciò ha un significato anche economico.

*** – il grassetto è mio

Questo non si fà, quello non si può

Il canile ? Non si fà !

Comunicato trasmesso oggi dalla portavoce del Sindaco di Castellammare del Golfo Marzio Bresciani

Il sindaco Marzio Bresciani interviene sulla realizzazione di un canile consortile:
«Alcamo ha bloccato l’iter per la progettazione».

In riferimento alle recenti affermazioni del vicesindaco di Alcamo, Massimo Fundarò, che sul progetto di realizzazione di un canile tra i Comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi – Segesta, ha dichiarato che “tale progetto è ancora al palo”, il sindaco Marzio Bresciani precisa quanto segue: «Il progetto è al momento fermo poiché il Comune di Alcamo non ha dato seguito alla convenzione approvata dal nostro consiglio comunale con un emendamento, condiviso da questa amministrazione, che dava pari dignità ai tre Comuni che hanno stilato il protocollo d’intesa per la realizzazione del canile. La convenzione, infatti, inzialmente prevedeva che il soggetto responsabile dell’appalto, della gestione, del bilancio, e di tutte le attività riguardanti il canile, fosse il sindaco di Alcamo. Gli altri due Comuni, cioè il mio e quello di Calatafimi- Segesta, territorio in cui il canile doveva essere realizzato in un terreno confiscato alla mafia, non avrebbero avuto alcuna voce in capitolo. Il nostro interesse è quello di realizzare velocemente il canile e con l’approvazione della convenzione emendata, il soggetto responsabile del canile era diventato il “Comitato dei Sindaci”, con una partecipazione equa di tutti e tre i Comuni interessati. Ma il sindaco di Alcamo forse non ha gradito il trattamento paritetico previsto nella convenzione emendata, bloccando l’iter per la progettazione del canile».

La balneazione ? Non si può !

Comunicato trasmesso oggi dalla portavoce del Sindaco di Castellammare del Golfo Marzio Bresciani

Balneazione vietata nella riserva dello Zingaro.
Il sindaco Marzio Bresciani: «Chiediamo la revoca del provvedimento e l’adozione solo nelle zone a rischio»

Il sindaco di Castellammare del Golfo, Marzio Bresciani, esprime “profonda preoccupazione” per l’ordinanza della Capitaneria di Porto che vieta l’accesso alle spiagge della riserva naturale orientata dello Zingaro ( da Cala Mazzo di Sciacca a Tonnarella dell’Uzzo), per il rischio di frane e smottamenti. «La vigilanza sull’insorgere di situazioni di rischio idrogeologico adottando le necessarie azioni di tutela è certamente necessaria, ma mi stranizza che il provvedimento di interdizione alla balneazione venga adottato il 3 agosto, dunque nel pieno della stagione estiva, creando un gravissimo danno economico al territorio, quando migliaia di turisti hanno già raggiunto l’ingresso principale della riserva, quello sud di Scopello, che insiste nel territorio di Castellammare del Golfo. Auspichiamo –conclude il sindaco Marzio Bresciani- che il provvedimento, già definito precauzionale e temporaneo, dopo l’accertamento delle zone ad effettivo rischio idrogeologico, venga velocemente revocato e adottato solo per le zone dove c’è rischio per la sicurezza dei visitatori».

e qui l’ordinanza

Castellammare del Golfo, Consiglio Comunale l’otto aprile

E’ stato convocato per l’otto aprile il Consiglio Comunale di Castellammare del Golfo.
Diciannove i punti all’ordine del giorno. Tra i più rilevanti il subentro in Consiglio Comunale al posto del Professore Sebastiano Cruciata del Pd del primo dei non eletti della medesima lista, Professor Giovanni Portuesi a seguito di sentenza del TAR Sicilia che lo ha riconosciuto come legittimo titolare della carica di consigliere comunale.
Numerose le interpellanze da esaminare a firma di Ivano Motisi, Vito Bonventre su temi di rilievo della vita amministrativa cittadina.
A seguire alcuni ordini del giorno e l’approvazione di alcuni debiti fuori bilancio a seguito di sentenze del Tribunale di Trapani sezione Lavoro e per concludere l’approvazione della convenzione per la realizzazione del canile consortile e il piano di miglioramento dei servizi di Polizia Municipale.

“Il Consiglio Comunale è convocato per il giorno 8 del mese di Aprile alle ore 11,00 ed in prosecuzione nei giorni 15 e 16 Aprile alle ore 18,00 presso i locali del Palazzo Municipale, Aula Consiliare, in seduta ordinaria, per la trattazione dei seguenti punti all’O.d.G.:

1  . Nomina scrutinatori e lettura ed approvazione dei verbali delle sedute precedenti
2  . Comunicazioni del Presidente e
3  . Insediamento e giuramento del nuovo C.C. Sig. Portuesi Giovanni in esecuzione di sentenza del TAR Sicilia n ° 53/09 del 27/03/2009;
4  . Esame, ai sensi della L.R. 24/06/1986, n. 31 e della L.R. 21/09/1990, n. 36, delle condizioni di eleggibilità e di candidabilità, secondo l’ art. 58 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267, per la convalida dell’ eletto, nonché delle condizioni da cui scaturisce la sospensione di diritto dalla carica secondo l’ art.5 9 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267.
5  . Esame situazioni di incompatibilità ai sensi della L.R. 24/06/1986, n. 31 , ed eventuale inizio della procedura disciplinata dall’ art. 14 della L.R. 24/06/1986, n. 31;
6  . Interpellanza del Cons. Motisi Ivano, pervenuta in data 05/03/2009 prot. n° 0007265 del 06/03/09 avente per oggetto: “Erogazione idrica”;
7  . Interpellanza del Cons. Motisi Ivano, pervenuta in data 05/03/2009 prot. n° 0007266 del 06/03/09 avente per oggetto: “Aggiornamento incidenza oneri di urbanizzazione”;
8  . Interpellanza del Cons. Bonventre Vito, pervenuta in data 04/03/2009 prot. n° 0007455 del 09/03/09 avente per oggetto: “Accesso e funzionalità uffici Comunali”
9  . Interpellanza del Cons. Bonventre Vito, pervenuta in data 09/03/2009 prot. n° 0008193 del 11/03/09 avente per oggetto: “Affidamento incarichi esterni settore urbanistico”;
10 . Interpellanza del gruppo consiliare “Indipendenti – U.D.C.”pervenuta in data 16/03/2009 prot. n° 0008842 del 17/03/09 avente per oggetto: “Redazione del Piano Generale del Traffico”;
11 . Interpellanza del Cons. Motisi Ivano, pervenuta in data 16/03/2009 prot. n° 0008843 del 17/03/09 avente per oggetto: “Piano triennale delle OO.PP.”;
12 . Interpellanza del Cons. Motisi Ivano, pervenuta in data 16/03/2009 prot. n° 0008843 del 17/03/09 avente per oggetto: “Referendum consultivo Plesso Buccellato”;
13 . O.d.G. – proposta dal Cons. Bonventre Vito – avente ad oggetto “Dimissioni dell’ Assessore ai Lavori Pubblici”;
14 . Approvazione O.d.G. sulla grave crisi che sta attraversando il settore dell’ estrazione del marmo nella nostra provincia;
15 . Approvazione O.d.G. – proposta dal gruppo consiliare Popolo della Libertà – avente ad oggetto “Sicurezza nel Golfo di Castellammare”;
16 . Riconoscimento legittimità debito fuori bilancio derivante da sentenza n° 636/08 del Tribunale di Trapani sez. lavoro a seguito di Decreto ingiuntivo n° 58/07  del Dipendente Ponzio Francesco, a titolo di compensi per lavoro straordinario svolto negli anni 2003/2004;.
17 . Riconoscimento legittimità debito fuori bilancio derivante da sentenza n° 493/08 del Tribunale di Trapani sez. lavoro a seguito di risarcimento danni alla dipendente Di Felice Vincenza;
18 . Approvazione della convenzione comunale per la progettazione, esecuzione e gestione di un rifugio per cani sovracomunale da realizzarsi nel territorio di Calatafimi Segesta, contrada Lagani, fra i Comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi Segesta, ai sensi dell’ art. 30 del D.lgs 267/2000;
19 . Piano miglioramento dei servizi di Polizia Municipale.”

I lavori consiliari verranno preceduti giorno 8 aprile 2009 alle ore 10 da una conferenza stampa, organizzata dall’Amm.ne Comunale per festeggiare il nostro Concittadino Emanuele Di Gregorio che nello scorso Campionato Europeo Indoor ha conquistato la medaglia di bronzo.