Al Comune di Salemi sventolerà anche la bandiera del Tibet

Sul Palazzo Comunale di Salemi sventolerà la bandiera del Tibet.  Sarà issata dal sindaco Vittorio Sgarbi e dall’assessore ai Diritti Umani, Oliviero Toscani, per denunciare le repressioni della Cina.

Nei giorni scorsi la giunta comunale guidata dal critico d’arte ha approvato l’adesione all’associazioneComuni, province e regioni per il Tibet“, decidendo di esporre la bandiera tibetana all’interno del Municipio fino a quando il Governo della Repubblica Popolare di Cina e quello tibetano in esilio non avranno concordato uno status di piena autonomia per il Tibet all’interno dei confini cinesi.

La giunta comunale ha inoltre invitato il sindaco a trasmettere la delibera al Presidente del Consiglio dei Ministri, ai Presidenti delle Camere, ai Presidenti delle Regioni e dei Consigli regionali, al Presidente e al Primo Ministro della Repubblica Popolare di Cina, al Dalai Lama, al Governo e al Parlamento tibetano in esilio, al Presidente del Parlamento Europeo, al Segretario Generale delle Nazioni Unite e all’Associazione di Comuni, Province e Regioni per il Tibet.

Intanto l’assessore comunale al Nulla, Graziano Cecchini, pochi giorni fa è entrato clandestinamente in Birmania dal nord della Thailandia, assieme ad una missione di pace e di volontariato dichiarando: “Sono qui in Birmania come cittadino, come artista, come volontario ma anche come rappresentante del Comune di Salemi e in questa veste cercherò di raccogliere testimonianze documentali sulle violenze del regime militare“.

Annunci