“Professionisti dell’antimafia”: Marina Marino

Su Siciliainformazioni la prima parte di una interessante intervista di Salvatore Parlagreco a Marina Marino “professionista dell’antimafia”, questo l’incipit:

Caccamo, Bagheria, Misilmeri, Villabate, Roccamena, Castellammare del Golfo, Campobello di Mazara. E non finisce qui. La proposta di un tour operator nella Sicilia che non avete mai visto? No, è il viaggio compiuto in dieci anni da una urbanista siciliana, Marina Marino, nei comuni sciolti per infiltrazioni mafiose. Un viaggio nella zona grigia, dove vive e vegeta il mitico terzo livello, comandano i colletti bianchi e amministrano anche i contigui, i collusi, i furbastri, quelli che non stanno né da una parte né dall’altra e permettono alle cosche di mafia e del malaffare di prosperare all’ombra delle istituzioni. Una discesa negli inferi, full immersion, che ha fatto di una donna colta, tenace e competente una professionista dell’antimafia, stavolta nell’accezione migliore dell’espressione.

Marina Marino è stata la consulente e il braccio operativo delle commissioni straordinarie che hanno sostituito sindaco, giunta e consigli comunali nei comuni siciliani sciolti per mafia per decreto del Consiglio dei Ministro. Urbanista, originaria di Gela, laureata a Venezia, ha affrontato, faccia a faccia con gli amici degli amici, le questioni edilizie ed urbanistiche delle amministrazioni “infiltrate”, operando nel settore che più di ogni altro le mafie controllano, perché è grazie alla pianificazione del territorio, a un colpo di penna su un foglio di carta, una concessione edilizia che i colletti bianchi fanno la fortuna delle cosche. E’ nell’urbanistica e nell’edilizia che le mafie riciclano i soldi guadagnati illegalmente, investono ottenendo facili profitti, distribuiscono favori, tengono “sotto scopa” la comunità, facendo la fortuna o la sfortuna di amici e nemici.

tutta l’intervista qui

Gente sveglia … a Bagheria !

Si certo Bagheria è la città di Renato Guttuso, di Peppuccio Tornatore, di Ignazio Buttitta,  di Ferdinando Scianna, e prima ancora  di quel matto del principe di Palagonia, Francesco Ferdinando Gravina e Bonanni costruttore di Villa Palagonia.

A Bagheria il genio scorre a fiumi, ma forse non bisogna necessariamente essere geni per immaginare di organizzare queste cose:

Bagheria
“La notte olimpica” per seguire la maratona della compaesana Anna Incerti

BAGHERIA (PALERMO) – Per seguire la maratona di Anna Incerti, Bagheria, città natale dell’atleta, sta organizzando ad Aspra “La notte olimpica”. La maratoneta, che gareggerà a Pechino il 16 agosto all’1.30, è stata ricevuta questa mattina dal sindaco di Bagheria, Biagio Sciortino. “La notte olimpica” sarà condita da spettacoli, un talk show sportivo e la degustazione di prodotti tipici, in attesa dell’inizio della gara. Anna Incerti partirà per Pechino mercoledì prossimo assieme a tutta la delegazione italiana. “È un grande onore per Bagheria essere presenti alle Olimpiadi di Pechino – dice Sciortino – grazie ad Anna ed al suo allenatore”.

Via La Sicilia