Quelli che … IL PLAS 2011 – Cecilia Viganò (Cevi) in “Improvvisazione per segno e corpo”

Cecilia Viganò(Cevì), nasce nel 1982 a Carate Brianza.
Ha studiato al Liceo Artistico Sperimentale Preziosissimo Sangue di Monza e ha frequentato il Corso di Pittura all’ Accademia di Belle Arti di Brera.
Dopo le esperienze giovanili e di formazione più di recente ha cominciato ad esporre individualmente. Nel 2010 con “Se (mi) trattieni”, a cura di Federica Boràgina allo Studio Apeiron di Macherio.
Ha partecipato quindi nel 2011 alle mostre collettive:
SAEMInARIA – sogninterra | festival d’arte contemporanea a cura di Marianna Fazzi, Isabella Indolfi, Giulia Magliozzi a Maranola (LT) con Hatem Akrout, Giovanni Albanese, Ivan Barlafante, Carlo De Meo, Christian Ghisellini, Giacomo Lion, Marco Morici, Ignazio Mortellaro, Serena Piccinini, Nick Rivera, Pablo Rubio, Daniele Spanò, Cecilia Viganò
METTI UNA SERA IN BARONA evento conclusivo del workshop MILANO E OLTRE, creatività giovanile verso nuove ecologie urbane, a cura di Connecting Cultures e Claudia Losi, Quartiere Barona, Milano (Italy) con Valeria Codara, Giulio Crosara, Marta Griso, Barbara Rossi, Giulia Soldavini, Clio Squadroni, Giulia Ticozzi, Cecilia Viganò, Angela Zurlo.
IL CIRCO SENZA ANIMALI mostra internazionale di illustrazione, a cura di Giorgia Atzeni
Sala delle Volte _ Spazio Exmà Cagliari (Italy)

Ha realizzato live painting su lavagna luminosa per:
“Giulietta e Romeo”, regia di Paolo Valerio, Fondazione Atlantide Teatro stabile di Verona
“Dizionario della polvere”, di Alessandro Bertolini, regia di Paolo Valerio, Fondazione Atlantide Teatro stabile di Verona

Collabora come fotografa e illustratrice al progetto “Il Cucchiaino di Alice”, un food blog dedicato allo svezzamento del bambino (www.ilcucchiainodialice.it)
Settembre 2007- Agosto 2008

Realizza ed espone i Pupi ( pupazzi emozionali .pezzi unici. cuciti e dipinti a mano, realizzati con tessuti di recupero), collaborando con diverse realtà artistiche e negozi.

Un’artista completa che si esprime con il disegno, la fiber art, le installazioni, la pittura, il video e la fotografia. Una ricercatrice eclettica e sperimentale che indaga su tematiche quali: la memoria, la malinconia, l’assenza, il distacco, il corpo, la casa, il viaggio.

“Improvvisazione per segno e corpo” con il corpo della danzatrice Dara Siligato ed il segno di Cevi, ore 22,00 del 9 settembre Live Performance in Piazza Re Federico di Castellammare del Golfo

sito internet cevicrea.it

A Castellammare Del Golfo sarà di nuovo PLAS il 9 e 10 settembre

Ridotto da 3 a 2 giorni (9 e 10 settembre), per ragioni di budget, torna per il 5° anno consecutivo, a Castellammare del Golfo, il PLAS
Cambierà anche la location della kermesse, che sarà quella della città cinquecentesca e del borgo del Castello, la parte antica del paese, la città murata ed il borgo del “caricatore” stretto tra due lembi di mare, piazze, ponti, stradine e scalinate, per un PLAS “Cinematografico”.

Il PLAS è organizzato da Zep Studio e Proloco, in collaborazione con l’associazione CICI, patrocinato dal comune di Castellammmare del Golfo e con il contributo della Banca Don Rizzo.

Porta ideale della manifestazione sarà il “Ponte della porta” già porta d’ingresso dalla campagna alla città murata rinascimentale.

Qui fino agli annni 50′ del secolo scorso un arco sovrastato da costruzioni immetteva al ponte e, attraversato questo, nella Via Puccini, già via dell’orologio in ragione della meridiana (orologio solare) che sovrastava l’arco.
Ora grazie al PLAS nella via Puccini imponenti installazioni proveranno a stupire i visitatori.

A Piazza Madrice invece sarà collocato il palco musicale, su cui si alterneranno eccellenti band Nazionali e Internazionali.

Piazza Re Federico, (l’ex Piazza d’armi) sarà l’Agorà naturale della manifestazione, nella quale gli artisti si esibiranno in performace che uniranno il cinema alla musica, all’arte ed alla danza.

Infine in piazza Castello, un mega schermo cinematografico e un elegante Platea ospiteranno le proiezioni del “CICI film festival” facente parte del progetto Gi.a.c.s. finanziato nell’ambito dell’ Accordo di Programma Quadro (APQ) Giovani protagonisti di sé e del territorio (Azioni 1,2 e 4), e sostenuto da Regione Sicilia – Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro – e Ministero della Gioventù, e gestito da Arcidonna, associazione Cici e comune di Salemi.

Quest’anno infatti sarà il cinema a far da padrone.

Dal 5 Settembre Castellammare ospiterà 10 giovani registi che esplorando il territorio realizzeranno i loro cortometraggi.

I 10 registi si confronteranno per aggiudicarsi il 2° premio “Gi.a.c.s.” del “CICI film festival” ospitato all’interno della manifestazione.

Di elevatissimo valore la giuria del concorso, che sarà presieduta da Enzo G. Castellari, tra i migliori registi italiani di film d’azione, (ha diretto film cult come: “La polizia incrimina, La legge assolve”, “Il cittadino si ribella”, “Keome”, “Il Grande racket”, e “Quel maledetto treno blindato”). Faranno inoltre parte della giuria Philippe Giangreco autore e sceneggiatore francese, (tra i suoi lavori più celebri “Il Missionario” (2009), regia di Roger De Lattre), Eduardo Rumolo, produttore, socio fondatore della Rossellini Film, e Laura Aprati giornalista, autrice televisiva, e produttrice di documentari tra cui Malitalia “storie di mafiosi eroi e cacciatori”.

Non mancherà l’ttenzione alle stradine, scalinate e ponti dell’agglomerato. La sorpresa sarà sempre dietro l’angolo con insolite proiezioni, angoli musicali e performace, che tenteranno di stupire i visitatori.

Una manifestazione tutta da scoprire, che nonostante il minor budget a disposizione tenterà di mantenere alta la qualità dell’offerta, così come accaduto negli anni precedenti.

Nei prossimi giorni forniremo ulteriori notizie e novità.

Quanti volessero sapere cosa è stato il PLAS negli anni precedenti possono saperlo visitando questa pagina