A Salemi, a Salemi !

Venerdì 19 novembre a Salemi alle ore 10,00 nei saloni del Castello Normanno Svevo avrà luogo un convegno avente per tema: “Il cittadino, un cliente esigente. Applicazioni del marketing nella Pubblica Amministrazione” promosso dal Club Dirigenti di Markentig.

Ricordando l’antico detto che recita: “Il cliente ha sempre ragione !” gli organizzatori hanno chiamato a relazionare dei veri esperti in materia:
Vittorio Sgarbi su “Il rapporto con i cittadini”,
Salvatore Li Muti, Presidente del “Club Dirigenti di Marketing” su “La soddisfazione dei cittadini sull’ operato dell’Amministrazione comunale”,
Marzio Bresciani, sindaco di Castellammare del Golfo su “Come soddisfare i cittadini”,
Davide Durante, Presidente di Confindustria Trapani su “I Rapporti tra le aziende e la Pubblica Amministrazione”.

Gli organizzatori si premurano (bontà loro) di far sapere che:”il cittadino è un cliente esigente da soddisfare e pertanto è sempre meglio conoscerne le aspettative e il grado di soddisfazione”.

Sempre nei saloni del castello, nella stessa giornata ma in serata alle 21,00, (non occorrerà nemmeno trasferirsi per come si dice “armi e bagagli” perchè si starà già sul posto), i partecipanti ed i relatori della mattinata si potranno reincontrare per assistere ad un altro convegno dal titolo “Massoneria in Italia: scandali, pregiudizi e nobili aspirazioni”.

Tra i relatori l’ex Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, il professore Giuliano Di Bernardo, l’inviato speciale del Corriere della Sera Carlo Vulpio e naturalmente il sindaco Vittorio Sgarbi.

Nel corso del convegno sarà presentato il libro di Giuliano Di Bernardo “La conoscenza umana. Dalla fisica alla sociologia alla religione” edito da Marsilio, nelle librerie da pochi giorni.

La tesi dell’autore è che la specie umana sta rischiando l’estinzione in quanto la ragione, portata al culmine della sua potenza, non saprebbe più governare le sue creazioni (la scienza, la tecnica, l’arte, l’etica e la religione). L’evoluzione avrebbe favorito la ragione ma non la saggezza necessaria per limitarla e amministrarla. La ragione, che sarebbe stata l’artefice delle grandi civiltà umane, ora inconsapevolmente starebbe operando per distruggerle.
La proposta dell’autore, al riguardo, è di affidarsi ad un Tiranno illuminato (vi ricorda qualcosa ?) perchè si determini il necessario equilibrio tra la ragione e la saggezza e si eviti l’estinzione della specie umana.

Il convegno sarà preceduto dalla apertura della mostra di Patrick Ysebaert, a un mese dalla sua scomparsa, dal titolo “Dettagli di Cosa Nostra” già presentata lo scorso maggio in occasione dell’ inaugurazione del Museo della Mafia, e che ha fatto conoscere l’arte di questo straordinario pittore in Italia.

Annunci

Salemi e quei beni sequestrati che non si riesce ad utilizzare

Sgarbi revoca concessione terreni confiscati

15/11/2010

SALEMI – I beni assegnati non sono mai stati utilizzati

Il sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi ha revocato l’assegnazione all’Aias e all’associazione “Fraternità della Misericordia” di Alcamo e Castellammare del Golfo dei terreni confiscati al boss mafioso Salvatore Miceli.

Si tratta di un fondo rustico su cui sorge un fabbricato rurale che avrebbero dovuto essere utilizzati per la realizzazione di un centro di riabilitazione fisica – da parte dell’Aias – e di un’azienda agricola da parte della “Fraternità della Misericordia”.

Le due associazioni non hanno mai utilizzato i beni assegnati senza fornire motivazioni a tal proposito.

La vicenda dell’assegnazione dei terreni confiscati a Miceli parte nel 2007 quando erano stati assegnati dal Comune di Salemi alla Fondazione “San Vito Onlus” senza che poi si procedesse alla effettiva consegna.

Nel 2008 era subentrata l’associazione “Slow Food”, ma anche in questo caso non si era proceduto alla consegna.

Adesso è intenzione del Comune di promuovere la costituzione di una cooperativa agricola a cui affidare la gestione dei terreni.

da Trapani OK

Sondaggi elettorali ottobre 2010 – GPG, Crespi Ricerche ed Euromedia

L’accelerarsi della crisi del centro-destra e l’approssimarsi della caduta del governo Berlusconi, rendono quanto mai interessante le rilevazioni demoscopiche sulle intenzioni di voto degli italiani.
A confronto tre rilevazioni effettuate sul finire del mese appena trascorso.

Questo è il sondaggio GPG del mese di ottobre.

INTENZIONI DI VOTO

– partito: percentuale (variazione) [nord – zone rosse – centrosud]

– LA DESTRA – FIAMMA TRIC.: 1,5% (+0,2%) [1,0% – 1,3% – 2,1%]
– LEGA NORD: 12,3% (-0,5%) [25,7% – 9,9% – 0,3%]
– POPOLO DELLA LIBERTA’: 27,8% (-0,8%) [25,3% – 23,3% – 32,3%]
– ALTRI CDX (UDEUR, NPSI, ADC, UV, PSdA, Pens., Romani, Miccichè etc): 1,8% (+0,9%) [0,2% – 0,0% – 4,0%]
– FUTURO E LIBERTA’ PER L’ITALIA: 5,6% (+0,4%) [4,0% – 5,3% – 7,3%]
– MPA / IO SUD: 1,3% (+0,1%) [0,0% – 0,0% – 3,1%]
– UNIONE DI CENTRO: 5,3% (-0,5%) [4,0% – 4,1% – 7,0%]
– ALLEANZA PER L’ITALIA: 0,8% (INV) [0,6% – 0,4% – 1,3%]
– PARTITO DEMOCRATICO: 24,0% (-1,1%) [21,5% – 35,9% – 21,2%]
– RADICALI: 0,7% (+0,1%) [1,0% – 0,5% – 0,6%]
– ITALIA DEI VALORI: 6,1% (-0,4%) [5,4% – 5,6% – 7,0%]
– SOCIALISTI: 0,9% (+0,3%) [0,6% – 0,8% – 1,2%]
– VERDI: 0,6% (+0,1%) [0,8% – 0,5% – 0,5%]
– SIN. ECO. LIB.: 5,1% (+0,7%) [3,0% – 4,6% – 7,5%]
– FEDERAZIONE DELLE SINISTRE (RC, PDCI): 1,9% (-0,1%) [1,5% – 2,8% – 1,9%]
– MOV. 5 STELLE: 3,4% (+0,6%) [3,7% – 5,2% – 2,2%]
– ALTRI: 0,9% (INV) [1,8% – 0,0% – 0,5%]

– affluenza: 77% (+1%) [79% – 80% – 73%]

SCHIERAMENTI

– CDX B&B(LD, LN, PDL): 43,4% (-0,3%) [345 – 144]
– CDX Casini e Fini(UDC, FEL, MPA, API): 13,0% (+0,1%) [70 – 31]
– CSX (PD, Rad, IDV, Soc., Ver., SEL, FDS): 39,3% (-0,4%) [211 – 137]
– MOV. 5 STELLE: 3,4% (+0,6%) [0 – 0]
– ALTRI: 0,9% (INV) [4 – 3]

Il CDX di Bossi e Berlusconi vince alla Camera ma non ha la maggioranza al Senato e non potrà prescindere dal CDX di Casini e Fini.

da Scenari Politici

Affaritaliani.it ha pubblicato l’ultimo sondaggio (24-25 ottobre) realizzato da Euromedia Research, istituto di fiducia del presidente del Consiglio.

Per questo istituto il Popolo della Libertà si attesta tra il 29 e il 31 per cento, stabile il dato della Lega Nord che rimane tra il 12 e il 14%.
La Destra è tra l’1 e il 3%.
Totale della coalizione di Centrodestra 42 – 48%.

Il Partito Democratico è dato fermo tra il 24 e il 26%.
L’Italia dei Valori si colloca tra il 6 e l’8%.
Sinistra Ecologia Libertà di Nichi Vendola è in rialzo tra il 4 e il 6%.
Totale del Centrosinistra 34 – 40%.

L’Udc si attesta tra il 5,5 e il 7,5% ed è stabile con piccole oscillazioni all’interno di questa forchetta.
Futuro e Libertà per l’Italia di Gianfranco Fini è in leggera crescita tra il 2,5 e il 4,5%.
Totale della nuova, ipotetica, coalizione di centro-destra tra 8 e il 12%.

La Federazione della Sinistra (Rifondazione e Comunisti Italiani) e al 2 – 3%.
Exploit del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo che si colloca tra il 2,5 e il 3,5%. La lista Bonino – Pannella è tra l’1,5 e il 2,5%.
Gli altri sono intorno al 2%.

Il sondaggio è stato realizzato tra domenica 24 e lunedì 25 ottobre su un campione di 1.000 casi rappresentativi della popolazione italiana con diritto di voto. Metodologia C.A.T.I.

 

Sondaggio Politico-Elettorale di CRESPI PRICERCHE

OSSERVATORIO POLITICO – pubblicato il 27 ottobre 2010 su Generazione Italia

Pubblicato il 28/10/2010. Autore: CRESPI RICERCHE

Committente/ Acquirente: Generazione Italia

Criteri seguiti per la formazione del campione: Sondaggio telefonico a livello nazionale

Metodo di raccolta delle informazioni: Interviste telefoniche condotte con metodologia C.A.T.I

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento: 1000 interviste

Data in cui è stato realizzato il sondaggio: Tra il 22/10/2010 ed il 25/10/2010

QUESTIONARIO – QUESITO

Domanda : Se ieri si fossero tenute le elezioni politiche lei per quale partito avrebbe votato?….. .

Risposta: Pdl 27,8%; Lega Nord 13,5%; La Destra 2,6%; UDC 6,0%; Futuro e Libertà 7,4%; MPA 1,1%; PD 25,0%; Idv 5,0%; Sinistra Ecologia e Libertà 4,5%; Rifondazione Comunista+Comunisti I. 1,2%; Lista Pannella Bonino 1,0%; Movimento 5Stelle 2,5%

Vittorio Sgarbi getta la spugna ?

Sfiduciato dal Consiglio Comunale di Salemi che non ha riconosciuto come «debiti fuori bilancio» le spese effettuate per portare a Salemi capolavori di Caravaggio, Rubens e Guercino, nonché quelle del «Festival del Cinema Religioso», iniziative che hanno portato a Salemi migliaia di visitatori e hanno suscitato l’interesse della stampa nazionale e internazionale, Vittorio Sgarbi sindaco dal 2008 della cittadina del Belice medita di gettare la spugna.

L’eco del contrastato rapporto tra Sgarbi e una parte del consiglio comunale è arrivata fino a Teano, in Campania, dove martedì il sindaco è stato il protagonista della cerimonia di rievocazione dello storico incontro tra Garibaldi e Vittorio Emanuele II.
Accolto, oltre che dalle autorità locali, dalle numerose scolaresche, Sgarbi si è pubblicamente scusato «per non essere presente con il gonfalone e una rappresentanza istituzionale», e questo perché, con «scellerate determinazioni una parte del consiglio comunale ha tagliato soldi al settore della cultura e della promozione turistica»

Vittorio Sgarbi osserva: «Darò incarico ai legali di impugnare le delibere di bocciatura del Consiglio comunale e di procedere, comunque, in tutte le sedi perché non vi è alcuna motivazione logica, di buon senso, men che meno tecnica e di merito, ma solo politica. Di una politica devastante perché non sa costruire ma demolisce» Sgarbi aggiunge: «Sostenere, come hanno fatto alcuni consiglieri comunali, che portare a Salemi capolavori dell’arte quali Caravaggio e Rubens, far parlare della città sui giornali di tutto il mondo, aprire un Museo della Mafia che in soli 3 mesi ha raccolto 13 mila euro di incassi, non sarebbe un “arricchimento per l’ente”, è semplicemente vergognoso. Forse è meglio lasciare e andare a fare il sindaco altrove.
In tutta Italia ci invidiano per quello che abbiamo fatto a Salemi»

Castellammare del Golfo Consiglio Comunale il 25, 26 e 27 Ottobre 2010

Il Consiglio Comunale di Castellammare del Golfo è convocato nei giorni 25, 26 e 27 Ottobre, alle ore 18,30, (Palazzo Municipale, Aula Consiliare), in seduta pubblica ordinaria.

ORDINE DEL GIORNO

1. Nomina scrutatori e lettura ed approvazione verbale seduta precedente;
2. Comunicazioni del Presidente;
3. Interpellanza del cons. Bonventre Vito, prot. n° 30218 del 14/09/2010, avente per oggetto: Provvedimenti e direttive finalizzati alla semplificazione dell’iter procedurale connesso all’istruttoria e al rilascio dei titoli abilitativi dell’attività edilizia;
4. Interpellanza del cons. Bonventre Vito, prot. n° 30219 del 14/09/2010, avente per oggetto:
Piano urbano del traffico;
5. Interpellanza del cons. Bonventre Vito, prot. n° 31189 del 21/09/2010, avente per oggetto:
adeguamento strutturale e abbattimento barriere architettoniche istituto comprensivo ” G. Pitrè”- interventi di adeguamento a norma per la messa in sicurezza dell’edificio e l’abbattimento delle barriere architettoniche- ( corpo palestra).
6. Interpellanza del cons. Bonventre Vito, prot. n° 31191 del 21/09/2010, avente per oggetto:
Sviluppi rete gas metano, adeguamento e completamento della rete di distribuzione della rete del gas metano nel territorio comunale.
7. Proposta deliberativa di C.C. n° 83 del 29/07/2010, avente per oggetto: Approvazione degli artt. 8 e 9, modificati ed integrati, del vigente regolamento comunale per l’affidamento dei lavori mediante cottimi- appalto.
8. Proposta deliberativa di C.C. n° 85 del 06/09/2010, avente per oggetto: Presa d’atto rettifica art. 95 comma 6° del regolamento comunale per i servizi funebri e del cimitero, approvato con delibera di C.C. n° 34 del 30/03/2010.
9. Proposta deliberativa di C.C. n° 117 del 13/10/2010 avente per oggetto: Costituzione commissione speciale ” Porto di Castellammare”.
10. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 63 del 15/06/2010, relativa a riconoscimento debito fuori bilancio di € 3.744,00 a favore della Ditta CO.GE.BO. s.r.l., a seguito sentenza n° 3476/10 emessa dal T.A.R. Sicilia di Palermo.
11. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 81 del 14/07/2010, relativa a riconoscimento debito fuori bilancio di € 2.808,00 a favore delle Sig.re Sabella R. e Sabella S. a seguito della Sentenza n° 69 del Tribunale di Trapani.
12. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 87 del 10/09/2010, relativa a riconoscimento debito fuori bilancio di €52.430,58 relativa al contenzioso tra il comune di Castellammare del Golfo e la ditta Gioia Dina e Cais Caterina espropriazione per P.U. ” Realizzazione lavori giuoco polivalente nel campo G. Matranga”;
13. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 88 del 10/09/2010, relativa a riconoscimento debito fuori bilancio di € 53.094,87 relativa al contenzioso tra il comune di Castellammare del Golfo e la ditta Sangiorgio Anna Maria espropriazione per P.U. ” Realizzazione lavori giuoco polivalente nel campo G. Matranga”;
14. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 89 del 15/09/2010, relativa a riconoscimento debito fuori bilancio di € 991,56 a favore Avv. G. Gerbino a seguito sentenza n° 111/2010 emessa dal Giudice di pace di Castellammare del Golfo
15. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 90 del 15/09/2010, relativa a riconoscimento debito fuori bilancio di € 8.730,94 a favore Avv. G. Gerbino a seguito ordinanza del procedimento R.G. n° 164/08 emessa dal Tribunale di Trapani Sezione di Alcamo;
16. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 91 del 15/09/2010, relativa a riconoscimento debito fuori bilancio di € 1488,37 a favore Avv. G. Gerbino a seguito atto di precetto derivante dall’ ordinanza n° 165/08, emessa dal Tribunale di Trapani Sezione di Alcamo;
17. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 92 del 15/09/2010, relativa a riconoscimento debito fuori bilancio € 1580,04 a favore Avv. G. Gerbino a seguito atto di precetto derivante dall’ ordinanza n° 83/08, emessa dal Tribunale di Trapani Sezione di Alcamo.
18. Proposta deliberativa di C.C. n° 111 del 01/10/2010, avente per oggetto: Approvazione schema di convenzione urbanistica per piani di lottizzazione nelle zone territoriali omogenee ” D” destinate agli insediamenti produttivi.
19. Proposta deliberativa di C.C. n° 84 del 04/08/2010, avente per oggetto: Approvazione piano di lottizzazione convenzionato in zona ” C3.3″ del nuovo P.R.G. in c/da Fraginesi. F. 36 p.lle 814,815 ( in parte ),816,817,818 e 819. Ditta Zangara Francesco.
20. Proposta deliberativa di C.C. n° 86 del 09/09/2010, avente per oggetto: Approvazione piano di lottizzazione denominato IL BAGLIO, in in zona ” C3.3″ del nuovo P.R.G. in c/da Fraginesi. F.38 p.lle 504,505,284,276 e 288.Ditta Pilara Giovanni e società Tecnoteam s.r.l. Amministratore Pilara Giovanni.
21. Proposta deliberativa n° 109 del 23/09/2010 avente ad argomento ” Approvazione piano di lottizzazione in zona C3.3 del nuovo PRG c/da Sonatore – Fraginesi, F. 34 part.lle 774-776-778 e F. 27 p.lle. 547-552. Ditta Soc. SOMIN GROUP s.r.l. Amm.re Lo Verde Francesca e Prosa Giuseppa.
22. Proposta deliberativa n° 110 del 23/09/2010 avente ad argomento ” Approvazione piano di lottizzazione in zona C3.3 del nuovo PRG c/da Sonatore – Fraginesi, F 34 p.lle 32-186-350. Ditta Mazzara Filippa.
23. Proposta deliberativa n° 112 del 01/10/2010 avente ad argomento ” Approvazione piano di lottizzazione denominato ” SALVO ” in Z.T.O. ” D.1″ del P.R.G. contrada Mortilli-Pagliarelli, F. 59 p.lle 181,464,753,755. Ditta Salvo Rosa, ColombaVito, Pampalone Renato e Colomba Piera.
24. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n° 115 del 06/10/2010. Avente per oggetto: Stato d’attuazione dei programmi e salvaguardia equilibri di bilancio: art. 193 D.Lgs. 267/00.

Sorpresa ! Mimmo Turano non va con Cuffaro e Mannino

Ci ha pensato a lungo, ha valutato, soppesato, calcolato ed infine Mimmo Turano già deputato ed assessore regionale, ed attualmente Presidente della Provincia Regionale di Trapani, nonchè coordinatore dell’Udc in provincia, ha deciso.
Rimane nell’Udc.
Continuerà a guidare l’Udc trapanese e non passerà con la neoformazione “Popolari di Italia Domani” di Cuffaro, Mannino, Romano e Drago.
Mi è stato chiesto se ho avuto la tentazione di lasciare l’Udc. Ho detto e ripeto che sono nato e resto nel partito che ho servito, che mi ha onorato e nei cui valori della democrazia, della libertà, della solidarietà, della famiglia, della vita, della correttezza ho sempre creduto e sempre testimonierò“.
Mimmo Turano ha quindi dichiarato che intende seguire la linea politica dettata da Casini, Cesa e Buttiglione. ed ha concluso con gli auguri a Gianpiero D’Alia responsabile siciliano dell’Udc.

Porto di Castellammare update … update !

Anyway.

Sindaco e presidente del consiglio all’assessorato regionale, per sollecitare la ripresa dei lavori al porto

Un tavolo tecnico per discutere dei lavori al porto di Castellammare il cui cantiere è stato sequestrato il 26 maggio (con l’ipotesi di reato di utilizzo di cemento impoverito) e dissequestrato parzialmente il 6 luglio scorso. L’assessorato regionale alle Infrastrutture, dopo richiesta del sindaco Marzio Bresciani, si è impegnato a convocare, in tempi strettissimi, un incontro al quale parteciperanno tutti i soggetti interessati ai lavori al porto di Castellammare: dalla ditta appaltante (Coveco) alla esecutrice (Nettuno), responsabile unico del procedimento e tecnici interessati, nonché lo stesso sindaco Marzio Bresciani. «Con il presidente del consiglio abbiamo verificato – dice il sindaco Marzio Bresciani- che già due giorni dopo il dissequestro parziale del cantiere, l’assessorato regionale aveva convocato tutti gli interessati per sollecitare la ripresa dei lavori». La scorsa settimana il sindaco Marzio Bresciani ed il presidente del consiglio comunale, Giuseppe Cruciata, si sono recati a Palermo ed hanno incontrato il dirigente dell’assessorato, l’architetto Carmen Lo Cascio, e l’ingegnere Calogero Triolo (Rup). «Abbiamo verificato – continua il sindaco Marzio Bresciani – che la preoccupazione da noi espressa per la mancata ripresa dei lavori, è stata condivisa dagli stessi dirigenti regionali. Siamo fiduciosi e, grazie anche alla disponibilità dei dirigenti dell’assessorato che ci hanno dato precise delucidazioni ed informazioni in merito, crediamo che la ripresa dei lavori possa avvenire in tempi brevissimi». Ai dirigenti dell’assessorato è stato anche consegnato il documento approvato all’unanimità dal consiglio comunale, con cui i consiglieri hanno richiesto l’intervento del Prefetto ed espresso “preoccupazione per il mancato riavvio dei lavori e per la situazione economica venutasi a creare nei rapporti commerciali tra la ditta esecutrice dei lavori e le ditte fornitrici della stessa”. Il sindaco Marzio Bresciani ed il presidente del consiglio Giuseppe Cruciata, infatti, avevano incontrato le ditte fornitrici della società consortile Nettuno S.C.A.R.L., esecutrice dei lavori, che aveva comunicato di essere disposta a pagare solo una parte del debito, per il blocco di due stati di avanzamento. «Entro la fine del mese – afferma il presidente del consiglio Giuseppe Cruciata- verrà costituita dal consiglio comunale, una commissione speciale che avrà il compito di monitorare l’esecuzione dei lavori, come previsto dall’ordine del giorno approvato il 22 settembre.”

IL PORTAVOCE DEL SINDACO – Annalisa Ferrante