Appunto per il Moige: chiedere a Piersilvio di spostare la Merkell in fascia protetta

La Cancelliera tedesca Angela Merkell leader dei cristiano democratici (CDU) tedeschi,impegnata nella campagna elettorale per il rinnovo del parlamento tedesco arrivata a Enfurt in Turingia famosa per la produzione dei wurstell e della salsiccia reso omaggio alle produzioni locali.
Di fronte a tali immagini urge intervento, del wurstell appunto, da parte del Moige.

La Cancelliera tedesca Angela Merkell leader dei cristiano democratici (CDU) tedeschi, impegnata nella campagna elettorale per il rinnovo del parlamento tedesco, una volta arrivata a Enfurt in Turingia, famosa per la produzione dei wurstell e della salsiccia, ha reso omaggio alle produzioni locali.

Di fronte a tali immagini urge intervento, del wurstell appunto, da parte del Moige.

merkell-1

Merkell-2

Merkell-3

Italia1 trasmetteva da qualche tempo una striscia quotidiana pre-TG,  “Così fan tutte“, una sketch comedy con Alessia Marcuzzi e Debora Villa.

Una conduttrice e una comica insieme: Alessia pronta a sfatare il luogo comune che vuole la comicità castigatrice della bellezza; Debora lontana dal ruolo di Patty, l’eterna perseguitata di “Camera Cafè”.

Qui Alessia Marcuzzi e Debora Villa accendono i riflettori sui loro complessi, mettono alla berlina i limiti del sesso opposto e si prendono gioco della società e delle sue contraddizioni, attingendo spesso al vissuto quotidiano, in una sequenza serrata di sketch (dalla durata variabile da 20” a 3′) con ambientazioni e situazioni sempre nuove.

Ampia la galleria dei personaggi interpretati, oltre 100 donne diverse: dalla madre borghese, alla single dal cuore indurito, dall’impiegata stressata alla rapper distratta, dalla moralista fuoriluogo alla seduttrice, dalla dottoressa scrupolosa alla moglie vendicativa.” – dal sito di Italia1.

Ebbene la scorsa settimana la programmazione della trasmissione è stata spostata dalla fascia preserale a quella serale per paura di turbare i bambini ed il video presente su YouTube è stato marcato come “inadatto ad alcuni utenti”.

Al solito i numerosissimi commenti al video, che consiglio di leggere, offrono uno spaccato dell’Italia che stiamo vivendo.

Personalmente resto convinto che, come si dice in questi casi “la malizia è tutta negli occhi di chi guarda“.

*** –  Non conoscete il Moige (Movimento Italiano Genitori), quello tutto moralità e Family Day con Berlusconi (e non solo) in prima fila ? Vergognatevi !
Annunci

Castellammare del Golfo programmazione estate castellammarese

Un bel dì vedremo !

e come si dice in USA enjoy ! (pronuncia)

Vittorio Sgarbi perde il pelo ma non il vizio

Ricorderete che, non molto tempo, fa Vittorio Sgarbi fu sputtanato “urbi et orbi” perchè in una pubblicazione edita a sua firma si riscontrarono brani interamente copiati da precedenti pubblicazioni di altri autori.

Nell’occasione Sgarbi riconobbe il plagio, ma si difese, attribuendo alla amorevole madre la responsabilità dell’accaduto.

Ora si apprende dalle agenzie un altro caso di sospetto plagio.

Stamane infatti, proprio come fatto da Raffaele Lombardo con la giunta regionale di governo della regione siciliana, anche Vittorio Sgarbi ha deciso di azzerare la giunta, in questo caso quella dell’amministrazione comunale di Salemi, per l’inadeguatezza al ruolo dimostrata dalla rappresentanza assessoriale.

La decisione è stata assunta dopo avere constatato che una sua direttiva sulla proroga dell’esposizione all’interno del Museo Civico di Salemi dell'”Adorazione dei pastori” di Caravaggio è stata disattesa.

“Avevo disposto – spiega Vittorio Sgarbi – che il capolavoro del Caravaggio rimanesse esposto al pubblico fino al 31 maggio, anche per consentire a ben 300 turisti stranieri, ospiti dell’Hotel Kempinsky di Mazara del Vallo – peraltro fatti appositamente arrivare in Sicilia – di ammirare la tela del grande artista italiano.

Sono indignato perché ho scoperto che, a mia insaputa e per non impegnare la ridicola somma di 5 mila euro destinata all’assicurazione del quadro, i miei assessori non hanno voluto prorogare la mostra restituendo la tela al Museo di Messina. Una cosa inaudita. Ma come si sono permessi? Salemi è oggi conosciuta in tutto il Mondo grazie ad iniziative culturali come la mostra del Caravaggio”.

Sgarbi procederà alla designazione della nuova giunta dopo le elezioni europee.

Vuoi vedere che, con i dovuti aggiornamenti, avevamo ragione anche in questo caso ?

Accade a Trapani

Tonino, Nicola e Giulia

Amara sorpresa per l’Adamo

Sarebbe andata pressappoco così. E’ questo il racconto che gira a Palazzo Riccio di Morana. Erano circa le 13,30 di ieri. Il presidente Turano è riunito con il senatore Antonio D’Alì e l’on.Nicola Cristaldi. Si parla della nuova Giunta. Ma nella stanza attigua c’è Giulia Adamo. Anche lei convocata per parlare di assessori ed assessorati. Passa il tempo e l’Adamo comincia a spazientirsi. Quello è stato il suo Palazzo. Forse continua a considerarsi a casa sua ed anche un po’ di anticamera finisce per essere “indigesta”. Da una reazione all’Adamo. Scatto repentino e porta aperta per confrontarsi con il presidente Turano. Ma nella stanza c’erano anche gli altri due. Turano avrebbe provato a fare chiarezza. D’Alì e Cristaldi erano lì perchè delegati dal PDL a trattare con il presidente. Amara sorpresa per l’Adamo che avrebbe esclamato: “Ed io che ci faccio qui? Vado via”. Ma la sua decisione sarebbe stata anticipata dagli altri due che avrebbero deciso di lasciare il Palazzo prima dell’Adamo. Il rompete le righe generale avrebbe lasciato il presidente solo – nella stanza presidenziale – a riflettere sulla nuova Giunta.

Grazie a Trapaniok.it

Accade a Salemi

… cene, aperitivi, digestivi, meeting pre e post elettorali diventano occasioni per conoscersi sempre meglio. Fino al presunto spasimo della farmacista che si sarebbe invaghita, seppur separata e risposata. Insidiata però da altre concorrenti, stando al gossip sulla casalinga fulminata, sull’avvocatessa in carriera, sulla restauratrice affabile, sull’architetta che gli proporrebbe progetti, fino alla ben messa moglie del medico, incurante del consorte, quando nella villa di Fontana Bianca, fra cento ospiti impegnati in assaggini, vini, formaggi e leccornie, stava per scivolare un po’ troppo vicino alla meta. Stoppata, tra fiaccole ormai tremanti, da un’altra signora sfacciata che avrebbe offerto al sindaco mattatore compagnia per la notte. Top secret sul resto e su piccanti missive che gli impiegati trovano al municipio firmate con l’impronta del rossetto.

Felice Cavallaro
per il Corriere della Sera