Castellammare del Golfo: “il nemico si fà d’ombra… s’ingarbuglia la matassa!”

Dopo l’operazione “Cemento del Golfo” sembra si chiudano gli spazi politici per la prosecuzione dell’esperienza di Nicola Coppola a Sindaco di Castellammare del Golfo.
Tutta intera l’opposizione in Consiglio Comunale (undici su venti) manifesta l’intenzione, con una dura nota che sa di ultimatum, di dimettersi, con ciò determinando la decadenza del Consiglio Comunale, ove il sindaco non rassegni le dimissioni.
E se tecnicamente la decadenza del consiglio non determina anche la decadenza del Sindaco è facile immaginare, nel caso di non presentazione delle dimissioni anche da parte del Sindaco, la quasi automaticità dell’avvio della procedura di accesso da parte del Prefetto, con tutti i rischi connessi ad un futuro eventuale ennesimo commissariamento del Comune per infiltrazioni mafiose.
Dimissioni contestuali di Sindaco e Consiglio Comunale a questo punto appaiono la cosa più ragionevole.
A meno che non si voglia continuare a traccheggiare a spese dell’intera cittadinanza castellammarese.

“A nome della rappresentante comunità castellammarese chiediamo al Sindaco Nicolò Coppola di recarsi dal Signor Prefetto e rassegnare le proprie dimissioni.
La Nostra Città merita amministratori seri e lungimiranti in grado di assolvere alle proprie funzioni con determinazione e impegno e non artefici di fallimenti amministrativi (vedasi depuratore, porto e deriva della macchina comunale) e politici (come lo sfaldamento della maggioranza consiliare e l’utilizzo delle cariche assessoriali come contropartita per una ingloriosa sopravvivenza politica).
Questa già grave situazione di deriva amministrativa sommata alle recenti vicende giudiziarie che hanno visto tristemente coinvolto indirettamente il primo cittadino, rende imprescindibile una nostra presa di posizione chiara, netta e decisa sulla questione morale che si è consequenzialmente posta in essere.
Pertanto, si chiede al Sig. Sindaco il primo vero atto di responsabilità dal suo insediamento ad oggi nei confronti della cittadinanza tutta, ossia rassegnare le proprie dimissioni dinanzi al Prefetto.
Qualora questo invito non dovesse essere accolto siamo addivenuti alla irrevocabile decisione di rassegnare le dimissioni da Consiglieri Comunali nell’esclusivo interesse dell’intera collettività”.

F.to Ancona Laura F.to Asaro Giacomo

F.to Canzoneri Gaspare F.to Cruciata Stefano

F.to Di Bartolo Giacomo F.to Fausto Giuseppe

F.to Labita Vitalba F.to Motisi Ivano

F.to Norfo Giuseppe F.to Palmeri Angelo

F.to Paradiso Maurizio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...