Bernardo Mattarella: caro don Luigi

I separatisti continuano. Parecchi, dopo il trapasso dei poteri alla sovranità italiana, hanno fatto macchina indietro, come Guarino Amella. Altri giocano all’equivoco. Alcuni ancora insistono. L’effetto sulle masse è piuttosto scarso. E’ comunque un movimento che occorre seguire e vigilare continuamente, anche per l’elemento poco buono da cui è circondato, la mafia riportata dai feudatari separatisti all’onore della ribalta politica.
Il movimento è puramente reazionario e ha fatto presa sui più retrivi proprietari, che sperano di sottrarsi col distacco ad una politica sociale ardita.” Bernardo Mattarella – Palermo 24 maggio 1944

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...