Rostagno, Cusenza e quella mafia degli anni 80′

Non essendo i mafiosi entità astratte, particolarmente interessanti risultano questi due video resi disponibili su Youtube dal Canale dell’Associazione Ciao Mauro.

Si tratta della registrazione audio-video di una trasmissione di Mauro Rostagno per RTC (Radio Tele Cine) la televisione con cui collaborò fino a quando fu posto termine a quella collaborazione con la sua uccisione a Lenzi, in territorio di Valderice, quella sera del 26 settembre 1988.

Il processo per l’uccisione del sociologo e giornalista Mauro Rostagno è ancora in corso di svolgimento davanti alla Corte d’Assise di Trapani.
Alla sbarra il boss mafioso Vincenzo Virga e Vito Mazzara, per l’accusa, rispettivamente, mandante e killer dell’omicidio che sarebbe stato deciso per porre termine all’attività giornalistica di Rostagno condotta attraverso l’emittente televisiva trapanese.

Nel corso della trasmissione Mauro Rostagno, coadiuvato da un giovane collaboratore, ospite della comunità Saman, intervista da par suo l’Avvocato Salvatore Cusenza, dirigente del Partito Comunista Italiano.

“Nel corso della trasmissione Mauro e Salvatore, a partire dal processo per l’omicidio del Sindaco di Castelvetrano Vito Lipari che si stava celebrando al Tribunale di Trapani, analizzano i nuovi equilibri mafiosi e i nuovi rapporti con la politica. Imputati in quel processo erano boss mafiosi della caratura di Mariano Agate, Antonino Riserbato e Nitto Santapaola, quest’ultimo allora ancora latitante.
L’omicidio del Sindaco Lipari viene messo in relazione ad altri delitti mafiosi eccellenti, dal sequestro Corleo all’omicidio del Generale Dalla Chiesa, offrendo all’ascoltatore una lettura chiara ed esauriente del modo in cui il fenomeno mafioso si era evoluto dagli anni 50 in poi, in provincia di Trapani e nel resto dell’isola, analizzando anche le sue relazioni con la mafia del Nord America.
Si tratta di un’analisi approfondita, operata attraverso un attento lavoro di analisi di sentenze, verbali giudiziari ed altra documentazione simile.
Colpisce la capacità di Mauro e di Salvatore di mettere in relazione fatti e circostanze, offrendo al telespettatore delle chiavi di lettura del fenomeno mafioso che si rileveranno corrette negli anni successivi, quando le indagini degli inquirenti, i processi e le sentenze dei tribunali le confermeranno.”

Non mancano naturalmente i riferimenti alle famiglie mafiose castellammaresi e ai cambiamenti degli equilibri in corso in quegli anni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...