Castellammare del Golfo nella Blacklist dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia

Un nota ANSA diramata nella mattinata di oggi 2 luglio ci informa che anche Castellammare del Golfo come già Trapani, Castelvetrano, Erice, Modica, Canicattì ma anche in precedenza aggiungo io, la Presidenza della Regione Siciliana, è entrata ufficialmente nella Blacklist del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia.
Questa la nota:

(ANSA) – PALERMO, 2 AGO – Il Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti, in una nota, «esprime grande preoccupazione per la diffusa tendenza, che sembra essere
divenuta prassi per molte amministrazioni comunali siciliane, di dotarsi di uffici stampa curati a titolo gratuito, per spirito di servizio o, peggio, gestiti da personale non iscritto all’Albo, talvolta con astrusi propositi di comunicazione diretta (e di parte) e, comunque, in contrasto con una legge che spiega chiaramente chi sono gli unici demandati ad assolvere queste funzioni».
«Le esperienze registrate alla Regione Siciliana in materia di ufficio stampa, – prosegue – le diverse ma comunque preoccupanti condizioni emerse nei Comuni di Trapani, Castelvetrano, Erice, Modica, Canicattì e Castellammare del Golfo, dove sindaci e amministratori in generale hanno deciso di gestire la materia con regole proprie, lasciano perplessi per la loro inopportunità».
«Per questo motivo il Consiglio – conclude la nota – ha deciso di battere tutte le strade utili al fine di garantire il rispetto della legge 150/2000 e di restituire dignità a una categoria che è da troppo tempo nel mirino e i cui appartenenti devono comunque ricordare che i compensi di lavoro sono dovuti e
non possono essere considerati alla stregua di opzionali concessioni».
(ANSA).

SR-COM
02-AGO-13 10:48 NNN

A conferma della esistenza reale di una visione “fai da te” in materia di comunicazione si allega il recente comunicato della Presidenza del Consiglio Comunale che da conto dei lavori del consiglio del 30 luglio scorso:

Inizio attività del Consiglio Comunale. -Informazioni e chiarimenti sul Consiglio Comunale del 30-Luglio-2013.

Con l’inizio dell’attività del Consiglio Comunale, la Presidenza del Consiglio Comunale intende inaugurare un rapporto di comunicazione diretta con la cittadinanza, teso ad informare in maniera chiara i cittadini sull’attività svolta. Tale pratica muove dall’esigenza di promuovere una maggiore partecipazione all’attività amministrativa ed un rapporto chiaro e trasparente tra il Consiglio e la comunità castellammarese.
Al termine di ogni Consiglio Comunale, la Presidenza del Consiglio diramerà un comunicato in cui verranno illustrate in breve sintesi le delibere trattate e, laddove necessario, fornire chiarimenti, senza entrare nel merito delle scelte, in ossequio al principio di imparzialità che deve caratterizzare l’attività della Presidenza.

In primo luogo preciso che il Consiglio Comunale è stato convocato con le procedure d’urgenza per deliberare l’adesione del nostro Comune al “Patto dei Sindaci”, strumento di programmazione e finanziamento per progetti finalizzati al risparmio ed alla riqualificazione energetica, il cui termine ultimo era fissato, pena l’esclusione, per il 30 Luglio 2013; in sede di conferenza di capigruppo è stato deciso, all’unanimità dei presenti, di sottoporre all’esame del Consiglio Comunale anche la delibera che prevede l’aumento delle rate per il pagamento della nuova imposta “TARES” (sostitutiva della TARSU) da due (previste per legge) a tre, con le seguenti scadenze:
” 1° Acconto: 31-07-2013
” 2° Acconto: 30-09-2013
” Saldo: 30-11-2013

Sia la Delibera riguardante la “Adesione al Patto dei Sindaci”, che la Delibera riguardante il “Tributo comunale sui rifiuti e servizi TARES: determinazione del numero delle rate e relative scadenze” sono state approvate con il voto unanime dei 19 Consiglieri presenti in aula.

La concomitanza del pagamento della rata di saldo per l’anno 2012 con la rata di acconto per l’anno 2013 non scaturisce da scelte imputabili alle Amministrazioni Comunali che si sono avvicendate, bensì da una precisa norma di Legge a cui il Comune deve scrupolosamente attenersi (Art. 14 D.L. 201/2011); pertanto il Consiglio Comunale ha votato un atto deliberativo che aumenta il numero della rate di pagamento da 2 a 3, con le scadenze sopra riportate.
In ordine alle paventate sanzioni nel caso di mancato pagamento inviterò personalmente l’Amministrazione e gli Uffici Comunali competenti a diramare adeguato comunicato che, in ossequio al Codice del Contribuente, prevede l’inapplicabilità della sanzione per i versamenti effettuati entro il 31-08-2013.

Si comunica infine che è nelle intenzioni di questo Ufficio di Presidenza promuovere, nel medio periodo, una serie di incontri su temi di grande interesse per tutti i cittadini.

Castellammare del Golfo 1-Agosto-2013

Il Presidente del Consiglio Comunale
Domenico BUCCA

3 thoughts on “Castellammare del Golfo nella Blacklist dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia

  1. In riferimento all’articolo Blacklist dell’ordine dei giornalisti di Sicilia vorrei sapere perchè da oggi anche il comune di Castellammare del golfo fà parte diciamo di questa lista, forse negli anni precedenti l’ufficio stampa comunale veniva asssunto in un altro modo? grazie per la risposta e e vorrei avere dei chiarimenti in merito a questo articolo che mi sembra molto polemico verso chi lavora onestamente e verso la nuova amministrazione
    la ringrazio
    Distinti Saluti
    Roberto Spina

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...