Castellammare del Golfo, verso le elezioni amministrative (9): Facciamo il punto

Le ufficializzazioni delle due ultime candidature, Piero Russo e Nicola Coppola, che si vanno ad aggiungere a quelle di Salvatore Fundarò e di Maria Tesè, ed in attesa della candidatura espressione di un M5s, che appare al momento diviso ed incerto intorno alla candidatura di Domenico Barone, rendono sempre più chiaro il quadro dei candidati a Sindaco e degli schieramenti in campo alle amministrative 2013 del 9 e 10 giugno di Castellammare del Golfo.

Annunciata ieri, con un comunicato ufficiale, la candidatura di Piero Russo, già consigliere comunale ed assessore democristiano, poi berlusconiano, ed in ultimo capogruppo del Popolo della Libertà al Consiglio Provinciale, è ormai ufficiale.
A designarlo è stato un tavolo del centrodestra e di forze civiche attorno al quale si sono ritrovati oltre al PDL, la destra di Musumeci, L’UDC che fa riferimento all’On. Turano, il PDS dell’On. Giovanni Lo Sciuto ed esponenti della lista civica Castellammare Si.

Il senatore Antonio D’Alì, che lo sostiene, e in precedenza sostenitore del sindaco uscente Marzio Bresciani, come Piero Russo del resto, dice: “Sono molto lieto che attorno alla figura nota e stimata di Piero Russo, da sempre alfiere del Popolo della Libertà a Castellammare del Golfo, si sia coagulata una tensione politica e programmatica giovane, entusiasta e positiva, come si conviene in una fase di forte rinascita del rapporto tra cittadini e loro rappresentanti. Sono certo che Piero Russo e la sua squadra di assessori e consiglieri sapranno dare ai cittadini di Castellammare del Golfo le risposte importanti per il loro progredire economico e sociale”.

Prevista per domenica l’apertura della campagna elettorale. Bisognerà attendere i prossimi giorni per rendersi conto della forza di quest’area, in relazione alle liste ed al quadro delle candidature che riuscirà a mettere in campo.

In precedenza Nicola Coppola più volte assessore e sindaco democristiano di Castellammare del Golfo negli anni 80′ e 90′ e tra gli artefici del successo del sindaco Marzio Bresciani alle precedente elezioni amministrative aveva annunciato la propria candidatura sancita ufficialmente da un un documento firmato dai rappresentanti delle liste civiche a suo sostegno: Mimmo Bucca, Gaspare Canzoneri, Franco Galante e Salvo Bologna già candidato a sindaco per il Pd alle scorse amministrative.

Nicola Coppola sarà infatti sostenuto da cinque liste civiche: “Lavoro e Sviluppo”, “SiAmo Castellammare” “Udc-Castellammare democratica Unita”, “Turismo Castellammare” e Partito Democratico, una ampia coalizione che dovrebbe raccogliere, fra gli altri, i nove consiglieri comunali uscenti di Fli e Pdl.

Si fa sempre più stretto lo spazio per Maria Tesè e per la sua coalizione costituita dal vivace movimento locale “Cambiamenti” e da “Il Megafono” che fa riferimento al presidente della Regione Rosario Crocetta.

In frantumi un po’ tutti i partiti.

Il Pd, dalla pur limitata consistenza si divide in mille rivoli, in considerazione che anche il quarto candidato il medico Salvatore Fundarò, sostenuto da “Con Noi per Castellammare” e “Volare” vanta una certa vicinanza al Partito Democratico, e che anche “Il Megafono”, che sostiene Maria Tesè, è emanazione del Pd.

Il Pdl vede gran parte del suo ex gruppo consiliare schierato a sostegno di Nicola Coppola invece che a sostegno di Piero Russo.

L’area che un tempo faceva riferimento all’UDC è oggi divisa in tre tronconi a sostegno rispettivamente di Nicola Coppola, Piero Russo e Salvatore Fundarò.

Infine l’ultimo arrivato il Movimento Cinque Stelle, forte di una clamorosa affermazione alle ultime politiche in cui è risultato il primo partito con ben 2.783 voti, si dice abbia smarrito (o gli è stata rubata ?) la schedina e non sembra proprio possa passare all’incasso il 10 giugno.

*** Update

Si dice sia ufficiale che la candidata a Sindaco del M5S sarà Valentina Mattarella.

Advertisements

One thought on “Castellammare del Golfo, verso le elezioni amministrative (9): Facciamo il punto

  1. UNA DOMANDA ESISTENZIALE: “CHI SIAMO? … SIAMO CASTELLAMMARESI?… COSA VOGLIAMO?”
    “Noi tutti .. SIAMO CASTELLAMMARESI …sempre lì, pronti a lamentarci, perché le cose vanno male, a ribadire che la colpa è sempre degli altri. Pronti ad additare, a colpevolizzare. Noi tutti con la coscienza intorpidita, pronti a dimenticare le motivazioni del perché le cose vanno male. Noi tutti abituati a giustificare … a dimenticare qualsiasi azione, abituati a vivere alla giornata, per sbarcare il lunario. Noi tutti, fortunati abitanti di una piccola preziosa parte di questo pianeta, di una terra ricca di paesaggi incantevoli, ricca di storia, di cultura, abitanti di un territorio dove il mare profuma, dove buona parte della natura, ancora è incontaminata. Noi .. CASTELLAMMARESI proprietari di tutto ciò per cui vale la pena vivere!”.
    – Che uso facciamo di un’eredità tanto prestigiosa e che uso ne abbiamo fatto fino ad oggi?
    – Quali sono i nostri progetti per il futuro, cosa desideriamo?
    Ecco una possibile risposta alle domande sopra esposte – LE ELEZIONI COMUNALI, UN OCCASIONE DA NON PERDERE. –
    Sì le elezioni comunali di Giugno, sono un’occasione da non perdere, per tutti i Castellammaresi che vogliono guardare con fiducia, orgoglio e speranza al loro futuro.
    Il voto è l’unico giusto metodo per giudicare chi ha amministrato e per scegliere il futuro del nostro Paese, non dimentichiamolo! – E’ necessario abolire il voto di scambio, che ha causato l’attuale situazione. –
    Occorre ricordarci che il voto è un diritto costituzionale di tutti gli italiani e rappresenta un dovere civico, rappresenta una delle forme di partecipazione alla democrazia. Il voto non è solo un’opinione, ma un’assunzione di responsabilità verso la nostra terra, verso i nostri figli, verso il nostro futuro. Perciò deve essere esercitato con coscienza libera! Il voto ha un grande valore, l’espressione della preferenza va valutata con alto senso di responsabilità, vanno valutate le conseguenze di un eventuale scelta superficiale. Il candidato va scelto non perché amico o parente, non per un eventuale favore da ricambiare o da ricevere, ma perché lo stesso si reputa un degno rappresentante, capace, intelligente onesto e leale, dedito esclusivamente al BENE COLLETTIVO, senza interessi personalistici di alcun genere.
    Occorre ripartire, dalle idee, dalle persone, da noi stessi. Occorre guardare in profondità la realtà e valutarla alla luce della verità sull’uomo e sul mondo. Occorre guardare in faccia chi ha determinato la situazione attuale, occorre rammentare delle cause e delle responsabilità dell’ attuale situazione di crisi. Occorre ascoltare, valutare, scegliere… e votare secondo i propri ideali, i propri valori !
    Se vogliamo smettere di lamentarci a vuoto, se vogliamo essere veramente attivi, cominciamo a scendere in piazza, andiamo per le strade, manifestiamo la nostra esistenza, dimostriamo la nostra libertà di scelta, manifestiamo la nostra rabbia, le nostre insoddisfazioni, palesiamo che abbiamo voglia di ricominciare, ma soprattutto cominciamo a PARTECIPARE DIRETTAMENTE, VOTIAMO CON SENSO DI RESPONSABILITA’ PERCHÉ IL DOMANI È FRUTTO DELLE NOSTRE SCELTE DI OGGI.
    Maria Stella Mangiarotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...