Quelli che … IL PLAS 2011 – Alessandro Librio in “From soup to nuts”

Nato ad Erice nel 1982, inizia lo studio del violino, del pianoforte e della composizione a 13 anni entrando al conservatorio A. Scontrino di Trapani.

Laureatosi al Conservatorio V.Bellini di Palermo, studia a Genova con Giuseppe Gaccetta, a Marsala con Zoya Nademliska e a Roma con Francesco Peverini.
Nel 2004 entra a far parte dell’ensemble “Sicilian Music Crew”, dell’ “Onda Mediterranea”, della “Palermo Skratch Orchestra” e dell’ “Archibugi Strings Trio”. Inizia lo studio della musica elettronica dapprima con D. Sciajno poi con Francesco Galante, nello stesso anno suona al Dar Bach Hamba (Tunisi) per la fondazione Orestiadi di Gibellina.
Nel 2005 fonda il 38° Parallelo per il quale scrive lo spettacolo teatrale “Oper-azione Zero” che andrà in scena ad Erice, Palermo e Roma.
Collabora con alcuni fra i massimi artisti della scena internazionale come Patti Smith, Michael Moore, David Murray, Wim Wenders, Barre Phillips, Mike Cooper, Giancarlo Schiaffini, Michael Vatcher, Frank Gratkowsky, Gino Robair, Alvin Curran, ed altri.
Nel 2006 inizia lo studio della chitarra classica, basso elettrico, viola e batteria, reincontra il violoncellista e compositore Giuseppe Civiletti con il quale completa il film musicale “Ground Zero” che lo porterà ad esibirsi in diverse città italiane, della Spagna e New York.
Nell’estate del 2007 si classifica al concorso internazionale di composizione per video “Strade del Cinema” di Aosta, e partecipa ad una serata dedicata ai giovani talenti europei, ad Aachen (Germania), in qualità di rappresentante italiano.
Nell’agosto del 2008 entra nello staff di Oliviero Toscani, realizzando insieme al violoncellista Angelo Di Mino numerose performance audio-visive tra cui una a New York nel febbraio del 2009, in occasione di una mostra fotografica dello stesso Toscani.
Sempre nel 2009 suona per la Globe Unity Orchestra, Instant Composer Pool Bik Bent Braam, e per lo spettacolo “Yossl Rakover si rivolge a Dio” interpretato da Vittorio Sgarbi.
Nel 2010 apre la stagione del Centro Coreografico Nazionale/Ballet Preljocaj di Aix en Provence (Francia) in collaborazione con la coreografa Patrizia Lo Sciuto, componendo le musiche per lo spettacolo “La vie en scories” e realizza una performance alle Gallerie dell’Accademia di Venezia di cui sonorizza i capolavori e le sale, sfruttando tutti i suoni del luogo ed il sistema di allarme.
Nel 2011 realizza installazioni per EB&Flow Gallery di Londra.
Ha effettuato registrazioni per la BBC, la RAI.
Suona una viola “Andrea Postacchini” del 1832 ed un violino “Riccardo Bergonzi”.

Sempre nel 2011 è stato invitato in qualità di artista ufficiale del Padiglione Italia, alla 54° edizione della Biennale di Venezia Arte, realizzando l’installazione sonora-video “Palermo a Venezia”, (progetto speciale) in cui per 24 ore il paesaggio sonoro palermitano viene mescolato con quello veneziano.
L’artista decide di portare l’unico elemento, che potrebbe esser presente in tutte le città del mondo e, per eccellenza, assente nella città lagunare: il traffico automobilistico.
Palermo, la città scelta per questo ruolo, è il capoluogo italiano più lontano da Venezia con maggiore traffico e inquinamento acustico, ma anche dotato di un paesaggio sonoro ben identificato, solare e colorito.
In tempo reale i suoni della città di Palermo, come cangianti sculture sonore, attraverso diffusori acustici rivestono, per ventiquattro ore, il centro di Venezia: da Piazza S.Marco a Palazzo Reale ai Giardini Reali.
Il paesaggio sonoro di Palermo mescolato con quello veneziano viene, in diretta, rimandato in rete, per consentirne la fruibilità ai… navigatori

“From soup to nuts” ore 23,00 del 10 settembre Live Performance in Piazza Re Federico di Castellammare del Golfo

sito internet alessandrolibrio.com

Il CICI Film Festival da lunedì 5 settembre a Castellammare del Golfo

10 giovani registi, 10 cortometraggi in gara, 5 giorni di tempo

Lunedì 5 settembre prende il via il “CICI film festival”, 10 filmaker arriveranno a Castellammare e dovranno girare un cortometraggio ciascuno su un tema che sarà rivelato solo all’ultimo minuto.

Per lunedì alle 21 al teatro Apollo, è previsto un incontro tra i registi e tutti coloro che aiuteranno questi giovani a realizzare le loro prosuzioni: attori, attrici, scenografi, tecnici, e appassionati sono invitati a partecipare.

Il “CICI film festival” è parte del progetto Gi.a.c.s. finanziato nell’ambito dell’ Accordo di Programma Quadro (APQ) Giovani protagonisti di sé e del territorio (Azioni 1,2 e 4), e sostenuto da Regione Sicilia – Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro – e Ministero della Gioventù, e gestito da Arcidonna associazione Cici e Comune di Salemi.

Le proiezioni e la premiazione del festival si terranno all’interno della manifestazione artistico culturale PLAS, il 9 e il 10 Settembre in piazza Castello, a giudicarli e a sancire il vincitore del secondo premio Gi.a.c.s. sarà una giuria tecnica di grande valore, formata da: Enzo G. Castellari, presidente di giuria, considerato uno dei migliori registi italiani di film d’azione, Philippe Giangreco autore e sceneggiatore francese, Eduardo Rumolo produttore, socio fondatore della Rossellini Film, e Laura Aprati giornalista autrice televisiva e cinematografica, e produttrice didocumentari tra cui Malitalia – storie di mafiosi eroi e cacciatori, e Stefania Girolami regista di Agrodolce.

Plas quest’anno, grazie alla collaborazione con l’associazione CICI sarà incentrato sul cinema, infatti oltre ai concerti, che avranno come momento clou le “Radici nel Cemento”, ma anche”Lassatiliabballari”, “the second grace”, “Jakie and His loaders”, Misadra, Nino Ciaravino, e altri ancora in fase di definizione, ospiterà delle performance che uniscono musica cinema e danza, come “Improvvisazioni per segno e corpo” di Cecilia Viganò e Dara Siligato, “Oltre le nuvole di marmo tour” di Andrea Amico, “Pudore” di Dara Siligato, From soup to nuts” di Alessandro Librio, e istallazioni video di Zep studio e Oblivius.

Venerdì 9 è previsto un incontro sullo sviluppo professionale dei giovani siciliani nel campo cinematografico, con Stefania Girolami.
Sabato 10 una conferenza sul cinema di ieri e di oggi con Enzo G.Castellari, di cui sarà proiettato “Quel Maledetto Treno Blindato”.

Inizia dunque una settimana all’insegna del cinema, durante la quale le strade di Castellammare saranno prese d’assalto dalle macchine da presa dei giovani registi in gara.
La settimana si concluderà con le lunghe notti del PLAS organizzato da Zep studio e proloco in collaborazione con l’associazione CICI, e patrocinato dal Comune di Castellammare Del Golfo e da altre istituzioni.