Ma cosa è questo articolo 41 ?

Ecco questo è l’articolo 41 della Costituzione della Repubblica Italiana che il premier ha annunciato di volere cambiare in quanto di ostacolo per la crescita del paese.

Art. 41.

L’iniziativa economica privata è libera.

Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.

La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali.

Non conoscendo il testo predisposto a detta di Berlusconi dal ministro Tremonti possiamo solo avanzare delle ipotesi, che poi è quello che fa oggi Michele Boldrin su “il Fatto Quotidiano“:

Come vuole che lo riformuliamo l’articolo 41? Ha tre frasi. La prima dice che “L’iniziativa economica privata è libera” e questo di sicuro le va bene, giusto? La seconda dice che “non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da arrecare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana”. Cosa togliamo? L’utilità sociale? Diciamo che l’iniziativa economica può anche far danno? O è la libertà che vuole togliere? O forse è la nozione di “dignità umana” che dà fastidio al suo ministro Tremonti? O forse è la terza frase che vuole abolire? Dice che “la legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali”. Togliamo questa? Lei capisce che, se la togliamo, da un lato non possiamo più impedire ai delinquenti di vendere veleno invece di medicine ma, dall’altro, non possiamo più impedire ai suoi concorrenti televisivi di entrare nel mercato e far crollare il monopolio dell’informazione che lei detiene?

Perché, presidente, lei capisce che il combinato di leggi e regolamenti che permettono alle sue aziende di dominare il mercato italiano della televisione e della pubblicità è costituzionale anche in forza dell’articolo 41? Se aboliamo anche solo quella terza frase c’è il rischio che poi si debbano togliere alle sue aziende tutte quelle belle concessioni che hanno. Ma forse è proprio questo che lei vuole, che ingenuo sono! Lei vuole fare le liberalizzazioni e ha deciso di dare il buon esempio ponendo fine al duopolio Rai-Mediaset! Geniale, ci sto subito, presidente: privatizziamo due canali Rai, vendendoli a due concorrenti diversi mentre lei vende due delle sue stazioni ad altri due. Liberalizzazione competitiva del settore televisivo e della pubblicità in un battibaleno! Ottima idea, ora capisco perché ce l’ha tanto con il 41!”.

Annunci