Voi dite che la paga ?

… la paga, la paga, mica siamo in Italia !

Si, perchè questi diabolici svizzeri basano l’entità della multa non solo su quanto hai ecceduto il limite di velocità, ma anche sul tuo reddito, che è come dire che quel popolo di demo-comunisti (non per niente hanno la bandiera rossa con la croce) e un tantinello xenofobi, non si fan scrupolo di applicare la regola che,  la trasgressione della legge da parte del più ricco, facendo più danno in termini sociali, deve essere maggiormente penalizzata, che se ci riflettete un po’ e fate mente locale su come funziona la giustizia e come è articolato il meccanismo delle pene in Italia significherebbe che … si ma così rischiamo di perderci e ancora non vi ho raccontato il fatto, questo fatto, di cui ci informa oggi il Corriere.it:

Una multa da record del mondo

L’ammenda di 928.770,45 euro a un trentasettenne svedese per aver guidato a 290 chilometri all’ora, fotografato da un autovelox sull’autostrada A12 tra Berna e Losanna

MILANO – Il detentore del nuovo record, un trentasettenne svedese, non sarà certo così fiero della propria prestazione che gli costerà 928.770,45 euro. E, conoscendo la leggendaria precisione svizzera, c’è da credere che pagherà anche i 45 centesimi.

FOTOCAMERA DI ULTIMA GENERAZIONE – Venerdì scorso, l’uomo è stato fotografato da un autovelox sull’autostrada A12 tra Berna e Losanna mentre viaggiava a 290 chilometri all’ora. Se lungo l’autostrada non fosse stata presente una camera di ultima generazione, lo svedese non si sarebbe trovato a dovere pagare l’ingente contravvenzione. Infatti, i modelli più vecchi erano in grado di rilevare le velocità fino a 200 km/h. Un poliziotto ha dichiarato che non sono mai state registrate velocità superiori nella storia della Svizzera.

MULTE PROGRESSIVE RISPETTO AL REDDITO – L’entità della multa è stata determinata, secondo la legislazione elvetica, tenendo presente il reddito dello spericolato guidatore e l’eccedenza rispetto al limite di velocità.

ALTRI RECORD – Fino a oggi, il dispendioso primato apparteneva ad Anssi Vanjoki, boss di Nokia, multato di 116mila euro per eccesso di velocità in sella alla sua Harley Davidson nei pressi di Helsinki. Il sistema di attribuzione delle contravvenzioni finlandese ricalca quello svizzero per quanto riguarda il reddito del multato. Tanto è vero che Vanjoki era successivamente riuscito a ottenere una riduzione della maxi-multa in nome del tracollo che aveva subito il suo reddito.

Emanuela Di Pasqua
13 agosto 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...