O signur … (2)

Consigliere provinciale del Pdl in ospedale dopo festino a base di sesso, trans e droga

E’ stato ricoverato in stato confusionale all’alba. Ieri notte, si sarebbe affacciato al balcone della casa di una transessuale nella quale si stava svolgendo il festino, improvvisando un comizio

Un consigliere del Pdl della Provincia di Roma è stato ricoverato in stato confusionale all’alba di oggi in un ospedale della capitale, dopo che avrebbe partecipato a un festino a base di cocaina e sesso, al quale erano presenti alcune trans.

A svelare il retroscena sarebbe stato uno di questi, che ha riferito l’accaduto alle forze dell’ordine. Il consigliere, infatti, si sarebbe affacciato in uno stato confusionale dal balcone della casa nella quale si stava svolgendo il festino – sembra di proprietà della transessuale e in zona San Giovanni – urlando frasi sconnesse e improvvisando un comizio.

01 luglio 2010

da roma.repubblica.it

Pedaggi sulle autostrade ? … echisenefrega !

La notizia è questa:

Il Governo introduce pedaggi sull’A29

01/07/2010

Il provvedimento della presidenza del Consiglio

Cari automobilisti, si cambia. Per viaggiare lungo l’A29 bisognerà pagare. Un decreto del presidente del Consiglio dei Ministri prevede l’introduzione di pedaggi. È l’ultimo regalo del governo del premier Silvio Berlusconi. Una vera stangata, per tutti gli automobilisti italiani, che scatterà già oggi con gli aumenti dei pedaggi in tutte le reti autostradali. Un incremento di un millesimo di euro a chilometro per le auto e le moto e di tre per i mezzi più pesanti. Ma la vera novità è rappresentata dal secondo step dell’operazione che prevede l’introduzione di un nuovo pedaggio in ventidue tratte gestite dall’Anas finora gratuite. Si tratta di undici autostrade ed altrettanti raccordi stradali per un totale di 1.270 chilometri. Nell’elenco figurerebbero anche la Palermo-Catania, la Palermo-Mazara del Vallo, la Alcamo-Trapani. L’introduzione del pagamento per raccordi e autostrade del-l’Anas è prevista nella ma-novra correttiva, ma era appunto sottoposta all’emanazione del decreto attuativo del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministero delle Infrastrutture, di concerto con il Ministro dell’economia. Il decreto stabilisce quali caselli delle autostrade in concessione possono essere utilizzati per riscuotere, in via transitoria (fino al 31 dicembre 2011) il sovrapprezzo riferito alla rete dell’Anas e i criteri e modalità del pedaggio vero e proprio che sarà introdotto a partire da gennaio 2012. “L’aumento dei pedaggi autostradali che scatterà oggi non è una stangata”, dice il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci. ”Per quanto riguarda l’aumento generalizzato delle tariffe autostradali – è previsto un millesimo per ogni chilometro percorso da un autoveicolo, il che vuol dire che per pagare 50 centesimi bisogna andare da Roma fino a Milano, quindi fare 500 chilometri di autostrada. È diverso il provvedimento che riguarda l’introduzione in maniera forfetizzata di un pedaggio di alcune tratte autostradali che prima erano gratuite”.

da TrapaniOK

ma abbiamo già la possibile contromisura e quindi un “echisenefrega !” (one word), ci sta tutto !