Elezioni Regionali 2010, Lazio 50% sezioni scrutinate

Quando sono state scrutinate più della metà delle sezioni nel Lazio ad essere in testa è Emma Bonino e in Piemonte dove ancora non è stato raggiunto il traguardo della metà delle sezioni scrutinate è R. Cota ad essere in testa.

La prima conduce dopo lo scrutinio di 2.670 sezioni su 5.266 con il 50,09 % contro il 49,35 % della sua avversaria Renata Polverini, il secondo conduce dopo lo scrutinio di 2.287 sezioni su 4.835 con il 47,52 % contro il 47,12 % della suo avversaria di centrosinistra M.Bresso.

Meno di un punto (0,74) separa Emma Bonino da Renata Polverini a metà scrutinio e la tendenza è ad un progressivo avvicinamento.

Annunci

Elezioni Regionali 2010, Piemonte e Lazio, infuria la battaglia

Dopo un andamento dello scrutinio favorevole a Mercedes Bresso, circa mezzora fa Roberto Cota candidato della Lega per il centro destra alla poltrona di governatore del Piemonte è passato in vantaggio con il 47,89 % contro il 47,01 della sua avversaria, quando sono state scrutinate 1.386 su 4.835 sezioni

Resiste maggiormente Emma Bonino nel Lazio agli assalti di Roberta Polverini e quando sono state scrutinate 1.630 su 5.266 sezioni è ancora avanti con il 50,31 %, contro il 49,09 della sua avversaria.

Elezioni Regionali 2010, il punto alle 19,00

A quattro ore dalla chiusura dei seggi nell’anno di grazia 2010, e dopo avere votato per due giorni, come nemmeno nei paesi del terzo e quarto mondo è più d’uso, non è ancora possibile stabilire chi sarà il prossimo o la prossima governatrice del Piemonte e del Lazio.

Al momento risultano scrutinate in Piemonte 914 sezioni su 4.835, le quali vedono Mercedes Bresso, candidata del cemtrosinistra, al 48,09, ed il suo avversario, Roberto Cota, al 46,99, nel Lazio sono state scrutinate 1.013 sezioni su 5.266 ed è in testa Emma Bonino candidata del centrosinistra con il 50,52 % contro il 48,93 %della candidata di centrodestra Renata Polverini

Elezioni Regionali 2010, il punto a tre ore dalla chiusura dei seggi

A tre ore dalla chiusura dei seggi si può affermare con ragionevole certezza che anche la Liguria è da ascrivere al novero delle regioni da assegnare al centrosinistra, il margine di vantaggio di Claudio Burlando su Biasotti dovrebbe alla fine aggirarsi sui 3 punti percentuali.

Con la Liguria sono sette le regioni che si confermano a guida di centrosinistra, contro le quattro per il centrocedestra.

Confermato che si giocheranno all’ultimo voto le partite del Piemonte e del Lazio.

Elezioni Regionali 2010, il punto a due ore dalla chiusura dei seggi

Tra siti ufficiali che vanno in tilt e proiezioni dalle forchette ampie nulla di nuovo ancora tranne la conferma delle regioni assegnate con certezza già in precedenza: Lombardia, Veneto, Calabria e Campania al centrodestra e Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Basilicata e Puglia al centrosinistra.

Per Liguria, Lazio e Piemonte, è ancora prematuro assegnare all’uno o all’altro schieramento la palma della vittoria.

Si profila una buona affermazione del movimento grillino che sottraendo voti al centrosinistra potrebbe essere determinante per la vittoria in una o più delle regioni in bilico da parte del centrodestra.

Relativamente al centrodestra tra i partiti, in difficoltà il Pdl e buona l’affermazione della Lega Nord.

Elezioni Regionali 2010 primi dati … (forse)

Una proiezione, da un grosso partito di opposizione, che incrocia i dati dell’affluenza con quelli degli ultimi sondaggi effettuati. Dicono loro che è andata così:

LOMBARDIA
Roberto Formigoni 55,2
Filippo Penati 35,2
Savino Pezzotta 5,5

VENETO
Luca Zaia 63,5
Giuseppe Bortolussi 28
Antonio De Poli 7,4

PIEMONTE
Roberto Cota 45,7
Mercedes Bresso 51,3

LIGURIA
Sandro Biasotti 49,5
Claudio Burlando 50,5

EMILIA ROMAGNA
Anna Maria Bernini 36,9
Vasco Errani 54,1
Gianluca Galletti 5,7

MARCHE
Eminio Marinelli 40,4
Gianmario Spacca 52,0
Massimo Rossi 7,6

TOSCANA
Monica Faenzi 31,1
Enrico Rossi 60,4
Francesco Bosi 5,0

LAZIO
Renata Polverini 47,6
Emma Bonino 50,9

BASILICATA
Nicola Pagliuca 39,1
Vito De Filippo 55,3
Magdi Cristiano Allam 3,3

PUGLIA
Nichi Vendola 50,0
Rocco Palese 41,4
Adriana Poli Bortone 7,7

CAMPANIA
Stefano Caldoro 49,0
Vincenzo De Luca 43,9
Paolo Ferrero 3,1

CALABRIA
Giuseppe Scopelliti 47,1
Agazio Loiero 41,9
Filippo Callipo 11,0

Sollevamento pesi ultimissime impressioni degli spettatori in uscita dalle palestre

Ultima giornata oggi in tutte le palestre delle regioni interessate ai “meeting del 28 e 29 marzo 2010” di sollevamento pesi. In attesa di conoscere dai giudici di gara i risultati ufficiali degli incontri che saranno comunicati solo a partire da questo pomeriggio, alcuni appassionati hanno chiesto in mattinata, all’uscita dalle palestre, al pubblico in uscita dalle gare, la loro impressione.

Questi i risultati:

Nel paese del sole S.Caldara (atleta del sole nascente) solleverebbe 3,0 Kg in più di V.De Buca
Sulla costa C.Borlante (atleta contromano) come nelle previsioni solleverebbe 3,0 Kg in più di S.Piasciotta
Nel Nord-ovest M.Bresaola (atleta parigina) solleverebbe 3,5 Kg in più di R.Cotenna
Nel tacco N.Pentola (atleta con orecchino) avrebbe già sollevato nen 4,5 Kg in più di R.Parente
Nella Capitale e dintorni E.Bravino (atleta spesso a dieta) solleverebbe 5,5 Kg in più di R.Spolverino