Non sono matti, hanno solo riscoperto il nazismo

e non lo sanno !

Santite questa, a Goito in provincia di Mantova, nella già civilissima Lombardia, nell’anno di grazia 2010, grazie all’approvazione dell’articolo 1 del regolamento per l’iscrizione all’asilo comunale da oggi in poi sarà requisito indispensabile per i bambini la provenienza da famiglie che accettanol’ispirazione cristiana della vita“.

Il regolamento è stato approvato a maggoranza dal consiglio comunale di Goito fra le proteste dell’opposizione.
Il sindaco Anita Marchetti motiva tale decisione con l’argomento che “pur essendo l’asilo pubblico, da sempre viene gestito secondo criteri che si ispirano al cristianesimo“.

Al sindaco ed alla sua maggioranza (Udc,Pdl e Lega Nord) non passa neanche per l’anticamera del cervello che la costituzione della repubblica italiana prevede espressamente all’articolo 3 comma 1 che: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.”.

Pertanto può ben dirsi che con l’approvazione di tale regolamento gli amministratori di Goito da un lato si sono posti consapevolmente e con determinazione al di fuori della costituzione italiana e dall’altro al di fuori dei principi e valori cristiani.
Ma si sà, si tratta di gente che si sente più vicina culturalmente a Goebbels che ad Einaudi o a Papa Giovanni XXIII.

One thought on “Non sono matti, hanno solo riscoperto il nazismo

  1. Ne ho parlato anch’io:

    http://paniscus.splinder.com/post/22294802/

    Secondo me quei cialtroni lo sanno benissimo, che il porvvedimento è anticostituzionale e che al primo ricorso perderebbe alla grande.

    Anzi, ci sono ottime probabilità che non gli lascino nemmeno il tempo di essere contestato, e che nel giro di pochi giorni sia ritirato spontaneamente prima ancora che arrivi qualsiasi ricorso.

    Infatti la stessa identica cosa è GIA’ successa con altre boutade del genere in altri enti locali (tipo quella di un anno o due fa nella zona di Verona, che toglieva punti in graduatoria dell’asilo ai figli delle coppie non sposate).

    La sparata serve SOLO a finore in prima pagina e ad alzare il tiro dello “scontro”, che non aveva ragione di esserci…

    ciao
    Lisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...