Senso della misura ?

Annunci

Salemi nella lista nera di Teheran

Il Sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi è stato informato che le autorità iraniane hanno convocato l’ambasciatore italiano per chiedere conto dell’iniziativa da lui assunta di dedicare una via, in prossimità del castello, agli studenti di Teheran.

Le autorità iraniane, secondo quanto riferito al Sindaco, ritenendo che la decisione fosse legata ad una decisione condivisa dal Governo italiano, hanno comunicato di rispondere – a quella che, evidentemente, è ritenuta una provocazione – con il proposito di cambiare nome alle vie Roma e Italia di Teheran.

Vittorio Sgarbi, interpellato da un Alto funzionario del Ministero per i Beni Culturali attualmente in missione archeologia in Iran, ha così risposto: “La decisione era stata già assunta nella garantita autonomia del Comune di Salemi e l’intitolazione della strada era già stata inaugurata senza particolari enfatizzazioni o polemiche a testimoniare l’incoercibile diritto alla libertà di espressione e nel rispetto delle regole stabilite dalla democrazia”.

Nel frattempo a Salemi si pensa alle contromisure.

Fonti ben informate riferiscono che come risposta alle bellicose intenzioni iraniane le autorità locali riprenderanno i test del ben noto “palluni”, troppo presto abbandonati dopo il ben noto clamoroso fallimento.

di più qui

La Mongolfiera di Salemi