In Iran è muro contro muro

Scrive Internazionale

“Un’altra giornata di manifestazioni e proteste in Iran, sempre seguite da violenze e arresti. A causa del blocco imposto ai giornalisti stranieri, a cui è stato vietato di lasciare i propri uffici, è impossibile fare un bilancio preciso: alcune fonti però parlano di oltre venti vittime della repressione.

Una cifra che potrebbe ancora aumentare, secondo la Cnn: i sostenitori del presidente uscente Mahmoud Ahmadinejad hanno infatti indetto una manifestazione negli stessi luoghi di Teheran in cui si sarebbero riuniti i sostenitori del suo sfidante Mir Hossein Mousavi, e le strade della capitale iraniana continuano a traboccare di persone.

L’ayatollah Ali Khamenei ha dato il suo consenso a un parziale riconteggio dei voti ma l’opposizione ha respinto l’offerta, continuando a chiedere nuove elezioni.”

da Internazionale

sull’argomento vedi anche Francesco Costa e una intrigante analisi di Federico Punzi

Annunci