Trapani la città dei “todos caballeros”

Roma, 15 giugno – (Adnkronos) – Gli agenti della polizia municipale di Trapani, citta’ di 70mila abitanti, sono solo sette ma ognuno di loro sulla propria testa di capi ne ha dieci virgola qualcosa, perche’ oltre ai 70 ispettori capo ci sono nove commissari, un funzionario e ovviamente un comandante. “Il fatto e’ che i Comuni non assumono, la nostra eta’ media va verso i 55 anni e con l’anzianita’ aumentano i gradi”, ha detto a ‘Il Sole 24 Ore’ da Trapani il comandante Francesco Guarano. Tanto che nell’ultimo rapporto Aci-Fondazione Caracciolo sulla polizia locale, Trapani conquista il primato di capoluogo meno presidiato d’Italia sul fronte degli illeciti stradali.

A staccare multe sarebbe infatti solo l’8,6 del personale, contro una media nazionale che viaggia intorno al 75%. Su questo punto Guarano non ci sta e afferma che “anche i commissari e gli ispettori capo sono impegnati in strada”. Il caso non e’ l’unico in Sicilia. Basta spostarsi a Caltanissetta e si incontra la stessa situazione: 60mila abitanti e 60 ispettori capo. Gli agenti, almeno, sono 18, per cui i capi per ognuno di loro non sono nemmeno quattro, funzionari e comandanti e vice compresi. Queste piogge di stellette sono anche il frutto degli scatti automatici dovuti agli anni di servizio.

Per trovare un numero analogo di stelle e stellette bisogna salire a Firenze: dove gli abitanti sono pero’ 370mila, gli agenti semplici sono 600 e la vigilanza che coinvolge anche le migliaia di turisti e city users di ogni giorno regala a Palazzo Vecchio primati degli introiti da multe (piu’ di 48 milioni nel 2007). E ad Asti, che per dimensioni (75mila abitanti) e’ comparabile con le due citta’ siciliane, ce la fanno con 11 ispettori capo e 58 agenti. Spendendo circa 54 euro all’anno a cittadino, il 18,5 in meno dei trapanesi.

da Libero News

Sullo stesso argomento vedi anche Il Sole 24 Ore

 

*** L’origine dell’espressione “todos caballeros” è così spiegata su Wikipedia:

L’espressione spagnola “Estad todos caballeros” (in italiano “Siate tutti cavalieri”) sarebbe stata pronunciata da Carlo V ad Alghero (SS) nell’ottobre del 1541. Le fonti tuttavia non concordano su quale fosse il reale messaggio del sovrano:

una ricompensa alla fedeltà degli algheresi, discendenti di una colonia catalana, pronunciata dal Palazzo d’Albis sulla gremita Piazza Civica; Carlo V descrisse infatti la città come “Bonita, por mi fé, y bien assentada – Bella, in fede mia, e ben solida” osservando la maestosa torre de l’Esperó Reial

il saluto a tre illustri cittadini algheresi, a cui venne concesso il cavalierato per essersi uniti alla spedizione verso Algeri, in rotta verso la quale Carlo V aveva fatto scalo nella città sarda (secondo altre fonti il viaggio era verso Tunisi)

il grido di entusiasmo pronunciato dalla finestra della Casa De Ferrera nell’ammirare l’improvvisata corrida in cui vennero uccisi più di 200 animali per garantire l’approvvigionamento delle navi in partenza; concesse poi solo tre onorificenze

la risposta alla folla di cittadini accorsi per reclamare titoli nobiliari, che venne liquidata dal balcone in modo da poter riprendere senza fastidi le proprie private esigenze fisiologiche

L’espressione è oggi utilizzata in tono dispregiativo per descrivere quelle proposte tendenti ad estendere urbi et orbi dei particolari privilegi, annullando così di fatto la distinzione o il prestigio derivante dagli stessi; allo stesso modo viene utilizzata per connotare l’esito di una vicenda nel quale tutti si proclamino vincitori.

Estratto da http://it.wikipedia.org/wiki/Todos_caballeros

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...