Vecchio professore cosa vai cercando …

Mi chiedevo a chi si riferiva Gad Lerner con quel “vecchio bavoso“, poi …

e a questo punto mi è stato tutto chiaro, evidentemente al professor Immanuel Rath, rispettabile insegnante di un ginnasio di provincia tedesco, che si innamora di una cantante di varietà ne “L’angelo azzurro” film del 1930, di Josef von Sternberg.

Dite che sto sbagliando ?

Annunci

E intanto Raffaele Lombardo licenzia tutti

La crisi che era nell’aria alla Regione Siciliana è ora realtà.

Raffaele Lombardo dopo l’escalation dello scontro con il Pdl dei giorni scorsi ha deciso di azzerare la giunta regionale di governo e sembra voglia tentare di cambiare maggioranza, ove la sua iniziativa non produca una netta spaccatura delle diverse anime del Pdl

Il Presidente ha reso noto le sua intenzioni nel corso di una conferenza stampa convocata d’urgenza a Palermo.

Ho chiesto a tutti gli assessori di presentare le dimissioni e 7 lo hanno già fatto – ha detto Lombardo – perchè stare in questo governo significa non sabotarlo. Questa casa va rasa al suolo e ricostruita”.

Lombardo ha spiegato che in 48 ore sarà possibile dar vita ad una nuova giunta in grado di governare, “si riscrive un programma e si riparte con chi ci sta. Non penso di ribaltare le alleanze dell’anno scorso. Sarà una giunta composta da forze politiche e da esterni”.

Alla domanda se potranno, tornare alcuni degli assessori ha spiegato: “Potranno anche tornare tutti” ma “ho il dovere di pretendere coerenza, sintonia, collaborazione».

Alessandro Pagano, deputato del Pdl ha dichiarato: “L’azzeramento della giunta regionale siciliana è la prova concreta che Lombardo ha perso la testa.”

Intanto circolano già i nomi di chi potrebbe entrare, entro 48 ore, nella squadra del nuovo governo Lombardo.

Gianfranco Miccichè a Castiglione senza peli sulla lingua

Nel quadto della lotta interna a “Il Popolo della Libertà” tra la corrente che fa capo a Gianfranco Miccichè e quella che fa riferimento ad Angelino Alfano e al coordinatore regionale Giuseppe Castiglione c’e da registrare una durissima dichiarazione di Gianfranco Micchichè nei confronti di Giuseppe Castiglione, ma anche condanna di un modo di intendere la politica come pura e semplice affermazione personale, a costo di mettere sotto i piedi le ragioni del territorio di provenienza:

Finche’ il co-coordinatore regionale del Pdl Giuseppe Castiglione continuera’ a dire sui Fondi Fas queste minchiate a Silvio Berlusconi e gli continuera’ a fare capire che questi fondi li spenderemo male soltanto per non farli arrivare in Sicilia, e dunque cosi’ far cadere il presidente della Regione”, “finche’ ci sara’ questa gente che fa il suo interesse personale contro la Sicilia, lottero’ e piuttosto mi dovranno sparare per fermarmi”. Lo ha detto a Modica il sottosegretario Gianfranco Micciche’, durante una manifestazione elettorale a sostegno di Michele Cimino, commentando l’incontro tra Castiglione e il premier sui fondi Fas e una intervista del quotidiano La Sicilia al presidente del Consiglio. “Andro’ avanti – ha aggiunto Micciche’ – per fermare a denunciare il signor Castiglione, che e’ un farabutto che e’ andato da Berlusconi a dire bugie e non e’ degno di stare nel nostro partito”.

Contattato dall’agenzia di stampa ITALPRESS, Giuseppe Castiglione, ha così replicato: “Le volgarita’ non hanno bisogno di essere commentate. Ringrazio il mio amico Gianfranco, prodigo di complimenti nei miei confronti … saranno i cittadini a giudicarmi e a giudicare il mio operato politico. Avevo gia’ deciso il silenzio stampa figuriamoci se mi faccio trascinare nelle polemiche sulle affettuosita’ di Miccichè …”.