“Facce di mafiosi”, mostra di Flavia Mantovan al Castello di Salemi

Flavia Mantovan (a sinistra nella foto)
Flavia Mantovan (a sinistra nella foto)

“Facce di mafiosi”, venti opere, olio su tela, realizzati dall’artista Flavia Mantovan, nata a Roma il 26/11/1979 e che vive ed opera a New York inaugurano il “Museo della Mafia” all’interno del castello arabo-normanno di Salemi voluto da Vittorio Sgarbi e Oliviero Toscani.
 
Nelle 20 tele che saranno esposte da domani a Salemi raffigura i volti di noti mafiosi, da Liggio a Provenzano, da Anastasia a Matteo Messina Denaro, da Al Capone a Lo Piccolo.

Dice Vittorio Sgarbi: “Apre il Museo della Mafia. Sarà altro, raccolta di testimonianze, di memorie, storie di una lunga sopraffazione contro lo Stato e al posto dello Stato. Più di ministri, presidenti, sindaci, i mafiosi hanno rappresentato l’autorità in Sicilia. Il male è diventato leggenda. Il danaro ha dato sostanza al potere”.

E Oliviero Toscani: “Flavia Mantovan ha ritratto una parte della società di oggi senza moralismi, ha rappresentato un comportamento umano che va denunciato. Cosa nostra diventa ‘cosa di tutti’, attraverso le facce di mafiosi che siamo abituati a vedere solamente sui giornali e nei telegiornali”.

La mostra, promossa dal Comune di Salemi, sarà inaugurata sabato 23 maggio 2009 alle ore 19,00 nei saloni del Castello in Piazza Alicia a Salemi e resterà aperta al pubblico fino al 6 giugno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...