Vittorio Sgarbi e il manierismo dell’antimafia

In attesa della conferenza stampa di oggi a Palermo, in cui con l’assessore regionale ai Beni Culturali Antonello Antinoro, presenterà alla stampa l’esposizione a Salemi, dal 31 dicembre 2008 al 18 gennaio 2009, de “L’adorazione dei pastori“, celebre dipinto di Pieter Paul Rubens, il sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi con una intervista rilasciata a “IL Giornale” rinnova la polemica sui “professionisti dell’antimafia” sollevatasi a seguito della sua decisione di concedere la cittadinanza onoraria alla signora Agnese Leto Borsellino, vedova del giudice Paolo Borsellino.

I soliti professionisti dell’antimafia

Vittorio Sgarbi è come sempre un fiume in piena. Ma stavolta è anche terribilmente serio. «Questa è una intimidazione gravissima, contro una signora che spontaneamente e nobilmente ha manifestato il suo affetto di fronte a una città che rinasce». Una piccola città, Salemi, che ieri era per tutti la patria dei cugini Salvo, il feudo di Matteo Messina Denaro. E oggi è diventata il laboratorio creativo del sindaco «alieno», dove le case storiche si vendono a un euro, ma chi compra deve ristrutturarle. «Lo sa che la settimana scorsa è venuto a trovarci un inviato di Le Monde? Ha scritto un reportage bellissimo su Salemi».

E ora anche l’«endorsement» della vedova Borsellino.

Perché i fratelli del magistrato ce l’hanno con lei?

«Perché sono dei professionisti dell’antimafia, come quelli denunciati da Sciascia tanti anni fa. La Sicilia oggi sta cambiando: in giro non si sente più quella retorica, quel vittimismo che per troppo tempo ha bloccato lo sviluppo di questa terra magnifica e ricchissima. Evidentemente a qualcuno questo non fa comodo».

Forse la mafia non esiste più?

«Cito il procuratore Piero Grasso, cito l’ultimo libro di Ayala: la mafia c’è ancora, ma oggi lo Stato è più forte. Quindici anni fa la mafia in Sicilia era il potere, oggi no. Mi chiedo se i fratelli di Paolo Borsellino siano contenti o in fondo abbiano un po’ di nostalgia».
Se la mafia ha perso il potere, il merito è proprio dello Stato.

Si è pentito dei suoi attacchi ai magistrati?

«Negli ultimi anni le Procure hanno ottenuto ottimi risultati, spesso sospendendo le garanzie: giustissimo. Ma sono state condotte anche azioni contro innocenti, come Musotto e Calogero Mannino, e io sono fiero delle mie battaglie garantiste. Un magistrato che mette in carcere un innocente compie un crimine peggiore di un sequestro di persona. E questo tema in Italia è ancora molto attuale».

Come lo è la memoria di Borsellino.

«Per questo sono orgoglioso della cittadinanza onoraria a sua moglie. Da assessore a Milano, una delle mie ultime decisioni era stata quella di costruire due obelischi in memoria di Falcone e Borsellino. Spero che Rita Borsellino ora non ordini di bloccare tutto».

*** – Il manierismo del titolo fa riferimento, per essere in tema con la figura di Vittorio Sgarbi critico d’arte, alla corrente artistica detta “manierista”, una corrente, soprattutto pittorica, del XVI secolo che si ispira alla maniera, cioè lo stile, dei grandi artisti che operarono a Roma negli anni precedenti.
Il gusto manierista, sempre più raffinato, autoreferenziale e decorativo, si consumerà alla fine in imprese di estremo virtuosismo per una fruizione sempre più privata ed estremamente elitaria.

Annunci

One thought on “Vittorio Sgarbi e il manierismo dell’antimafia

  1. dite a Sgarbi che sa molto poco dell’antimafia.
    ***Fatti non fummo per viver come bruti ma per seguir virtute e “conoscenza”***… poi … si può anche mandare al rogo.
    ciao

Rispondi a io paspasapan Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...