Trapani – Erice fù …nivia ?

Sapete tutti che alcuni anni fà dopo decenni e decenni di chiacchere Trapani ed Erice sono stati finalmente riuniti da quel meraviglioso mezzo di trasporto che è la funivia. Riuniti, perchè già una volta l’impianto di funivia era andato in malora.

Mezzo di trasporto ecologico, veloce e moderno, ma anche attrattiva impareggiabile e “luogo” di visione senza pari su Trapani e sulle Egadi.

Insomma la funivia Trapani – Erice è una delle, non molte, cose buone che sono state realizzate negli ultimi anni dalla classe politica di questa provincia. Provincia nella quale i politici, per come evidenziano le inchieste di polizia e magistratura preferiscono spesso dedicarsi più agli affari (spesso illeciti) che alle politiche di sviluppo.

Ciò detto e a dimostrazione ulteriore dell’insipienza di questa classe politica, sembra ora che la funivia si avvii alla chiusura tant’è che i dipendenti non hanno ricevuto gli stipendi di novembre e sembra siano in pericolo anche le tredicesime.

Di alcune ragioni per cui sembra che la funivia non possa rimanere aperta avevamo detto in questo post, ora a fronte di impegni presi e non mantenuti dalla Provincia Regionale di Trapani, e per essa dal suo presidente Mimmo Turano, il Sindaco di Erice Giacomo Tranchida, che detiene una quota della società proprietaria dell’impianto, ha lanciato l’allarme.

Il sindaco di Erice ha chiamato in causa il mancato rispetto dei patti da parte dell’amministrazione provinciale, la quale nei mesi scorsi si era impegnata a versare nelle casse del Comune di Erice 150 mila euro l’anno per un triennio, quali somme da investire nella promozione di eventi e attività a sfondo turistico, in maniera tale da incentivare l’utilizzo dell’impianto nei mesi di scarsa affluenza turistica, fare aumentare il numero di utenti e giustificare il mantenimento del servizio.

Tranchida ha ricordato come la sua amministrazione abbia mantenuto gli impegni, a differenza della Provincia che ad oggi non ha versato un solo centesimo.
Tranchida rileva inoltre come il presidente della Provincia Mimmo Turano non si è presentato all’incontro convocato in Prefettura e non ha inviato neanche un sostituto.

Nel frattempo la società continua a vivere nell’incertezza e le casse della Funierice si dice siano vuote.

Il sindaco di Erice infine ha fatto sapere di non essere interessato a stare in società con chi non mantiene gli impegni, non escludendo quindi la possibilità di uscire dalla società, cedendo le proprie azioni.

Che dire di più ?

Di fronte a vicende come questa forte è il desiderio di essere altrove, in luoghi meno ostili al buon senso ed alla civiltà.

Se non avete un biglietto low cost sottomano per una simile destinazione, spero vi basti l’ascolto di “Stairway To Heaven” (Scala per il Paradiso) dei Led Zeppelin.

Led Zeppelin  – Stairway To Heaven

Vittorio Sgarbi sabato su RAI 3 per parlare di Salemi ed ambiente

Sabato 20 dicembre la trasmissione di RAI 3  “Ambiente Italia”  andrà in onda dal castello arabo-normanno di Salemi.
Il collegamento è previsto per le 14,50 e proseguirà fino alle 15,50.
Beppe Rovera intervisterà il sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi sul progetto delle “Case a 1 euro” e sulla tutela del paesaggio.
Con Sgarbi ci sarà il Vice Sindaco Nino Scalisi e gli assessori della sua giunta. 
Nel corso del programma saranno mandati in onda alcuni servizi che la troupe di «Ambiente Italia» sta girando in questi giorni a Salemi e nei comuni della Valle del Belice.