Diarioelettorale apprezza, ma non perde il vizio

Dice qualche frequentatore di questo blog che qui non si sottolineano abbastanza le cose buone che questa amministrazione mette in cantiere.

Così oggi si darà pubblicamente il nostro apprezzamento su due iniziative di questa amministrazione, ma non si mancherà di sottolineare quanta strada resti da compiere e come si sia ben lontani dal poterci ritenere soddisfatti.

Il primo apprezzamento è relativo alla iniziativa promossa da qualche consigliere di  maggioranza tendente a rendere possibile la trasmissione su Internet delle sedute del Consiglio Comunale.
La richiesta sembra non abbia trovato particolari ostacoli, di tipo politico, al contrario di quanto avvenuto ad Erice, dove la diffusione di brani del consiglio comunale su You Tube ha suscitato aspre reazione da parte di alcuni consiglieri di centro-destra.
La realizzazione pratica a cura dei servizi informatici del Comune di Castellammare del Golfo si è poi rivelata particolarmente felice, in quanto da un lato ha permesso di godere di un audio migliore di quello fruibile dal vivo, e dal’altro, la scelta di una soluzione nella logica del “Web 2.0” che rende fruibile il codice anche da parte di siti terzi, consente di amplificare la diffusione.

Ci si è interrogati su altri blog se questo significhi aumento della trasparenza nell’azione ammministrativa.

La risposta è si e no contemporaneamente.

Agevolare l’informazione politica dei cittadini, portando uno dei momenti di assunzione delle decisioni, nelle case dei cittadini stessi, è senz’altro lodevole e contribuisce ad aumentare la conoscenza su ciò che viene discusso e deciso da parte dei rappresentanti del popolo, tuttavia, resta intatta la difficoltà che si incontrava prima e che si incontra ancora oggi, e derivante dal non essere messi in condizione di consultare gli atti ed il loro contenuto.

Permane quindi una ampia e preponderante area di non trasparenza nell’azione amministrativa, che favorisce piuttosto che il sereno confronto sulle cose, i vuoti attegiamenti da opposte tifoserie, per tacere del resto.

Di questo aspetto della trasparenza si era parlato qui.

Il secondo apprezzamento è per il percorso che sembra si intende intraprendere con il progetto “Thetis: un modello di gestione ambientale per il Golfo di Castellammare.”.

Il progetto è stato finanziato nell’ambito del Por Sicilia, misura 4.17- azioni a sostegno della pesca e dell’acquacoltura, che vede coinvolti, in partnership, il Comune di Castellammare del Golfo ed il Consorzio “Golfo di Castellammare per lo sviluppo del patrimonio ittico”.

Scopo del progetto è quello di creare un modello di gestione ambientale, integrato e sostenibile, della fascia costiera del Golfo e dei Comuni che vi ricadono, oltre a creare le linee guida per la “certificazione ambientale territoriale”, secondo lo standard Iso 14001.

Della necessità di un approccio di tale natura all’ambiente ne avevamo parlato qui

Nell’ambito di questo progetto un seminario formativo si terrà il 18 dicembre presso la biblitoeca multimediale “Barbara, Giuseppe e Salvatore Asta” di Piazza Giacomo Matteotti.

Il seminario, dalle 9,00 alle 13,00 sarà rivolto ai tecnici comunali ed agli agenti di polizia municipale, mentre dalle 16,00 alle 20,00 agli operatori turistici, scuole, cittadini.

Prevista la codocenza di un biologo esperto di ambienti marino-costieri e valutatore di sistemi ambientali, un agronomo, un avvocato esperto in normative ambientale, un ingegnere esperto di sistemi Gis applicati alla gestione ambientale, un ingegnere valutatore di sistemi ambientali Iso 140000-EMAS.

Il progetto inzialmente ha previsto l’elaborazione di indicatori specifici per la valutazione degli impatti ed il monitoraggio continuo del sistema di gestione ambientale.

I dati sono stati quindi inseriti in un database gestito da un sistema Gis, strumento che si ritiene utile alle amministrazioni pubbliche per un’attività di gestione ambientale integrata, monitoraggio, pianificazione e marketing territoriale.

L’ente gestore individuato per la certificazione ambientale territoriale Iso 14001, è il consorzio “Golfo di Castellammare”, che comprende Comuni del trapanese e palermitano.

Nell’invitare gli attenti lettori di Diarioelettorale a partecipare al seminario, li invito a sollecitare risposte alle domande:

se e quando è stata avviata la procedura per la certificazione ambientale territoriale Iso 14001 relativamente al Comune di Castellammare del Golfo;

se tale certificazione è anche solo lontanamente ottenibile in assenza di impianti di depurazione delle acque reflue:

se, dove, e come ed in che tempi si intende realizzare il o i depuratori.

Sempre a proposito di depuratore si rinvia a questo post e a quelli citati nello stesso post.

Bipartisan

Ah … ecco il vero significato di “bipartisan”.

“2008-12-17 10:28
Napoli, assessori arrestati coinvolti i parlamentari Bocchino e Lusetti

In cella l’imprenditore Alfredo Romeo, per l’indagine sulla delibera ‘Global service’, un affare da 400 milioni mai partito. I due esponenti del Pdl e del Pd accusati di associazione per delinquere finalizzata alla turbativa d’asta. Dodici persone ai domiciliari: due esponenti della giunta, due ex colleghi e un ex provveditore alle opere pubbliche”

da “Libero News”