Vittorio Sgarbi: “A Milano sono dei terroni”

Intervenendo a Palermo alla presentazione del suo ultimo libro, seduto accanto al presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, il critico d’arte e sindaco di Salemi, Vittorio Sgarbi è stato estremamente critico nei confronti del primo cittadino di Milano, Letizia Moratti.

A Milano si vive in una condizione di minorità rispetto a Salemi, a Milano sono dei terroni“, ha detto Sgarbi, “il paradosso è che Milano non solo non fa le cose che riesce a mettere in pratica Salemi, ma non è in grado nemmeno di concepirle“, ed ancora, “qui, a Salemi e in Sicilia, c’è da sempre la vera civiltà“.

Noi ragazze di Salemi dolcemente nonviolente

In vista della giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, Oliviero Toscani presenta questa sera a Salemi la campagna “Dolcemente nonviolente“.
 
La fotografia, che verrà affissa in formato 6×3, ritrae il sorriso di sei giovani ragazze sulle quali campeggia lo slogan ‘Noi ragazze di Salemi, dolcemente nonviolente‘.
 
A muovere la campagna – dice una nota del Comune di Salemi – un viaggio nel mondo delle giovani donne, che sarà ripercorso in numerosi comuni italiani, personalizzando la fotografia attraverso i volti delle donne del luogo“.

Domani lunedì 24 novembre alle ore 12,00 invece, su iniziativa del Presidente della Regione Raffaele Lombardo, a Palazzo d’Orleans a Palermo, sarà presentato l’ultimo libro di Vittorio Sgarbi, “Clausura a Milano e non solo. Da suor Letizia a Salemi (e ritorno)” pubblicato per i tipi della Bompiani nella collana “Grandi Passaggi”.

Alla presentazione, oltre al Presidente della Regione Raffaele Lombardo, ci saranno l’assessore alla Creatività del Comune di Salemi, Oliviero Toscani, l’imprenditore Luigi Cremonini e il «gastronauta» Davide Paolini.  “Parleremo dell’esperienza di Salemi – dice Vittorio Sgarbi – di ciò che abbiamo già fatto, di quello che c’è in cantiere e delle sfide che ci attendono“.

Nel libro alla città di Salemi Vittorio Sgarbi dedica un intero capitolo, il per raccontare com’è nata l’idea di candidarsi a sindaco e cosa si è fatto in questi primi mesi alla guida della città. 

“Il dissenso – scrive Sgarbi nel libro –  ha un ‘urgenza culturale: è reagire a un’oppressione del pensiero. E’ per questo dissenso, forse, che mi ritrovo sindaco a Salemi … L’immagine di Salemi era legata a Garibaldi, al terremoto del Belice del ’68, alla mafia (è la città dei cugini Salvo). Occorreva innanzitutto un restauro d’immagine. Così ho fatto un restauro simbolico che la Calabria, per esempio, non è riuscita a fare investendo cinquantanove milioni di euro. Di Salemi si parla ora come di un’isola felice, dove tutto può accadere e dove si tenta di dare un nuovo ordine al mondo. E non si parla più di mafia e di terremotati, di disagio, ma di una speranza verso l’avvenire. Il primo restauro è stato fatto, ed è forse il più importante, ora c’è curiosità, c’è attenzione, rispetto e orgoglio”.

Castellammare del Golfo, convocato il Consiglio Comunale.

Convocato per il giorno 25 del mese di Novembre alle ore 18,00 nei locali del Palazzo Municipale, Aula Consiliare, in seduta ordinaria, il Consiglio Comunale di castellammare del Golfo .
L’ordine del giorno prevede 20 punti di cui quattordici tra , adempimenti di rito, interpellanze ed interrogazioni.

Tra i restanti sei punti troviamo: un assestamento di bilancio, il riconoscimento di un debito fuori bilancio, un misterioso punto 16, “IPAB Regina Elena e Vitt. Em. II.-art. 62 L. 6972/1890.”, la proposta di Adozione di una variante alle Norme Tecniche di Attuazione del Piano regolatore Generale e alle Norme Tecniche dell’Urbanistica Commerciale, una proposta di variante al regolamento edilizio ed infine l’approvazione del regolamento sulla consulta turistica comunale al punto venti.

Questi tutti i punti all’O.d.G.:

1. Lettura ed approvazione verbale seduta precedente.

2. Comunicazione del Presidente.

3. Interrogazione del consigliere Cruciata S.no -Prot. n° 0037273 del 17/11/08 ” Falò estivi in località balneari”
4. Interrogazione del Consigliere Cruciata S.no, prot. n° 0037277del 17/11/2008 ” Sistemazione Ambulanti lungomare Spiaggia Plaja”
5. Interpellanza del consigliere Cruciata S.no, prot. n° 0037274 del 17/11/2008 Criteri per la nomina di esperti””
6. Interpellanza del consigliere Cruciata S.no prot. n° 0037275 del 17/11/2008 ” certificazione di staticità, idoneità ed igienicità immobili ad uso scuole pubbliche di proprietà del Comune”
7. Interpellanza del consigliere Cruciata S.no prot. n° 0037281 del 17/11/2008 ” Autorizzazione smaltimento reflui fognari ”
8. Interpellanza del consigliere Galante S.re – Cruciata S.no — prot. n° 0037344 del 17/11/2008 ” Situazione Igienico-sanitaria e pulizia paese raccolta differenziata rifiuti”
9. Interpellanza dei consiglieri Galante S.re -Cruciata S.no -prot. n° 0037345 del 17/11/2008 ” Sistemazione villa comunale e bagni pubblici ”
10. Interpellanza dei consiglieri Galante S.re – Cruciata S.no prot. n° 0037348 del 17/11/2008 ” Gestione biblioteca multimediale”
11. Interpellanza dei consiglieri Galante S.re – Cruciata S.no prot. n° 0037350 del 17/11/2008 ” Situazione Ufficio Tecnico e SUAP”
12. Interpellanza dei consiglieri Galante S.re – Cruciata S.no prot. n° 0037354 del 17/11/2008 ” Iniziative nel campo delle politiche sociali giovanili e dello sport ”
13. Interpellanza dei consiglieri Galante S.re – Cruciata S.no prot. n° 0037255 del 17/11/2008 ” Censimento beni immobiliari del Comune”
14. Interpellanza dei consiglieri Galante S.re- Cruciata S.no prot. n° 0037356 del 17/11/2008 ” efficienza ufficio protocollo”

15. Approvazione assestamento generale del Bilancio di Previsione esercizio Finanziario 2008 e pluriennale 2008/2010, esercizio finanziario 2008.
16. IPAB Regina Elena e Vitt. Em. II.-art. 62 L. 6972/1890.
17. Riconoscimento legittimità debito fuori bilancio derivante da sentenza a seguito di espropriazione per pubblica utilità, in conseguenza della realizzazione del consolidamento della zona a monte del porto art. 194 , Comma 1 lett. A) e D) del D.L.vo n° 267/2000; ditta Russo Marianna + 3″.
18. Adozione di variante alle NTA del PRG e alle N.T dell’Urbanistica Commerciale.
19. Adozione di variante al regolamento edilizio.
20. Approvazione regolamento sulla consulta turistica comunale.

Salemi, “Progetto Terremoto” e comunicazione

Si dice che l’assessorato alla Creatività del Comune di Salemi sia l’unico al mondo con questa denominazione. Noi qualche dubbio lo nutriamo, altri, più esperti di noi e con maggior padronanza delle lingue straniere, potrebbero se interessati, impegnarsi a dimostrarlo.

Si dice anche che l’ Assessorato alla Creatività del Comune di Salemi introduca una novità assoluta: l’arte della comunicazione come metodo di gestione della cosa pubblica. Per tale motivo un gruppo di giovani under 25, motore dell’Assessorato alla Creatività del Comune di Salemi, presenterà domenica 23 novembre, a partire dalle ore 21,00 il “Progetto Terremoto” a cura dell’ Assessorato alla Creatività del Comune di Salemi, alla presenza del sindaco Vittorio Sgarbi e dell’assessore Oliviero Toscani.

Durante la serata, che avrà luogo tra il Castello Arabo Normanno di Salemi e piazza Alicia, sarà presentato il programma di attività in corso da parte dell’Assessorato. Si dice, la creatività, più che il mattone, deve essere la base di partenza per la  ricostruzione di Salemi.

Per intanto ciò che sembra essere mancato all’iniziativa sembra proprio la comunicazione, scarsa e lacunosa.

Salemi sabato sarà capitale della cultura

Esperti provenienti da ogni regione d’ Italia sabato 22 novembre saranno a Salemi per i cosidetti “Stati Generali dei Musei Italiani” in occasione della ventitreesima edizione della manifestazione promossa dalla Fidam (Federazione italiana degli Amici dei Musei) in collaborazione con l’associazione “Amici dei Musei Siciliani” e con il patrocinio del Comune di Salemi.

Tra i relatori ci saranno autorevoli rappresentanti del mondo dell’ arte, delle politiche culturali e della comunicazione museale per discutere dello stato dei musei in Italia, delle prospettive, del ruolo del volontariato, della didattica museale, del marketing, dei servizi aggiuntivi, degli allestimenti, del mecenatismo, dei prestiti, del mercato dell’arte.

Al centro dell’attenzione sarà la nuova figura del “Super Manager” dei beni culturali voluta dal Ministro Bondi.

Ho voluto portare il convegno della Fidam a Salemi – dice – l’assessore al Centro Storico Bernardo Perrier Tortorici di Raffadali, che è anche presidente dell’associazione ‘Amici dei Musei Siciliani’ – perchè quest’anno ricorre il quarantesimo anniversario del sisma nella Valle del Belice, e il nuovo terremoto provocato dall’insediamento della giunta Sgarbi vuole e deve provocare ‘scosse’ positive.“.

Ad introdurre i lavori del convegno sabato alle ore 9,30 sarà l’assessore al Centro Storico Bernardo Perrier, moderatore sarà invece il sindaco Vittorio Sgarbi. Prevista una lista assai densa di qualificati interventi tra questi si segnalano gli interventi di: Alvar Gonzales Palacio sul tema “Prestiti e mostre“, dell’onorevole Michela Vittoria Brambilla, sottosegretario con delega al Turismo sul tema “Il turismo per i musei, i musei per il turismo” e di Philippe Daverio, consulente del Comune di Salemi e critico d’arte, sul tema “Comunicazione e marketing museale“, di Salvatore Carruba del quotidiano “Il Sole 24 Ore” sul tema “Musei e media“.

Chiuderà i lavori l’assessore regionale ai Beni Culturali, Antonello Antinoro.

Trapani, il bicchiere è mezzo vuoto

Sulla vicenda della Autorità Portuale e quindi sul destino del Porto di Trapani, il presidente di Confindustria Trapani, Davide Durante, invita con durezza, la politica e le istituzioni a darsi da fare.
Gli imprenditori locali sono preoccupati perchè non si registrano risposte concrete per un problema che rimane ancora irrisolto: “Registriamo, in questi giorni, un crescendo di attenzione sulla nota questione dell’Autorità Portuale di Trapani, prossima alla liquidazione. Dal consiglio comunale della città, a Sua Eccellenza il vescovo Miccichè, al senatore D’Alì ed a tanti altri, parlamentari e politici … Ci piace immaginare, anche con un pizzico di ottimismo, che un tale schieramento di forze bipartisan non potrà non produrre il risultato auspicato di evitare la chiusura dell’Autorità Portuale di Trapani e di rilanciarne anzi la sua funzione ad Autorità Portuale di sistema dei porti della provincia di Trapani. Non voglio entrare qui nella diatriba se basta aggiungere Favignana e Castellammare del Golfo e poi per il resto si vedrà. La nostra posizione è nota. L’Autorità di sistema di tutti i porti della provincia per cui i diversi enti locali interessati si sono già, peraltro, espressi positivamente … Ci chiediamo cosa ha fatto la politica dall’agosto del 2007 quando lanciammo l’allarme e dall’ottobre del 2007 allorquando associazioni di categoria, sindacati, ordini professionali, tutti insieme, propponemmo l’Autorità di sistema. Ancora una volta lo scorso ottobre abbiamo dovuto rilanciare un nuovo, forse più accorato, allarme affinchè la questione ritornasse al centro dell’attenzione del territorio e delle sue variegate espressioni politiche, istituzionali, sociali ed economiche …Nessun alibi. Se l’Autorità Portuale muore e con essa ogni ipotesi di rilancio e di crescita della nostra portualità, saremo tutti responsabili”. 

Giovedì scorso un magistrato, il Pm Massimo Palmeri, mette sotto sequestro la discarica di Borranea a seguito di una ispezione condotta dalla Guardia di Finanza e scaturita da esposti che lamentavano emissione di polveri e gas e mette nei guai nove Comuni (Trapani, Paceco, Valderice, Erice, Buseto, San Vito, Pantelleria, Egadi, Custonaci) I quali lì conferiscono la spazzatura e che allo stato non hanno dove portare i rifiuti solidi urbani.
Nel frattempo i lavori chiesti dalla Procura sono stati completati, e presto potrà riprendere il conferimento, non più però alle nove amministrazioni ma solo ad otto perchè intanto a seguito di un diverbio scoppiato sabato in Prefettura il sindaco di Trapani Girolamo Fazio ha revocato l’autorizzazione a conferire rifiuti, nella discarica di Borranea, al Comune di Paceco.
Il sindaco Fazio infatti ha diffidato il comune di Paceco dal continuare a conferire i propri rifiuti nella discarica di Borranea, impianto, che è stato realizzato con fondi del comune di Trapani, come ricordato in una nota diramata oggi dal sindaco di Trapani.
Durante quella riunione in Prefettura un incauto assessore all’Ecologia e ambiente del Comune di Paceco aveva chiamato in causa le responsabilità della Trapani Servizi, la società che gestisce l’impianto di Borranea.
Da qui la decisione di Fazio, che ha ricordato come il comune di Paceco non sia né proprietario né socio dell’impianto, né vi siano obblighi per il Comune di Trapani di ricevere i rifiuti della cittò di Paceco.
La pensa diversamente il sindaco di Paceco Biagio Martorana, che ha chiesto aiuto al prefetto Stefano Trotta e annunciato l’intenzione di continuare a portare i rifiuti a Borranea.

Il piano sanitario regionale ridimensiona i posti letto ed i presidi sanitari.
Il Piano di Riordino proposto nei giorni scorsi del direttore dell’ Ausl 9 di Trapani Gaetano D’Antoni e dell’assessore regionale alla Sanità Massimo Russo per il presidente della Provincia Trapani Mimmo Turano il piano di riordino è “meno di una proposta, solamente carta straccia”.
Il Piano non convince Livio Marrocco che vi intravede l’obbiettivo di smembrare definitivamente la struttura ospedaliera di Trapani: ” E’ necessaria una strategia complessiva che permetta di ridare dignità agli ospedali della provincia e, allo stesso tempo che miri a valorizzare tutte le strutture ospedaliere senza penalizzarne nessuna“.

Fin qui le emergenze, per le ipotesi e i programmi di sviluppo c’è tempo.