Salemi, terreni confiscati a mafioso assegnati al Comune

Questi terreni sono una risorsa per la nostra comunità“, lo ha detto il sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi, nel corso di un sopralluogo con alcuni amministratori ed il comandante della stazione dei carabinieri, il maresciallo Giovanni Teri, ad un appezzamento di terreno, nelle campagne del Comune del Belice, confiscato al latitante Salvatore Miceli, ricercato da oltre sette anni per associazione mafiosa e traffico internazionale di droga, ed assegnato al Comune di Salemi.

Si tratta di oltre sessantacinque ettari di terreno, che saranno destinati a finalità sociali. Il terreno, a circa sette chilometri dal centro abitato di Salemi, è attualmente incolto. Annessi agli appezzamenti vi sono alcuni immobili in condizioni di abbandono e allo stato non utilizzabili.

Ad  un ambizioso progetto di utilizzo sociale stanno già lavorando l’assessore all’agricoltura Peter Glidewell e l’assessore alla creatività Oliviero Toscani.

Annunci

Castellammare del Golfo, lunedì 8 settembre Consiglio Comunale

E’ convocato per lunedì 8 settembre alle ore 18,00 nei locali dell’Aula del Centro Polivalente di corso Bernardo Mattarella il Consiglio Comunale di Castellammare del Golfo.

I punti all’ordine del giorno sono sei e tra questi, sull’onda delle recenti polemiche in merito al percorso della processione in occasione della festa della Patrona, l’istituzione di una Commissione comunaleSolennita’ Civile e Religiosa“.

Non mancherà di avere echi in consiglio la vicenda relativa al ventilato trasferimento del plessoBuccellato” di via Canale Vecchio, nei cui locali il sindaco Marzio Bresciani, è intenzionato a trasferire gli uffici dell’Ufficio Tecnico Comunale.

Nella mattinata di mercoledì 3 settembre, genitori ed insegnanti hanno incontrato il sindaco e l’assessore alla pubblica istruzione Daniela Di Benedetto. Nel corso di una discussione particolarmente accesa il Sindaco Marzio Bresciani sembra abbia chiesto ai rappresentanti del comitato di quartiere e dei genitori di formulare loro delle proposte alternative in merito alla localizzazione dell’ Ufficio Tecnico, sul filo di una logica difficile da comprendere, prima ancora che da condividere.

Il nulla di fatto si è concluso con un aggiornamento della riunione alla settimana entrante e con l’impegno da parte dei comitati alla partecipazione ai lavori del Consiglio Comunale e se del caso alla occupazione dell’aula consiliare, intenzione questa ribadita in una intervista ad Alpa1 concessa e trasmessa nella giornata di giovedì 4 settembre.

Nella stessa giornata di giovedì 4 settembre si è tenuta a Castellammare una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza, presieduta dal prefetto Stefano Trotta. In considerazione della delicata situazione, il Prefetto e i rappresentanti delle forze dell’ordine hanno dato la loro disponibilità a collaborare con l’amministrazione per qualsiasi problema riguardante l’ordine e la sicurezza pubblica con interventi ed iniziative idonee a garantire la libera operatività delle istituzioni.