AAA – Salemi giovani di talento cercasi

L’assessore comunale alla Creatività, Diritti umani, Comunicazione e Ambiente, del comune di Salemi Oliviero Toscani, organizza per giovedì 31 luglio, dalle ore 10,00 in poi e per alcuni giorni, nella Chiesa di San Giuseppe, in via Crispi, un casting per selezionare talenti in diverse discipline, dalla fotografia all’artigianato, dal teatro alla musica.
In particolare saranno selezionati giovani che abbiano entusiasmo, energia e soprattutto talento per dare avvio a una serie di progetti dedicati alla valorizzazione della Sicilia.
Chi volesse proporsi, deve contattare Nicolas Ballario al numero 338 1984109.

Vittorio Sgarbi reintegrato

Il provvedimento con cui l’otto maggio 2008 il sindaco di Milano Letizia Moratti ha revocato Vittorio Sgarbi dall’incarico di assessore alla cultura del Comune di Milano non e’ piu’ valido in quanto annullato dal Tar della Lombardia.

E’ stato lo stesso Vittorio Sgarbi, attualmente sindaco di Salemi, con una nota inviata alle redazioni ad informare che il ricorso n°1446 del 2008 presentato dagli avvocati Giampaolo Cicconi e Fiorenza Betti, per conto di Vittorio Sgarbi, è stato accolto dal TAR con sentenza numero 200803045.

 

MILANO — Salemi potrebbe perdere un sindaco, Milano potrebbe ritrovare un assessore. Il Tar della Lombardia ha dato ragione a Vittorio Sgarbi e ha accolto il ricorso con cui il critico contestava il «licenziamento» in tronco da parte del sindaco Letizia Moratti l’8 maggio scorso. Decisione clamorosa. Sgarbi ha già annunciato che venerdì sarà a Milano per l’ultima riunione della giunta prima della pausa estiva. «Certo che ci sarò e vedrete che spettacolo. L’atto della Moratti è illegittimo e moralmente esecrabile».

«Alla Moratti manca la grammatica della democrazia. È un grave sgarro politico. Non si può cacciare un assessore senza una ragione». Annuncia che non abbandonerà Salemi ma che sta «studiando le possibili compatibilità e incompatibilità». Insomma, è sicuro di poterne uscire a testa alta. E in ogni caso ha già pronta la sua vendetta. Sta scrivendo un libro dal titolo (provvisorio) più eloquente che mai: «Clausura a Milano. Da Suor Letizia a Salemi (e ritorno)», che verrà pubblicato da Bompiani a metà ottobre. «È la frase tra parentesi che è importante — chiude Sgarbi — perché io a Milano ritornerò: o come assessore alla Cultura o come presidente della Provincia». Le elezioni sono l’anno prossimo.

di Maurizio Giannattasio

da corriere.it