Apertis Verbis, no grazie

Premessa.

Il titolo dato a questo post si riferisce a questa definizione per contrasto ed in opposizione, e non all’omonimo movimento castellammarese.
La definizione di “fronda” data da Wikipedia di cui riporto l’essenziale e a cui rinvio quanti volessero approfondire ulteriormente:
“… un movimento di opposizione alla politica del Cardinale Mazarino che nacque clandestino e che si manifestò poi apertamente.“.

Tutto ciò premesso per dire che in giro qui a Castellammare tra le fila di Marzio Bresciani tira aria di fronda.
Ambienti bene informati, (si fa per dire), dicono che una forza stimata tra i dieci e i venti candidati consiglieri distribuiti in vario modo nelle liste a suo sostegno abbia cominciato a nutrire dubbi sulla bontà della candidatura Bresciani a Sindaco di Castellammare del Golfo , e che gli stessi sarebbero orientati a lanciargli un messaggio inequivocabile impedendogli il passaggio al primo turno, in attesa di chiarimenti e rassicurazioni non meglio precisate da ottenersi tra il primo ed il secondo turno di ballottaggio.

Tali ambienti accettata “obtorto collo” la candidatura a sindaco di Marzio Bresciani, grazie anche alla fine strategia messa in atto dai registi della “operazione Bresciani” nella fase di preparazione delle candidature, oggi in considerazione del grado di frammentazione politica del centrodestra e più in particolare nel Pdl trapanese, sembrano orientati ad optare per la disponibilità garantita almeno sul piano personale dall’altro candidato il castellammarese e della medesima area politica dottore Nino Mistretta.

Ma tutto questo detto in ogni caso “che non si sappia in giro” e “qui lo dico e qui lo nego“.

Annunci