Grazie Google

Come auspicavomo nel post scriptum a questo post, le nostre preghiere sono state esaudite ed ora per la chiave di  “ricerca “Marzio Bresciani”, candidato accreditato alla vittoria finale per l’elezione a sindaco di Castellammare del Golfo (i cui organi amministrativi sono stati mandati a casa due anni fa per infiltrazioni mafiose), non compare più la pagina:

http://www.narcomafie.it/articoli_2007/art2_5_2007.htm

ma la pagina:

http://it.wordpress.com/tag/marzio-bresciani/

PS anche in questo caso pubblichiamo lo snapshot della pagina .

PPS a seguito della pubblicazione di questo post sembra che almeno per il momento la Serp di Google sia ritornata la medesima del post precedente.

Castellammare: le forze in campo (1)

Iniziamo a valutare le forze in campo partendo dalla lista di Rifondazione Comunista e dal suo candidato sindaco Camillo Navarra.

Nelle amministrative del 2002 la lista non era presente e non esisteva in forma organizzata RC, che nascerà solo negli anni successivi.
Fu presente a quelle elezioni invece la lista Primavera Siciliana collegata al candidato a sindaco Prof. Piero Rotolo, candidatosi in parallelo ed in alternativa all’altro candidato a sindaco di centro-sinistra Dott. Mario Barbara.
In quella occasione Piero Rotolo ebbe una lusinghiera affermazione (1.537 voti), pur rimanendo fuori dal ballottaggio, e la lista collegata ottenne 588 voti ed un consigliere eletto.
In quella occasione evidentemente fu utilizzato e molto il voto disgiunto.

Nella recente tornata del 13 aprile 2008 alle politiche la lista riconducibile a RC “La sinistra l’arcobaleno” conseguì 255 voti ed alle regionali la lista “La sinistra l’arcobaleno Rita Borsellino“, che ne era una versione maggiormente aperta a settori moderati, conseguì 411 voti.

E’ possibile che la lista di Rifondazione Comunista vada oltre questo dato ?

A mio parere no, trattandosi di una lista incompleta, debole e chiusa agli apporti esterni.
E’ quindi altamente probabile che si attesti a metà tra il dato delle politiche e delle regionali, e che non consegua seggi.
Quanto al candidato a sindaco è da ritenere che otterrà più voti della lista, ma in misura fisiologica e con una affermazione nemmeno lontanamente paragonabile a quella di Piero Rotolo nel 2002.

In definitiva la scarsa o nulla capacità politica di questa area libererà tra gli 800 e i mille voti intercettabili in teoria dall’area PD.

Ma sarà cosi ?