E il trasporto pubblico ?

Questa notizia e la constatazione che i governi passano e il trasporto pubblico nella Sicilia occidentale peggiora in maniera ogni giorno sempre più inaccettabile, mi suggerisce una domanda per gli aspiranti presidenti della provincia di Trapani e sindaci del comune di Castellammare del Golfo se:

1) – Considerano prioritario il trasporto pubblico per ogni ipotesi di sviluppo del territorio ?

2) – Quali passi farebbero e presso quali enti per avviare già nei primi cento giorni del loro mandato l’inversione di tendenza ?

Si attendono risposte.

Provincia: cambia tutto ? (3)

Considerazione non peregrina di Antonio D’Alì: “Turano prenderà più voti di quanti ne ho presi io. Ed anche in quella occasione l’Adamo non votò per il candidato della coalizione”.
E’ vero infatti che nell’ultimo scontro per la presidenza della Provincia  erano candidati per il centro-destra il Senatore Antonio D’Alì e per il centro-sinistra il marsalese Massimo Grillo sostenuto in maniera non tanto velata anche dalla Adamo.
In quella occasione (provinciali 2006) finì 127.511 voti per D’Alì e 101.969 per Grillo.

Provincia: cambia tutto ?

Il difficile parto del governo regionale e la clamorosa esclusione dell’onorevole Giulia Adamo dalla compagine di governo, difficilmente potranno essere privi di conseguenze sulle imminenti elezioni per il Presidente della Provincia Regionale di Trapani.

Forte della sua larga messe di suffraggi, (13.352 voti alle scorse regionali),la Adamo aveva rivendicato a se stessa la rappresentanza in sede regionale degli interessi della Provincia di Trapani, ventilando la candidatura alla Presidenza, in caso di non accoglimento delle sue aspirazioni.

In sede di trattativa e di accordi le era stata assicurato un assessorato, e da qui la rinuncia e l’accettazione della non esaltante candidatura di Girolamo Turano dell’UDC, (già trombato di recente alle regionali), in una visione, alquanto triste, dell’ente provincia quale “cimitero degli elefanti“.

Il non mantenimento degli accordi, potrà non portare reazioni significative da parte dell’Adamo ?

Il centro-destra si presenta a queste elezioni apparentemente unito, ma in realtà lacerato da divisioni interne allo schieramento, ed ai singoli partiti.
Si consideri che la candidatura Turano è stata accettata a fatica nell’ambito del suo stesso partito, e che Turano nel corso della sua carriera politica ha alimentato più divisioni che aggregazioni (in una sorta di “se lo conosci lo eviti“) tanto da portarlo alle recenti regionali nella sua stessa città Alcamo, ad un secondo posto con soli 1.980 voti a fronte dei 2.585 di Francesco Regina  e dei 1.287 dell’esordiente Lo Giudice Giuseppe nella lista del suo partito.

Resta il fatto che in sede regionale al tavolo delle trattative del centro-destra Turano è riuscito a farsi imporre quale candidato unico per la Presidenza della Provincia Regionale di Trapani.

Lo schieramento di centro-sinistra, al contrario, si presenta apparentemente diviso, ma di una divisione, che una volta tanto, potrebbe costituire l’ arma vincente, in una delle provincie siciliane in cui lo stesso centro sinistra è più competitivo.
Una nutrita rappresentanza parlamentare costituita da un deputato nazionale e tre deputati regionali, tra neoeletti e riconfermati, distribuiti su tre piazze strategiche (Alcamo, Salemi e l’Agro Ericino), e tra questi è stato individuato, il candidato alla Presidenza Onorevole Camillo Oddo.

A sinistra Rifondazione Comunista si candida ad offrire rappresentanza a quanti intendono condizionare da sinistra il PD schierando il castellammarese Dottor Salvino Mazzara, un candidato con ottime possibilità di aggregazione del consenso, anche fuori dall’estrema sinistra, e che in definitiva, con terminologia militare, potrebbe contribuire ad aumentare la “potenza di fuoco” del centro-sinistra di quel tanto che sommato ai fattori di divisione interna dello schieramento opposto, porterebbe al ballottagio Turano.

E qui sarebbe tutta un’altra storia…

Candidati a sindaco, assessori e liste di sostegno

Candidato sindaco: SALVO BOLOGNA

Lista PD
 
Rosario Bambina, Massimo Bonventre, Girolamo Caleca, Giovanni Cascio, Calogero Corbo, Sebastiano Cruciata, Salvatore Galante, Antonio Fundarò, Domenico Grassa, Giuseppe Maltese, Antonella Paratore, Giovanni Portuesi, Grazia Maria Sabella, Maria Tesè, Angela Giuseppa Aguanno, Girolamo Tarantola, Giuseppa Grimaldi.

Assessori designati: Ignazio Bica, Maria Grazia Filippazzo, Grazia Maria Stella.

Candidato sindaco: MARZIO BRESCIANI

Lista PDL
 
Vincenza Barone, Epifanio Bonventre, Domenico Bucca, Giovanni Ciufia, Liliana Maria Ignazia Crociata, Giuseppe Maria Crociata, Alessandra D’Aguanno, Giuseppe Di Legami, Leonardo Di Stefano, Valerio Duca, Pietro Ilardi, Camillo Sergio Impastato, Nicola Lentini, Salvatore Maiorana, Pietro Monticciolo, Vincenzo Palizzolo, Giovanni Pilara, Francesco Poma, Giuseppe Schiavo, Cecilia Vasile.

Lista civica Bresciani Sindaco
 
Mariano Asaro, Matteo Bongiovanni, Felice Buccellato, Francesco Caleca, Gaspare Caleca, Paola Ciaravino, Rosalia Como, Salvatore Como, Vito Di Stefano, Rosanna Fasulo, Roberto Filogamo, Giuseppe Fontana, Carlo Ligotti, Maria Lorito, Leonardo Mancuso, Fabio Giuseppe Mililli, Ivano Motisi, Oreste Orlando, Maria Giuseppa Pipitone.

Lista Psdi
 
Antonino Oliva, Cristian Aiello, Francesco Anselmo, Rosario Bonnino, Pasquale Barone, Daniela Blunda, Nazzareno Ciotti, Domenico Como, Gaspare Compagno, Vito D’Anna, Giuseppa Gerbino, Samantha Leone, Vito Milotta, Federico Mistretta, Rosario Pisciotta, Giuseppe Saccheri, Antonino Sottile, Bernardo Stabile, Vitalba Turrigiano, Andrea Marcello Tumbarello.

Lista Sviluppo e Lavoro
 
Epifanio Asaro, Antonio Buscemi, Piero Colomba, Antonio Como, Giacomo Curatolo, Sebastiano Cusenza, Mario Di Filippi, Leonello Di Gregorio, Roberto Di Stefano, Sebastiano Ferrarello, Francesco Foderà, Vincenza Fundarò, Girolamo Genna, Antonio Giovanni Mercadante, Salvatore Ippolito, Gaetano Miranda, Giovanni Battista Pizzo, Lorenzo Sciacca, Antonio Stabile, Annunziata Gisella Venezia.

Lista civica Castellammare democratica unita
 
Gaspare Canzonieri, Giuseppe Arena, Domenica Asaro, Nicola Di Bartolo, Alessandro Di Benedetto, Andrea Maggio, Santo Mattarella, Girolamo Melodia, Tommaso Notaro, Maurizio Paradiso, Michele Pellegrino, Antonio Russo, Salvatore Saraceno, Simone Scaraglino, Paolo Siliprandi, Giuseppe Stabile, Lucia Tedeschi, Alberto Manzo, Orsola Ventimiglia.

Assessori designati: Giuseppe Fundarò, Carlo Navarra, Antonietta Maniaci.

Candidato sindaco: ANTONINO MISTRETTA

Lista Mpa
 
Valentina Minore, Lorena Di Gregorio, Giuseppe Barone, Abderrazek Ben Rejeb, Alberto Calabrò, Saverio Cammisa, Luigi Vincenzo Castronovo, Silvestro Colomba, Sebastiano Cusenza, Tommaso Giaconia, Sebastiano Internicola, Domenico Leone, Vincenzo Ligotti, Giuseppe Mercadante, Giuseppe Norfo, Giuseppe Paduvano, Antonino Puma, Francesco Villarosa, Antonino Adragna, Francesco Milazzo.

Lista Udc
 
Silvana Gervasi, Giuseppa Valenti, Antonino Alagna, Vito Bonventre, Vito Buccellato, Salvatore Russo, Vito Marcello Cacciatore, Salvatore Carrara, Salvatore Colomba, Giovanni Cusenza, Francesco Ferrara, Paolo Lucchese, Antonino Navarra, Giuseppe Paduano, Sebastiano Sabadino, Antonella Sclafani, Pietro Turriciano.

Assessori designati: Rosaria Marchello, Savino Augugliaro, Franco Navarra, Tommaso Sclafani.

Candidato sindaco:CAMILLO NAVARRA

Lista Rifondazione Comunista
 
Camillo Navarra, Francesca Abitabile, Maria Rosa Baldo, Antonina Cascio, Maria Lorena Corso, Yanira Pinilla, Mariano Caleca, Giuseppe Caroddo, Giacomo Cascio, Matteo Coppola, Mariano Di Nicola, Eneas Ghioldi, Pietro Ilardi, Giuseppe Margagliotti, Salvatore Morsellino, Camillo Navarra, Leonardo Stellino, Vincenzo Vivona.

Assessori designati: Cathy La Torre, Mariangela Galante, Yanira Pinilla.

 

Clamoroso !

Esclusa dalla Commissione Elettorale per la non rispondemza a più punti della legge elettorale la lista “Sviluppo e Lavoro“, che si riferiva al Consulente del lavoro Nicola coppola, già Sindaco della Città e schierata a sostegno del candidato Sindaco Marzio Bresciani.

Scendono quindi ad otto le liste partecipanti alla competizione, e a quattro le liste a sostegno dell’ingegnere Marzio Bresciani.

Aggiunta del 25/05/2008

Riammessa la lista “Sviluppo e Lavoro” . Tornano a nove le liste partecipanti e a cinque le liste a sostegno del candidato Sindaco Ingegnere Marzio Bresciani.