Se il buongiorno si vede dal mattino

Ho appena finito di assistere su Tele Occidente alla trasmissione in studio “L’Agorà” dedicata al confronto (alla presenza tra gli altri dei giornalisti castellammaresi Annalisa Ferrante e Roberto Spina), tra i candidati a Sindaco del Comune di Castellammare del Golfo.

Assente non giustificabile, il candidato che và per la maggiore Ingegnere Marzio Bresciani, il confronto assai civile, ha visto esprimere i diversi punti di vista dei candidati sulle problematiche più rilevanti ed urgenti per la comunità castellammarese.

A fine trasmissione ho tirato le somme e stilato la mia personalissima classifica, voi se ritenete, ignoratela pure e stilatene altre.

Al quarto posto l’ingegnere Bresciani, in quanto chi si candida alla guida della città (a maggior ragione se non è castellammarese) in questo periodo detto di “campagna elettorale” non può accampare ragioni prioritarie rispetto a quelle del confronto civile e della prospettazione delle proprie idee.

Al terzo posto metterei il candidato del PD Salvo Bologna, armato di tante buone intenzioni, ma apparso più che altro “il giovane” del gruppo, nel senso positivo che correntemente si tende ad attribuire al termine, ma che nel contempo ne connota la estraneità rispetto al contesto.  Mi chiedo spesso quando smetteremo in Italia di chiamare con l’appellativo di “giovane” chiunque a qualsiasi età possa vantare assenza di storia politica, inesperienza ed assenza di qualsiasi cultura amministrativa.

Al secondo posto il candidato di Rifondazione Comunista Camillo Navarra, per avere dimostrato di conoscere, seppure da cittadino (nel senso più nobile del termine), più che da politico, le problematiche del territorio e le relative possibili soluzioni. Tuttavia su alcune (depuratore e metano), non ha affrontato e risolto le contraddizioni, cosa che ha il dovere di fare chi si candida a Sindaco e non tutto al più a capo dell’opposizione.

Al primo posto ho visto il dottor Antonino Mistretta, che ha fatto prevalere la sua esperienza politica precedente (di consigliere comunale prima, assessore e consigliere provinciale poi) per potere mostrare conoscenza dell’iter da seguire per affrontare alcuni problemi urgenti e alcune idee guida per lo sviluppo (condivisibili o meno, quale quella della cittadella dello sport) che tuttavia tentano di aprire la città al futuro, oltre il contingente.

Ed ora dite la vostra.

10 thoughts on “Se il buongiorno si vede dal mattino

  1. Mentre gli altri candidati sindaci si confrontavano in tv, il Candidato sindaco Bresciani si confrontava con la popolazione del quartiere di Bocca della Carrubba per parlare con le persone e comprendere a fondo le reali esigenze della gente.Pertanto l’assenza dalla trasmissione e’ampiamente giustificata ed estremamente piu’ concreta .Castellammare ha bisogno di gente che si rimbocchi le maniche e non di squallide apparizioni televisive.

  2. Il confronto attivo e non passivo con i cittadini è un passaggio fondamentale di qualsiasi campagna elettorale. Detto questo credo che il “Marziano” Bresciani sia sfuggito al confronto con gli altri candidati perchè facilmente attaccabile vista la sua doppiezza politica: da un lato dice di voler cambiare, dall’altra ripresenta gran parte dei vecchi amministratori che hanno concorso ad affondare Castellammare. Gli unici candidati a sindaco che rappresentano discontinuità con la vecchia amministrazione responsabile del sottosviluppo di castellammare, sono Camillo Navarra e Salvo Bologna.

  3. Concordo sul primo posto per Mistretta ed anche sugli altri. però il dottore sta cosa della cittadella dello sport poteva proprio evitarla, non credi? Solite cose per ingrassare il programma, soliti “iuculani”
    Saluti
    Annalisa

  4. Vorrei aggiungere anche il mio commento.Ho visto il confronto fra i tre candidati a diventare primo cittadino e a parte il giudizio che si commenta da solo sull’assenza della persona che è diventata un fenomeno mediatico di bocca in bocca, metterei al primo posto Salvo Bologna perchè rappresenta anagraficamente e politicamente il nuovo,ma anche la voglia di rinnovamento e cambiamento nel paese che ha bisogno di guardare al futuro con un punto di vista diverso.

  5. Secondo il mio parere il primo posto di Mistretta è giusto. Per quanto riguarda la cittadella dello sport, penso che sia un’idea valida e non , se una persone ha delle idee, queste vengono bocciate immediatamente perchè irrealizzabili o ridicole..pensiamo invece al modo per poterle realizzare!!
    Per quanto riguarda la candidatura di Bresciani: non abbiamo bisogno di un ingegnere alle prime armi politiche, e per di più appoggiato da personaggi facenti parte della passata amministrazione!
    …..un pò di serità e maturità…

  6. Gentili signori,
    vivendo in un’altra citta (la capitale) non ho avuto modo e piacere di poter assistere al confronto politico tra i candidati a sindaco. Ho comunque avuto modo di sentire i diversi rumors a favore/sfavore degli assenti oltre che commenti sulle capacità di comunicazione e “solidità” politica degli astanti. In generale vorrei fare un commento. Spero, vivamente, che i propositi elettorali dimostrino una prospettiva del paese con idee che siano programmi attuativi già magari evidenziando la disponibilità di risorse o le fonti da cui attingere. Per fare, è necessario avere una visione di insieme, tracciare una rotta e poi perseguirla, cercando di controllare gli sforzi ed i costi. In questo corollario, quindi è immediatamente necessario definire azioni concrete e non promesse da monetizzare ad uso singolare del “votante” che promette un voto per ottenere subito il suo “premio”. La direzione deve essere quella di far evolvere il Paese con azioni programmatiche serie che bandiscano la politica delle promesse a pochi (e spesso insoddisfatte) e privilegi la poletica dei programmi, delle persone capaci di attuarli e del coinvolgimento della popolazione soprattutto come controllore e garante della efficacia e qualità dell’amministrazione locale. Realtà come Castellammare, a me molto cara, hanno dimensioni tali che la compagine politica sia giorno dopo giorno a contatto con la società. E su questi presupposti che vanno definiti programmi di partecipazione cittadina, affinchè ognuno possa contribuire in modo propositivo, evitando atteggiamenti di critica sterile e deresponsabilizzanti, cui spesso assisto. E’ naturale quindi, invitare al voto, senza indicare una preferenza, ma cercando di individuare chi, fra i candidati, dimostra “solidità” politica, allontanando i fantasmi del passato che hanno dimostrato di “impoverire” il Paese. Scusate se vi ho tediato. Grazie per l’attenzione

  7. Non sono d’accordo con la classifica da voi proposta, Marzio Bresciani per la sua competenza e credibilità può risolevare le sorti del paese, purtroppo per evitare che una persona qualificata come Bresciani venisse bruciato dalle zavorre miasmatiche politiche di Castellammare necessariamente ha dovuto accettare delle alleanze con personaggi della vecchia politica.
    Perchè non dite secondo voi chi sono questi che stanno dietro a Bresciani che hanno fatto commissariare il comune? Dovete avere il coraggio di denunciare, ma fate i nomi forse vi accorgerete che non c’è tanto meno marcio che nelle altre liste.
    Quindi per competenza e integrità io metterei Marzio Bresciani come il primo in classifica
    Mistretta come secondo. Mistretta ha un programma politico ridicolo, e sinceramente siamo stanchi dei soliti medici come lo era Ancora che non hanno il polso di cambiare le sorti del paese e poi all’interno delle sue liste ci sono proprio consiglieri della scorsa legislatura quindi da questo punto di vista non può vantare quella limpidità che molti vorrebbero attribuirgli.
    Al terzo posto metterei Salvo Bologna. Troppo giovane e inesperto per guidare il paese, come personalità non ha quelle qualità di fermezza per opporsi agli assalti che vengono fatti ad un sindaco, meglio per lui fare un pò di gavetta come consigliere ….
    Camillo Navarra al 4° posto nella speranza che con questa sua candidatura metta fine definitavamente alla sua carriera politica e tolga dalla cittadina della sua ingombrante presenza che blocca da un pò di tempo le nuove leve della sinistra castellammarese.
    Mettere all’ultimo posto Bresciani solo per la mancata presenza ad una trasmissione televisiva non è un metro di paragone per giudicare se una persona è in grado di poter fare o meno il sindaco…
    Forza Bresciani – prima ti eleggono e poi butti fuori le mele marce che ti occluderanno la strada per far decollare il nostro martoriato paese
    Ipso dixit

  8. Da castellammarese con una esperienza politica da consigliere alle spalle faccio i migliori auguri ai futuri amministratori di questo nostro (espropriato) splendido e difficile paese. Difficile da comprendere, difficile da vivere…. ma facile da amare.
    Ne hanno sicuramente bisogno, chiunque essi siano, marziani o no…. Io mio sono tirato fuori ma per quella poca esperienza che ho vi posso assicurare che le buone intenzioni si scontreranno con la dura realtà che (e non tutti sembrano rendersene conto) NON SARA’ PIU’ LA STESSA ANTE-COMMISSARIAMENTO!!!!
    Questo non è stato una parentesi, chiusa la quale si tornerà come prima: più nulla sarà come prima (e questo è un bene) ma le difficoltà di tornare ad una “vita normale” di un paeses civile saranno decuplicate….
    Il paese è e rimarrà ancora non si sa per quanto tempo sotto i riflettori degli inquirenti, della magistratura, delle forze dell’ordine, ormai di casa più dei tecnici all’Ufficio Tecnico….
    Cosa dire: un grande IN BOCCA AL LUPO…. e crepi il lupo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...