Salemi, Napolitano ha firmato il decreto di scioglimento

D.P.R. 30/03/2012 Scioglimento del consiglio comunale di SALEMI (Trapani) per la durata di diciotto mesi e contestuale affidamento della gestione del medesimo comune alla commissione straordinaria composta da: dr. Leopoldo FALCO – viceprefetto; dr. Nicola DIOMEDE – viceprefetto; dr. Vincenzo LO FERMO – dirigente di II fascia, Area I.

Valderice verso il commissariamento per infiltrazioni mafiose

Il quadro emerso con l’ inchiesta di ieri, al di là degli aspetti penali relativi ai singoli indagati, innocenti fino a definitiva condanna,  indica l’emergere o per meglio dire il riemergere nell’ambito dell’amministrazione di un ente locale della nostra provincia della commistione tra politica e malaffare.

E’ assai probabile che il Prefetto avvii, di qui a non molto, le procedure previste dall’articolo 143 del T.U. dell’Ordinamento degli Enti Locali, per intenderci quello che ha per titolo: “Scioglimento dei consigli comunali e provinciali conseguente a fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso” 

Un consiglio ci sentiamo di dare alla collettività valdericina, quello di chiedere, sommessamene o a gran voce facciano loro, le dimissioni immediate, per il bene della cittadina dell’ericino, del consiglio comunale e del sindaco.

Ciò non darà loro la matematica certezza di evitare un ignominioso e dannoso, per l’intera collettività, commissariamento per infiltrazioni mafiose, ma potrebbe essere un utile contributo, ed un indicatore di una ritrovata unità d’intenti, della collettività in direzione del contrasto alla mafia ed alle sue infiltrazioni.