Da Mazara del Vallo e Salemi, cronaca dalle capitali

A Mazara del Vallo

Sarà una giovane donna Rania Achour, 23 anni, figlia di immigrati di origini tunisine a guidare la lista del Pdl per le elezioni amministrative della città di Mazara del Vallo, seconda marineria d’Italia dopo San Benedetto del Tronto.

Lo ha reso noto il deputato del Pdl Nicola Cristaldi, candidato a sindaco di Mazara del Vallo. 

Rania Achour, diplomata al Liceo Linguistico, parla correttamente l’arabo, l’italiano, il francese e lo spagnolo e l’inglese.  Achour è figlia di Moktar e di Sonia, venuti a Mazara del Vallo dalla Tunisia oltre trent’anni fa.  Ha due fratelli di 8 e 22 anni. Il padre era marinaio, prima di diventare proprietario di un peschereccio.

“Mazara può realmente diventare una città multiculturale – ha detto Rania Achour – a patto che sappia utilizzare bene la sua storia e quella dei popoli che in questa terra sono venuti nei secoli. Essere candidata in una città che fu capitale durante la dominazione degli Arabi nell’827 mi inorgoglisce e mi spinge a lavorare per un progetto di collaborazione tra i Mazaresi e la comunità araba”.

A Salemi intanto

Lo psichiatra e scrittore Paolo Crepet è il nuovo “Assessore ai Sogni” del Comune di Salemi. 

Lo ha designato, a Palermo, nel corso di una conferenza stampa all’Assemblea regionale siciliana promossa per parlare di diritti umani con il vice presidente del Parlamento del Tibet in esilio, Dolma Gyari e il presidente dell’Ars Francesco Cascio, il sindaco Vittorio Sgarbi raccogliendo la proposta di Oliviero Toscani che del comune siciliano è l’assessore alla Creatività e ai Diritti Umani. 

Crepet è l’ultimo, in ordine cronologico, degli assessori designati da Vittorio Sgarbi dal luglio scorso quando è stato eletto sindaco di Salemi in provincia di Trapani. In precedenza, oltre all’assessore al Nulla Graziano Cecchini, il sindaco ha nominato come “esterni” nell’esecutivo che governa la città lo chef Fulvio Pierangelini “assessore alle Mani in Pasta”, il “gastronauta” Davide Paolini “assessore al Gusto e Disgusto”. 

Paolo Crepet, da ieri a Salemi assieme a Sgarbi e Toscani per programmare una serie di iniziative, s’è detto “soddisfatto ed entusiasta” della nomina.