Che siamo messi veramente male lo dicono anche i vescovi

(ANSA) – VALDERICE (TRAPANI) , 17 GIU – ”L’emigrazione verso il nord del paese e’ ripresa alla grande” E’ la denuncia di monsignor Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo.

Solo in Sicilia si parla di 60 mila persone che sono andate in altre citta’ per cercare lavoro. Sono soprattutto giovani precari”, ha aggiunto il presule partecipando ad un incontro organizzato dalla Caritas italiana sull’immigrazione nel Mediterraneo. Il vescovo ha parlato di una situazione molto grave nelle regioni meridionali, ”c’e’ un gap difficile da colmare e la nostra classe politica e’ inadeguata”.(ANSA).

da ANSA.IT

IMMIGRATI: MONS. MOGAVERO, CHIESA ESCA DA SILENZIO E PROVOCHI POLITICA

(ASCA) – Valderice (Tp), 17 giu – La Chiesa deve uscire dalla ”situazione neutrale di silenzio” in cui si e’ rifugiata fino ad oggi di fronte alle scelte della politica in materia di immigrazione, ma deve cominciare a giocare un ruolo di ”provocazione politica per il governo e per il Paese’‘. Lo ha detto questa mattina il vescovo di Mazara del Vallo, mons.Domenico Mogavero, intervenendo al Forum ”Migramed” delle Caritas del Mediterraneo organizzato dalla Caritas Italiana.

Questo, ha aggiunto, e’ ”necessario perche’ ci sono opzioni che non si conciliano con il Vangelo”.

Per mons. Mogavero, ”non possiamo offrire copertura alle posizioni di rifiuto, di larvato razzismo, di xenofobia che di tanto in tanto affiorano qua e la”’.

da ASCA.IT

Anche Totò Cintola, il deputato regionale, inguaiato dalla “cacaina” !

Palermo, quel deputato con il vizietto della droga

PALERMO – “Ha mandato l’autista a comprare la cocaina“, secondo l’accusa. Ed è per questo che il deputato regionale Salvatore Cintola, 68 anni, dell’Udc, è indagato per peculato. C’è anche il nome del parlamentare fra i clienti della rete di spacciatori palermitani bloccati la notte scorsa dalla sezione narcotici della Squadra mobile che ha portato all’arresto di 29 persone.

Secondo i magistrati, Cintola, mentre era a Palazzo dei Normanni, sede dell’assemblea regionale siciliana, avrebbe dato disposizioni alla segretaria per acquistare la cocaina. E i soldi, circa mille euro in contanti, li avrebbe mandati con l’autista in auto blu. È per questo che il deputato è stato indagato. Come consumatore di stupefacenti non gli viene contestato alcun reato.

Agli atti dell’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Marcello Viola e dall’aggiunto Teresa Principato ci sarebbero le conversazioni intercettate al telefono fra uno spacciatore e la segretaria di Cintola, che discutono dell’acquisto di cocaina destinata al politico.

Nel 2004, dopo l’ennesimo dialogo, i poliziotti fecero irruzione nella segreteria del parlamentare, ex assessore regionale al Bilancio nel governo guidato da Salvatore Cuffaro, sequestrando dieci grammi di droga. Cintola è stato indagato nei mesi scorsi anche per corruzione dopo le dichiarazioni di Massimo Ciancimino su alcune tangenti pagate per i lavori di metanizzazione nei comuni siciliani.

L’indagine è emersa nell’ambito dell’operazione antidroga della notte scorsa che ha riguardato diverse città (Palermo, Napoli e Firenze). I 29 provvedimenti sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Palermo, Piergiorgio Morosini, su richiesta dei Pm della Dda Emanuele Ravaglioli e Marcello Viola coordinati dal Procuratore aggiunto Maria Teresa Principato.

L’indagine, durata circa due anni, ha consentito di smantellare una ramificata associazione criminale, dedita al traffico di sostanze stupefacenti, sopratutto hashish e cocaina, sul territorio nazionale ed in particolare nel palermitano. L’operazione denominata in codice “Dolly Show”, ha portato al sequestro, in più riprese, di oltre 60 kg di hashish e 4 kg di cocaina, trasportati da corrieri italiani tratti poi in arresto.

da La Sicilia

Sotto i dialoghi esilaranti tra il commissario Saracino(Totò) e l’ispettore di dogana Mastrillo (Nino Taranto) in “Totò contro i quattro” del 1963 per la regia di Steno.
Si parla anche di “cacaina”.

Ma sbaglio o non accade solo a Campobello di Licata ?

Campobello di Licata, il sindaco chiude il Comune: casse a secco

CAMPOBELLO DI LICATA. Il sindaco di Campobello di Licata, Michele Termini, questa mattina ha chiuso il Comune per protesta. Sul portone d’ingresso al municipio ha affisso un segnale di divieto di accesso con la scritta: “Decreto legge n. 78 del 31 maggio 2010. Siamo vittime dell’indifferenza dello Stato. Il vostro sindaco”. Termini intende così richiamare l’attenzione dei cittadini sull’impossibilità di rispettare il patto di stabilità. Il Comune di Campobello di Licata era stato sciolto per mafia e commissariato. Adesso è tornato ad essere amministrato regolarmente. L’Anci Sicilia ha definito “impresa impossibile” il rispetto dei vincoli da parte di alcuni Comuni come Campobello di Licata. Sotto la gestione commissariale, Campobello di Licata, aveva goduto di fondi straordinari dallo Stato e di una sospensione del patto di stabilità. Tornando allo status ordinario, la nuova amministrazione è obbligata al rispetto del patto, con un peso economico precedente che ammonta a 5 milioni di euro. Il sindaco ha anche listato a lutto la fascia tricolore “perché non può un intero paese essere abbandonato. Lo Stato ci sta condannando”. Il sindaco spera in una norma che consenta di andare in deroga al patto di stabilità. “E’ paradossale – dice Termini – che per salvare il mio paese devo sperare in un altro scioglimento per mafia, perché solo con il commissariamento si può andare in deroga al patto di stabilità”.

da GDS.IT

Silvio Berlusconi uno di noi

Dalla dichiarazione dei redditi 2009 relativa ai redditi prodotti nel 2008 del Presidente del consiglio onorevole Silvio Berlusconi, il più amato dagli italiani, si ricava che nel 2008 ha portato a casa da buon padre di famiglia, la ben modica cifra di:

23.570.981,00 (diconsi ventitremilionicinquecentosettantamilaenovecentoottantuno) Euro

che ove la dividiamo per 365 (i giorni dell’anno… forse il 2008 era bisesto, ma cambierebbe poco) fa;

64.578,00 (in lettere sessantaquattromilaecinquecentosettantaotto) Euro al giorno, tutti i giorni, compresi i festivi, Natale e Santo stefano,

che se dividiamo questa cifra per 24, (le ore del giorno), fa;

2.691,00 (in lettere duemilaseicentonovantuno) Euro l’ora, tutte le ore, sia che dormisse, fosse sveglio, in viaggio, in bagno, con Letta, con Bondi o con Schifani,

e che infine se dividiamo per 60 (i minuti) fa;

45,00 (in lettere quarantacinque) Euro al minuto, sia che riposasse, dormisse, sorridesse, facesse pipì o pupù.

Lascio a voi ogni altra considerazione su quanto fortunato sia un uomo che più sta sulla tazza e più guadagna e per il quale quindi niente è spreco, niente è superfluo.

Ciò detto, ed in corsiderazione che come si dice: “Silvio Berlusconi è ricco di suo”, vi sembra appena, appena, credibile quanto afferma questa signora ?

Patrizia Toia: “Bocciata legge scandalosa”. Da Strasburgo, Patrizia Toia (Pd), vicepresidente della Commissione Industria al Parlamento Europeo e relatrice europea in materia di telecomunicazioni-dividendo digitale, definisce la sentenza Ue “una grave bocciatura per una delle leggi più scandalose e palesemente inique varate dal Governo Berlusconi negli ultimi anni – si legge in una nota -. È la certificazione inappellabile del conflitto di interessi della famiglia Berlusconi in materia di telecomunicazioni”. “I giudici europei – prosegue Toia – dichiarano espressamente che la decisione del Governo Berlusconi di stanziare soldi pubblici a fondo perduto per incentivare l’acquisto di decoder digitali terrestri, il cui principale produttore italiano, va ricordato, é Paolo Berlusconi, non era una misura neutra ma ha avvantaggiato Mediaset, la tv di proprietà di Silvio Berlusconi. Ci auguriamo, ora, che a farne le spese non siano i lavoratori o i tanti piccoli azionisti di Mediaset, società quotata in Borsa”. “.

La vicenda per i distratti è questa riportata da La Repubblicanell’ambito del processo di conversione dei segnali televisivi al sistema digitale, avviato in Italia nel 2001 e che prevede il passaggio definitivo al sistema digitale entro il novembre del 2012, la legge finanziaria del 2004 aveva previsto un contributo pubblico di 150 euro per ogni utente che avesse acquistato o locato un apparecchio per la ricezione di segnali televisivi digitali terrestri. Lo stesso aiuto veniva rifinanziato, nel 2005, per un importo ridotto a 70 euro. Il limite di spesa del contributo ammontava, per ogni anno, a 110 milioni di euro.

Un giorno dopo

Potevo lasciarmi sfuggire l’occasione per rendere omaggio ai 70 anni di Francesco Guccini, con una clamorosa e orrenda storpiatura, nel titolo, di uno dei suoi album più amati, quel “Due anni dopo” di “Primavera di Praga”, “L’Ubriaco” e “Ophelia”, per citarne solo tre ?

Certo che no !

E così vai di “youtube” con i tre pezzi a cui sono più affezionato

Incontro da Radici del 1972

Piccola storia ignobile da Via Paolo Fabbri 43 1976

Autogrill da Guccini 1983

Castellammare nel distretto tematico dei “Borghi Marinari” ?

Dopo l’adesione ad un distretto turistico da denominarsi di cui si è detto qui, e che dovrebbe mettere assieme i comuni di Mazara del Vallo, Campobello di Mazara, Buseto Palizzolo, Calatafimi-Segesta, Castellammare del Golfo, Custonaci, Erice, Marsala, Paceco, Petrosino, San Vito Lo Capo, Trapani e Valderice, ora sembra che il Comune di Castellammare del Golfo abbia aderito anche al Distretto Tematico a valenza turistica denominato, (con scarsa originalità, in quanto esiste già un consorzio con analogo nome e finalità assai simili di cui fanno parte i comuni di:  Brolo, Cefalù, Giardini Naxos, Licata, Marsala, Mazara del Vallo, Menfi, Milazzo, Portopalo di Capo Passero e Sciacca), dei “Borghi Marinari“, di cui riferisce questa nota:

“Il sindaco del Comune di Ribera Carmelo Pace ha sottoscritto un protocollo d’intesa per la costituzione del Distretto Tematico a valenza turistica denominato “Borghi Marinari”.

Il Circuito dei “Borghi Marinari” unisce in un unico progetto le città siciliane a vocazione turistica marinara di maggiore rilievo anche dal punto di vista storico-culturale.
Hanno già aderito all’iniziativa i seguenti comuni: Aci Castello, Avola, Brolo, Castellammare del Golfo, Mascali, Mazzara del Vallo, Menfi, Milazzo, Portopalo di Capo Passero, Ribera, Santa Flavia, S. Agata Militello e Sciacca.

”Un iniziativa assolutamente importante per il nostro comune – spiega il sindaco Pace- che ci vede uniti a realtà turistiche primarie siciliane geograficamente distanti, ma accomunate dalla stessa vocazione turistica. L’adesione al distretto ci consentirà di usufruire dei benefici previsti dalla direttiva dell’Assessorato Regionale al Turismo. Tale direttiva prevede l’erogazione di contributi e finanziamenti in favore dei distretti tematici a valenza turistica degli operatori economici presenti nei territori che rientrano nei distretti. Un primo passo per rilanciare l’economia riberese”.

L’adesione al protocollo d’intesa ha una valenza strategica sia nel medio che nel lungo termine in quanto consentirà lo sviluppo turistico del Comune di Ribera inserito in una rete regionale di comuni a forte valenza turistica.
I 13 comuni infatti, rappresentano ognuno vari aspetti della Sicilia: mare, svariate culture e memoria storica di popoli che nel tempo si sono succeduti.”

da Sicilia24h.it“”

Castellammare del Golfo a giugno due convocazioni del Consiglio Comunale

Due sessioni del consiglio comunale di Castellammare del Golfo prima della fine di Giugno.
Tra i punti del Consiglio convocato per lunedì 14 giugno prevalgono le interpellanze e le mozioni.
Agli adempimenti relativi al bilancio sarà dedicata invece la sessione di lunedì 21 giugno.

——————————————————-

Il Consiglio Comunale è convocato per il giorno 14 Giugno, Lunedì alle ore 18:30, presso i locali del Palazzo Municipale, Aula Consiliare, in seduta pubblica ordinaria, per la trattazione dei seguenti punti all’O.d.G.:
ORDINE DEL GIORNO
1. Nomina scrutatori e lettura ed approvazione verbali seduta precedente;
2. Comunicazioni del Presidente;
3. Interpellanza del Cons. Bonventre Vito prot. n° 0012835 del 12/04/2010 avente per oggetto: Approvazione di schema di atto d’indirizzo in ordine agli accertamenti necessari ad attestare la liceità dei fabbricati esistenti da sottoporre al Consiglio Comunale.
4. Interpellanza dei Cons.ri Bonventre Vito e Motisi Ivano prot. n° 0012836 del 12/04/2010 avente per oggetto: Zone d’importanza comunitaria ( S.I.C. ) e zone di protezione speciale ( Z.P.S.).
5. Interpellanza dei Cons.ri Bonventre Vito e Motisi Ivano prot. n° 0017294 del 19/05/2010 avente per oggetto: Visione atti deliberativi, inefficienza rete locale Recomnet.
6. Mozione del Cons. Motisi Ivano prot. n° 0016849 del 14/05/2010 avente per oggetto: Salvaguardia, tutela e manutenzione del paesaggio e del patrimonio architettonico e naturalistico di Castellammare.
7. Mozione dei Cons.ri Motisi Ivano e Bonventre Vito prot. n° 0017290 del 19/05/2010 avente per oggetto: Utilizzo pubblico degli accessi al mare nel territorio di Castellammare ed in particolare nell’area della Tonnara di Scopello ” Faraglioni “.
8. Mozione dei Cons.ri Motisi Ivano e Bonventre Vito prot. n° 0019185 del 04/06/2010 avente per oggetto: Centro diurno anziani ” Villa Olivia “.
9. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n. 32 del 01/04/2010 avente per oggetto: Istituzione fondo previdenza per il personale della Polizia Municipale ai sensi dell’ art. 208 del D.L.vo 30/04/1992, n° 285 ( nuovo codice della strada)

La mancanza del numero legale comporta la sospensione di un’ora della seduta in corso;
qualora alla ripresa dei lavori non si raggiunga o venga meno il numero legale, la seduta verrà rinviata al giorno successivo.

Castellammare del Golfo lì 07/06/2010

———————————————

Il Consiglio Comunale è convocato per il giorno 21 Giugno, Lunedì alle ore 18:30, presso i locali del Palazzo Municipale, Aula Consiliare, in seduta pubblica ordinaria, per la trattazione dei seguenti punti all’O.d.G.:
ORDINE DEL GIORNO
1. Nomina scrutatori e lettura ed approvazione verbali seduta precedente;
2. Comunicazioni del Presidente;
3. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n. 51 del 18/05/2010 avente per oggetto: Approvazione del programma triennale delle Opere Pubbliche 2010/2012 e dell’elenco annuale 2010.
4. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n. 52 del 18/05/2010 avente per oggetto: Approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazione degli immobili di proprietà comunale ai sensi dell’art. 58 del D.L. n° 112/2008, convertito con modificazioni dalla Legge 133/2008 – Anno 2010.
5. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n. 50 del 17/05/2010 avente per oggetto: Approvazione Bilancio di previsione 2010, Bilancio pluriennale 2010 – 2012 e relazione previsionale e programmatica.
6. Proposta deliberativa di Consiglio Comunale n. 56 del 27/05/2010 avente per oggetto: Approvazione rendiconto Esercizio Finanziario 2009.

La mancanza del numero legale comporta la sospensione di un’ora della seduta in corso;
qualora alla ripresa dei lavori non si raggiunga o venga meno il numero legale, la seduta verrà rinviata al giorno successivo.

Castellammare del Golfo lì 07/06/2010

Anche il Consiglio Provinciale di Trapani per la ripresa dei lavori del porto

Un ordine del giorno sul recente sequestro del cantiere dei lavori per la realizzazione del porto di Castellammare del Golfo, è stato presentato in Consiglio Provinciale dal capogruppo del PDL, Piero Russo.
Il documento che è stato sottoscritto da tutti i Consiglieri presenti, dopo avere espresso la massima fiducia alla Procura della Repubblica ed al Comando Provinciale della Guardia di Finanza per l’attività di controllo svolta a tutela e garanzia della regolare esecuzione delle opere, tesa ad affermare la presenza dello Stato a tutela e garanzia dei principi fondamentali del rispetto delle leggi, chiede, alla unanimità, a S.E. il Prefetto di Trapani di far propri lo stato d’animo e le aspettative che la città di Castellammare del Golfo e l’intera Provincia di Trapani ripone nella realizzazione del porto, presso la Procura della Repubblica di Trapani, allo scopo di accelerare l’iter per la definizione delle indagini, e di attivarsi con le autorità competenti per una quanto più celere ripresa dei lavori e impegna il Presidente del Consiglio Provinciale a trasmettere lo stesso O.d.G. al Prefetto di Trapani, al Ministro di Grazia e Giustizia, al Ministro delle Infrastrutture, all’Assessore Regionale alle Infrastrutture, al Presidente della Provincia Regionale di Trapani, a tutta la Deputazione Regionale e Nazionale della Provincia di Trapani, per rappresentare le preoccupazioni e le volontà espresse dal Consiglio Provinciale.

Lo stesso consigliere Russo ha presentato un atto di indirizzo, anch’esso sottoscritto da tutti i Consiglieri presenti, finalizzato a intestare l’aula del Consiglio Provinciale all’ex Presidente della Regione, On. Piersanti Mattarella, di cui quest’anno ricorre il trentennale della scomparsa.
Piersanti Mattarella, che era nato a Castellammare del Golfo, è stato anche l’unico trapanese a divenire Presidente della Regione e rimase vittima il 6 gennaio del 1980 di un efferato omicidio di chiara matrice politico-mafiosa.
L’atto di indirizzo impegna il Presidente della Provincia Regionale di Trapani ad attivarsi e ad assumere ogni opportuna iniziativa per dedicare alla memoria dell’On. Piersanti Mattarella l’Aula Consiliare della stessa Provincia Regionale di Trapani.

Oggi la commissione ambiente del Senato a Castellammare del Golfo

Ambiente: commissione Senato in missione in Sicilia domani e sabato

(2)(Adnkronos) – Le audizioni riprenderanno alle 13.15 per l’esame della situazione relativa alla riserva marina di Capo Gallo – Isola delle Femmine sulla quale saranno chiamati a riferire anche il presidente della Provincia regionale di Palermo, il comandante della Capitaneria di porto, i sindaci di Palermo e Isola delle Femmine.
Al termine delle audizioni la Commissione si spostera’ per una visita dell’area marina protetta di Capo Gallo – Isola delle Femmine; poi trasferimento a Castellammare del Golfo (Trapani), dove presso il castello normanno a partire dalle 18 riprenderanno le audizioni sugli istituendi parchi di Pantelleria, delle isole Egadi e del litorale trapanese.
Tra le iniziative di maggiore interesse per la protezione ambientale del territorio siciliano vi la proposta di costituzione dell’area marina protetta dello Zingaro in modo da estendere anche allo specchio acqueo antistante la costa i vincoli e le tutele della riserva dello Zingaro.
Per tale ragione saranno ascoltati i sindaci dei comuni di S. Vito Lo Capo, Custonaci, Castellammare del Golfo.

(10 giugno 2010 ore 21.48)

da La Repubblica

Obama sings kick ass song ?!?!

Il presidente degli USA, Barack Obama, ha dichiarato la sua intenzione di prendere a calci in culo qualcuno in relazione alla vicenda della marea nera della BP, ma non ha specificato chi e come e quando lo farà. Una buona occasione per un’intervista, ne è venuto fuori un hip hop unico. Matt Lauer e Sarah Gregory sono le voci, l’intervista originale è di Today Show